fbpx
Lifecoach

Cosa fare quando mi annoio

Scritto da Irene Lodi Rizzini

Che sia il tedio di una giornata interminabile da trascorrere al chiuso, o la monotonia del lavoro e dello studio, ecco come fare a sconfiggere la noia in tutte le sue insidiose sfaccettature.

Spesso per vincere la noia occorre riuscire a contrastare anche una buona dose di pigrizia e insofferenza per abbracciare il cambiamento, il solo che renda possibile uscire da una situazione opprimente. Vediamo allora cosa fare nelle diverse circostanze in cui possiamo annoiarci.

Che fare quando mi annoio a casa

In questi tempi segnati da una pandemia che ci costringe a stare in casa molto più di quanto vorremmo, annoiarsi è facile. Ecco cosa possiamo fare.

  • Rinnova la casa e cerca di darle un aspetto diverso: questo ti aiuterà a combattere il senso di monotonia. Basterà disporre i mobili diversamente oppure cambiare accessori ed elementi di arredo, ricorrendo alla creatività e al fai-da-te.
  • Scarica le app intelligenti per stare a casa e aiutarti a gestire le piccole faccende quotidiane e organizzare il tuo tempo. Puoi dedicarti ai lavori domestici scoprendo consigli e trucchi utili per realizzare in casa detersivi e disinfettanti, oppure concederti un po’ di svago.
  • Mettiti ai fornelli e cucina: puoi scegliere di preparare il tuo piatto preferito oppure misurarti con nuove ricette che che richiedono più tempo di quello che solitamente hai a disposizione; puoi anche pensare di fare “scorte” da conservare poi nel tuo congelatore, portandoti avanti per quelle sere in cui fai tardi o semplicemente non hai voglia di cucinare!

Mi annoio a morte: cosa fare

Il nostro consiglio per sconfiggere il tedio e stare bene con se stessi è quello di mettersi in moto, fisicamente e mentalmente.

  • Fai attività fisica: l’esercizio fisico, anche uno stretching leggero, può avere immediati effetti di ristoro. Preparati per il tuo momento di attività, che sia in casa o – ancora meglio – all’aria aperta: indossa gli indumenti adeguati, prendi gli attrezzi da allenamento (come l’elastico, i pesi, la corda) e poniti degli obiettivi di tempo e allenamento. Puoi anche seguire dei video tutorial o allenarti con app specifiche.
  • Leggi: un libro, una rivista, il giornale, puoi anche uscire a comprare qualcosa di nuovo se non trovi nulla che ti piaccia a casa. L’importante è ritrovare “il luogo di tutte le ipotesi”. Gianni Rodari parlava delle fiabe, ma le sue parole sembrano calzare alla perfezione per la lettura in senso lato: “essa ci può dare le chiavi per entrare nella realtà per strade nuove”.

Quando mi annoio a studiare

Come affrontare i compiti a casa? La strategia vincente è quella di scegliere, quando possibile, il momento della giornata in cui siamo più attivi. E poi prova a seguire questi accorgimenti.

  • Fai delle pause: il trucco migliore per contrastare la noia dello studio è stabilire dei tempi di lavoro e dei tempi di ristoro. Sei sei rimasto seduto a lungo, fai stretching oppure esci per prendere una boccata d’aria. Puoi anche concederti uno spuntino leggero e sano come frutta secca o fresca, yogurt, ma anche cioccolato fondente.
  • Studia in gruppo: anche da remoto è possibile creare gruppi di studio per affrontare argomenti e materie particolarmente ostili. La condivisione aiuta a superare la noia e l’insofferenza per lo studio.

Noia a lavoro, come superarla

Nel lavoro come nello studio – e nella vita più in generale – siamo chiamati a raggiungere degli obiettivi, ma quando non li sentiamo nostri siamo meno motivati e più annoiati. Oltre a 10 preziosi consigli per essere più produttivi, prova a osservare questi suggerimenti.

  • Punta sulla self-leadership: la capacità di osservare e gestire se stessi è il presupposto per agire con efficacia in tutti gli ambiti di lavoro. Essere leader di sé è anche la chiave per tagliare i propri traguardi personali. La buona notizia è che quest’abilità si può sviluppare con consapevolezza lavorando sui fattori che la distinguono. Qui puoi leggere come fare.
  • Lavora da casa con un nuovo approccio: lo smart working ha dei vantaggi indiscutibili, ma spesso può comportare una carenza motivazionale. Anche in questo caso, dopo aver stabilito un programma di lavoro, puoi adottare alcuni accorgimenti per superare le difficoltà: fai un check dei tuoi obiettivi, rispetta il piano d’azione, registra i progressi e concediti una ricompensa. Leggi qui nel dettaglio come essere motivati a lavorare da casa.

Mi annoio a ripetere, come fare?

Se il tuo obiettivo è imparare un discorso da esporre oralmente, probabilmente finirai per annoiarti di ripetere lo stesso argomento. Ecco due suggerimenti.

  • Registrati e ascolta: puoi leggere il tuo discorso e registrarlo per intero per esempio sullo smartphone. In questo modo sarai in grado di ascoltarlo in qualunque momento della giornata memorizzando la tua lezione anche senza doverla ripetere.
  • Scrivi e schematizza: invece di ripetere a voce l’argomento, prova a scriverne i passaggi su un foglio o sul computer. Puoi anche fare delle mappe e degli schemi più sintetici che ti consentano di ripercorrere i punti principali e gli snodi fondamentali del discorso.

Cover photo by cottonbro from Pexels

Sull'Autore

Irene Lodi Rizzini

Coordinatrice della redazione di Junglam, esperta di moda e laureata in letteratura, collabora con Junglam fin dagli esordi, proseguendo l’esperienza di editing e coordinamento in redazione maturata in molteplici anni di lavoro sul web.

Lascia un commento