Beauty

Come applicare il mascara: tutti i segreti per occhi da cerbiatta

Come applicare il mascara
Scritto da Serena Serra

Ciglia lunghe, curve e corpose sono il sogno di tutte. L’alleato migliore per ottenerle è ovviamente il mascara, un cosmetico che non è soltanto un grande classico del make-up insieme al rossetto rosso, ma ha anche una storia romantica.

Dall’invenzione del primo mascara a oggi, il cosmetico più amato dalle donne di tutto il mondo ne ha fatta di strada! Dalla formula a base di petrolio a quelle più moderne con fibre allunganti, dall’antica spazzolina da utilizzare umida fino agli scovolini dalle forme avveniristiche, passando per il mascara trasparente e quello marrone, fino alle fondamentali operazioni per rimuoverlo al meglio, ecco tutti i segreti per applicare il mascara alla perfezione!

Il mascara tra storia e curiosità

La storia del mascara

Una confezione di mascara degli anni ’20 @the_vintage_news on Instagram

Come tutte le invenzioni rivoluzionarie (e quella del mascara è senza dubbio un’invenzione rivoluzionaria!) anche quella del mascara è controversa. Sono due, infatti, le aziende cosmetiche che si contendono il primato dell’ideazione dell’indispensabile prodotto per le ciglia. Nella storia del mascara, ecco i principali protagonisti.

Rimmel, Londra

Il capitolo europeo della storia del mascara si svolge a Londra, nella profumeria di Eugene Rimmel. Il negozio esisteva già dal 1834, ma è nel 1860 che il profumiere inglese ha l’idea geniale che renderà il suo nome sinonimo di mascara: utilizzare una gelatina derivata dal petrolio per creare un cosmetico per le ciglia con effetto allungante. Alla morte di Mr. Rimmel i suoi figli ereditano l’azienda e decidono di lanciare una linea di trucchi, prestando ovviamente particolare attenzione ai cosmetici per enfatizzare lo sguardo.

Maybelline, New York

Qualche anno dopo, sull’altra sponda dell’Atlantico, Maybel Williams sospirava per l’uomo dei suoi sogni, promesso sposo a un’altra donna. Era il 1913 e Maybel aveva un asso nella manica: un fratello affezionato e, soprattutto, laureato in chimica, Thomas.

Per dare una mano a Maybel nella sua conquista, Thomas crea un composto di vasellina e polvere di carbone e gli dà la forma di un panetto. Per utilizzarlo era necessaria una spazzolina umida, da strofinare sul panetto e poi da passare sulle ciglia.

L’invenzione di Thomas Williams ha un successo tale che il chimico americano inizia a venderla per corrispondenza e, nel 1915, fonda la sua azienda cosmetica dandole il nome della sorella, Maybel, accostato a vaseline, vasellina: nasce così la Maybelline.

Ciglia corte e dritte: come scegliere il mascara migliore

Ciglia lunghe, scure, curve e voluminose sono il sogno di moltissime donne, per l’esattezza di tutte quelle che non le hanno e sognano invece occhi da cerbiatta e uno sguardo intenso e penetrante.

Fortunatamente la soluzione è relativamente semplice: scegliere il miglior mascara per ovviare al problema delle ciglia corte e dritte. Gli elementi da tenere in considerazione nel momento in cui devi scegliere un mascara sono essenzialmente due: la formula e la struttura dello scovolino.

Mascara con fibre

In caso di ciglia corte e sottili, è bene rivolgersi a un mascara che sia in grado di aumentare contemporaneamente la lunghezza e lo spessore delle ciglia: il consiglio è di scegliere un mascara con fibre. Questo tipo di cosmetico contiene al suo interno delle minuscole fibre di nylon che agiscono come delle extension aumentando la lunghezza e il volume delle ciglia.

Mascara con primer

Un altro prodotto utile per far apparire le ciglia più lunghe è il mascara con primer. Questo tipo di trucco si presenta di solito in una confezione doppia: da un lato il primer bianco o trasparente e dall’altro il mascara vero e proprio.

Quale forma di scovolino?

Per quanto riguarda lo scovolino ne esistono di diversi materiali e forme: i più adatti nel caso di ciglia corte e dritte sono quelli a pettine, capaci di modellare e incurvare le ciglia. Anche lo scovolino curvo è adeguato, soprattutto in caso di ciglia diritte: la sua forma a mezza luna accompagna le ciglia, incurvandole mentre le colora.

Un’altra tipologia di applicatore in grado di allungare e contemporaneamente volumizzare le ciglia è quello di forma conica, una via di mezzo tra lo scovolino classico e quello spesso. Dalla forma curiosa, ma ottimo se si desidera aggiungere volume alle ciglia, è lo scovolino a clessidra: grazie alle sue setole più lunghe alle estremità e più corte al centro riesce a colorare bene tutte le ciglia garantendo un effetto ben definito.

Mascara, quale marca scegliere?

Quale mascara scegliere per ciglia corte

Urban Decay Troublemaker Mascara

Tra i tanti mascara presenti nelle profumerie fisiche e in quelle online per ovviare al problema delle ciglia corte e diritte, They’re Real di Benefit allunga, separa, volumizza e incurva le ciglia senza sbavare o seccarsi. Per un effetto drammatico va applicato con un movimento a zig zag dalla radice fino alle punte.

Black Magic Mascara di Eyeko, grazie al suo scovolino curvo e alla formula a base di cheratina e burro di karité, volumizza e piega le ciglia ed è anche facilissimo da struccare.

Infine Troublemaker di Urban Decay dona volume senza appesantire grazie alla miscela di silice e fibre ultraleggere presenti nella formula.

A cosa serve il mascara trasparente

A cosa serve il mascara trasparente

Il mascara trasparente è uno dei prodotti per il make up più sottovalutati, un po’ perché essendo incolore sembra appartenere ai trucchi “da ragazzina”, e un po’ perché non è sempre chiaro come si usa: è un primer? un top coat? In realtà può essere entrambe le cose… e anche qualcosa in più!

Se vogliamo utilizzare il mascara trasparente come primer per le ciglia possiamo sceglierlo in una formulazione base, con l’unico scopo di proteggerle e rendere più semplici le operazioni di strucco, oppure possiamo optare per una versione che contenga ingredienti curativi o allunganti. I mascara trasparenti curativi hanno al loro interno ingredienti studiati per rinforzare e promuovere una crescita sana delle ciglia; quelli allunganti, invece, hanno una finalità prettamente cosmetica e funzionano in modo analogo ai classici mascara allunganti.

Utilizzato come top coat, il mascara trasparente è utile per prolungare la durata del trucco e aggiungere un finish un po’ più lucido al mascara. Inoltre può essere utilizzato per far durare più a lungo l’eye liner: basta intingere un pennellino nel flacone e passarlo delicatamente lungo la palpebra.

Ovviamente è possibile utilizzare il mascara trasparente anche da solo; le composizioni di questo tipo di prodotti infatti sono pensate apposta per separare ed enfatizzare le ciglia e per tenerle in forma sottolineandone la curvatura. Sulle ciglia inferiori, invece, è l’ideale se non desideri colorarle per evitare sbavature ma non vuoi rinunciare a sottolinearle con discrezione.

Ultimo, ma non meno importante, tra i possibili usi del mascara trasparente è quello di fissante per le sopracciglia: da sola o insieme a matite e polveri, stesa con l’apposito spazzolino, una passata di mascara trasparente ti aiuterà a definire il contorno delle sopracciglia e a farne durare la piega per tutto il giorno.

Quando usare il mascara marrone

Quando usare il mascara marrone

Se il mascara trasparente è spesso un semi-sconosciuto, quello marrone è probabilmente il più snobbato tra i prodotti per il make up: tutte ne conosciamo l’esistenza e tutte abbiamo dei dubbi sulla sua utilità. In realtà non soltanto il mascara marrone è la scelta ideale per valorizzare gli occhi verdi o azzurri, ma se usato nel modo giusto si rivela un alleato prezioso anche per enfatizzare quelli castani.

Se teoricamente la scelta del colore del mascara andrebbe sempre fatta partendo dal colore delle ciglia, chi ha le ciglia molto chiare dovrebbe sempre preferire il mascara marrone, almeno per il trucco da giorno, per evitare un effetto troppo artificioso. Inoltre, secondo la teoria dei colori complementari, un colore caldo come il marrone enfatizza gli occhi azzurri o verdi più del nero carbone.

Questo però non significa che il mascara marrone sia vietato a chi ha occhi castani o nocciola, ma semplicemente che bisogna fare maggiore attenzione a scegliere la giusta tonalità. Chi ha occhi castani dovrà sceglierlo di un colore più scuro di quello dell’iride, inoltre le nuance vicine al color ruggine faranno risaltare la componente verde degli occhi nocciola.

Se comunque non te la senti di abbandonare il classico nero, è sempre possibile combinarlo con il mascara marrone: puoi utilizzare quest’ultimo solo sulle ciglia inferiori e riservare il mascara nero solo a quelle superiori, oppure truccare gli occhi come al solito e applicare il mascara marrone solo sulle punte delle ciglia.

Come togliere il mascara

Come rimuovere il mascara

Struccante delicato e dischetti sono indispensabili per rimuovere il mascara @naturelletbio on Instagram

Se scegliere il tipo e il colore di mascara più adatto è fondamentale per un make-up occhi d’effetto, rimuoverlo nella maniera più corretta, senza spezzare le ciglia né stressare la pelle, è importantissimo per mantenere giovane una zona delicata come il contorno occhi.

Per prima cosa, prenditi il tuo tempo. Togliere il mascara è un’incombenza noiosa e non sempre facile, ma accertarsi che le ciglia siano completamente pulite è davvero importante se desideri mantenerle belle e in perfetta salute.

La prima mossa da fare per una skin care occhi accurata è la scelta di dischetti di cotone delicati e poco aggressivi come quelli anti-allergici, ai quali abbinare uno struccante specifico per il make-up degli occhi. Un’acqua micellare o uno struccante delicato vanno benissimo per un mascara tradizionale, mentre per quello waterproof preferisci un bifasico: l’olio contenuto nella formula di questo genere di cosmetici è perfetto per sciogliere nel modo migliore anche i pigmenti più resistenti.

Anche i movimenti sono importanti nelle operazioni di demake-up: devono essere delicati e circolari, dall’interno verso l’esterno, esercitando una leggera pressione per pulire per bene le ciglia. Se alla fine delle operazioni rimanesse ancora un po’ di colore sul dischetto, tieni a portata di mano delle salviette delicate o una spugnetta per rimuovere con precisione tutti i residui.

Sull'Autore

Serena Serra

Laureata in editoria e giornalismo ed esperta di comunicazione e brand management, si dedica alla creazione di contenuti per portali e siti web. Per Junglam.com è redattrice moda, beauty e lifestyle.

Lascia un commento