fbpx
Spettacolo

10 cose che non sapevi su The New Pope

Scritto da Patrizia Saolini

The New Pope, il secondo capitolo della serie antologica creata da Paolo Sorrentino, è stato uno dei fenomeni dell’ultima stagione televisiva. Ecco 10 curiosità da conoscere!

Dopo The Young Pope, Paolo Sorrentino è tornato sul “luogo del delitto” con The New Pope, che vede il ritorno di Jude Law e l’ingresso di un (altro) “peso massimo”, John Malkovich. Il regista ha confezionato un nuovo ingranaggio perfetto di intrighi, ambizione e scandali e sembra intenzionato a raccontare un’ulteriore storia, che dovrebbe essere una sorta di prequel e coinvolgere tutti i personaggi già visti.

A quanto pare, il Premio Oscar per La grande bellezza avrebbe da sempre in mente di realizzare una trilogia. Ma sul fatto che accadrà, non ci sono certezze (almeno, al momento):

Ho in mente un’altra stagione. Non so se la farò. Dovrei trovare il tempo e convincere HBO. Ho una nuova idea per la terza stagione. Ma è folle, davvero folle e potrebbe essere difficile da realizzare. È una cosa fuori dal Vaticano, completamente diversa.

Nell’attesa di scoprire come andranno le cose, ecco 10 curiosità in ordine sparso sull’ultimo capitolo della vicenda di Papa Pio XIII, al secolo Lenny Belardo.

10 curiosità su The New Pope

1. A quanto pare, la celebre scena di Lenny Belardo che cammina sulla spiaggia con indosso un costume da bagno bianco che lascia ben poco all’immaginazione è stata “inconsciamente” ispirata a Paolo Sorrentino dai film di James Bond.

2. In The New Pope compaiono due eccezionali guest star: Marilyn Manson e Sharon Stone. Il regista ha dichiarato di averli voluti nella nuova stagione perché “buoni, belli e gratis”.

3. Per riprendere i personaggi principali, Sorrentino ha utilizzato una tecnica appresa da Spike Lee e che consiste nell’inquadrare il soggetto solo dalla vita in su, per dare la sensazione che fluttui nell’aria.

4. Gran parte delle riprese di The New Pope sono state effettuate a Cinecittà. In particolare, presso il celebre Teatro 5 sono stati ricostruiti gli interni e gli esterni di San Pietro, della Cappella Sistina e della Sala Regia e gli interni della Biblioteca papale.

5. La nuova stagione della serie è stata girata anche in location reali e molto suggestive come Nervesa della Battaglia, in Veneto, che è diventato il Santuario di Lourdes, l’Eremo di Santo Spirito in Abruzzo, il borgo di Gaeta nel Lazio e la località Crignes di Cortina, sulle Dolomiti. Inoltre, sono state effettuate riprese anche a Piazza San Marco, sul Canal Grande e nel palazzo storico Donà delle Rose a Venezia.

6. Per The New Pope sono stati utilizzati 4.500 costumi e 1.100 paia di scarpe, oltre a un gran numero di accessori come croci, anelli, papaline e cappelli.

7. In un curioso incrocio di ruoli, Jude Law, che è di origini britanniche, interpreta un papa americano. Invece John Malkovich, che è di origini americane, interpreta un papa britannico.

8. Prima di The New Pope, Jude Law e John Malkovich non avevano mai recitato insieme. Tuttavia, erano “legati” virtualmente dalla saga di Tom Ripley di Patricia Highsmith. Il primo ha preso parte a Il talento di Mr. Ripley (1999) nel ruolo di Dickie Greenleaf, mentre il secondo ha interpretato Tom Ripley in Il gioco di Ripley (2002).

9. La Pietà di Michelangelo che appare negli episodi della nuova stagione è una perfetta copia in scala realizzata in marmo.

10. Alla realizzazione del guardaroba dei due protagonisti hanno partecipato la celebre sartoria clericale Ety Cicioni e la ditta Cesarini. Inoltre, tra gli abiti di scena “borghesi” di Jude Law ci sono un completo di Armani e due paia di scarpe di Louboutin. Invece, per creare il perfetto stile da dandy di John Malkovich sono stati utilizzati 20 abiti Attolini, scarpe Church’s, cappelli di Pieroni e Borsalino e vestaglie dell’azienda inglese New e Lingwood.

Photo cover credits: Sky Atlantic

Fonti: IndieWire, The Ringer, Useless Daily, IMDb, Zingarate, TVblog, Coming Soon, AGI

Sull'Autore

Patrizia Saolini

Executive editor e corrispondente estera di JunGlam.com. Scrive dal 2010 su riviste di moda, beauty e lifestyle. Life coach professionista, con un Master di primo livello in Life Coaching riconosciuto dal Miur, é l'ideatrice di Retail Coach®, un marchio che garantisce consulenza strategica e corporate coaching alle aziende multicanali. Per Junglam segue le maggiori fashion week internazionali e gli eventi lifestyle in Italia e all'estero, oltre che dedicarsi alla rubrica di Life Coach.

Lascia un commento