fbpx
Eros

Primo appuntamento: bacio sì o no?

Primo appuntamento bacio
Scritto da Silvia Artana

Al primo appuntamento hai rimediato un bacio sulla guancia e pensi di non interessare affatto al tuo lui? Non sai se lasciarti andare a un bacio alla francese? Qui trovi alcune dritte e qualche suggerimento per mettere ordine tra i tuoi dubbi e le tue emozioni!

Il primo appuntamento è un’incredibile altalena di emozioni e tra voglia di lasciarsi andare e paura di farlo ci sono un confine sottile e… il bacio. Cosa vuol dire se lui ti bacia sulla guancia? E tu come ti devi comportare? La paura di restare scottata o di essere giudicata male rischiano di offuscare il tuo giudizio e di non farti agire con serenità.

Purtroppo, non c’è una regola esatta: a seconda delle persone e delle situazioni, le risposte possono essere molto diverse. Ma se vuoi provare a fare ordine tra i tuoi dubbi e i tuoi sentimenti, ci sono alcune cose che devi sapere.

Bacio sulla guancia: feeling o non feeling?

Avete trascorso una serata bellissima. La location era fantastica e non avete mai smesso di parlare. Eppure, il ragazzo che ti piace ti ha salutata con un casto bacio sulla guancia e tu ora ti stai arrovellando per capire cosa non ha funzionato.

La prima, spietata risposta è che per lui non sia scattata la scintilla. Questo non vuole dire che sia stato male con te e il fatto che il vostro appuntamento sia stato molto piacevole lo dimostra. Tuttavia, potrebbe avere realizzato che tu sei “solo” un’amica.

Del resto, la sua potrebbe essere stata una scelta precisa. Se sei sicura di avere letto dei segnali di interesse da parte del tuo accompagnatore, lui potrebbe avere deciso di non baciarti perché è un ragazzo romantico e vuole che accada in modo speciale. Anche se il vostro incontro dal tuo punto di vista è stato perfetto, lui evidentemente crede che lo possa essere ancora di più. In questo caso, ben venga il bacio sulla guancia e il secondo appuntamento: chissà cosa farà per creare l’atmosfera “giusta”!

Il bacio sulla guancia al primo appuntamento? Non significa disfatta!

All’opposto, il ragazzo che ti piace potrebbe avere scelto di non baciarti per farsi desiderare. In questo caso, potresti trovarti di fronte a un insicuro o al contrario a un seduttore seriale. Se parlando con lui ti sei fatta l’idea che sia un egocentrico, è molto probabile che tu abbia colto nel segno. Nulla ti vieta di frequentarlo, ma fai attenzione: dopo averti fatto cadere ai suoi piedi, potrebbe sparire senza lasciare traccia. D’altra parte, valuta se vuoi uscire con un ragazzo che ha poca autostima: dovere rassicurare e compiacere sempre una persona è tutt’altro che romantico.

Bacio a stampo: la virtù (non) sta nel mezzo

Di primo acchito, ricevere un bacio a stampo al primo appuntamento potrebbe sembrare meglio che riceverne uno sulla guancia. Invece, è l’esatto opposto. Il bacio sulla guancia lancia un messaggio tutto sommato chiaro, che con un po’ di buonsenso e lucidità può essere decifrato in base al contesto. Invece, il bacio a stampo è una “non” presa di posizione. Se non interessi al tuo accompagnatore, perché ti ha baciata sulle labbra? E se gli piaci, perché non si è lasciato andare?

Certo, potrebbe essere un preludio romantico a qualcos’altro o un modo per fare salire la tensione, ma la probabilità che il ragazzo che ti piace sia indeciso su di te, su di voi e in definitiva su se stesso è molto più alta. In altre parole, il rischio è che ti ritrovi invischiata in una relazione frustrante, con una persona che ha priorità più urgenti di una storia con te. Perché “non gli piaci abbastanza” e tiene la porta aperta ad altre opportunità, perché gli amici e il divertimento vengono prima di te o perché magari una ragazza ce l’ha già e lotta con la paura di essere scoperto e il senso di colpa. In tutti i casi, stai in campana.

Bacio alla francese: largo alla passione

Non è detto che capiti al momento dei saluti. Può darsi che a un certo punto del primo appuntamento, lui si avvicini con l’evidente intenzione di baciarti alla francese. Che fare? Se ti piace e ne hai voglia, buttati! Il segnale è chiaro: interessi al tuo accompagnatore. Certo, potrebbe trattarsi solo di attrazione fisica. Ma è anche vero che potrebbe essere l’inizio di una storia. Stabilirlo a priori è impossibile e non puoi fare altro che correre il rischio. L’unica cosa che conta è che tu faccia quello che desideri e che non ti lasci condizionare dal pensiero di deludere o offendere il ragazzo con cui sei o dal giudizio degli altri. D’altra parte, se non te la senti, hai tutto il diritto di dire di no.

Attrazione fisica o storia d’amore in vista? Il bacio alla francese al primo appuntamento è sicuramente un segnale di interesse.

Se ti accorgi che l’atmosfera si sta scaldando, ma non vuoi o non sei pronta per un bacio alla francese, fallo capire al tuo accompagnatore stemperando la tensione con un battuta e/o allontanandoti un poco da lui. Invece, se ti coglie di sorpresa, non puoi fare altro che… porgergli la guancia. Ovviamente, schivare un bacio lascia il segno. Per evitare di fare precipitare la situazione, la cosa migliore che puoi fare è sorridere e dire con franchezza al tuo lui che non te la senti.

Dopo starà a te capire perché hai detto di no. Magari non sei pronta, lui ha qualcosa che non ti convince o semplicemente non ti piace come pensavi. Può succedere e non c’è niente di male. L’importante è essere onesti. Se vuoi dare un’altra chance al tuo accompagnatore, digli che hai bisogno di un po’ di tempo e che ti piacerebbe rivederlo. All’opposto, sii garbata ma ferma nel tuo rifiuto.

E se a essere schivata sei stata tu, non pensare che sia tutto perduto. Anche lui può avere bisogno di tempo o non volere correre troppo. Cerca di capire il motivo del suo rifiuto e, nella peggiore delle ipotesi, non farne un dramma e non fissarti. Non c’è niente di peggio che corteggiare qualcuno che non ti vuole. Meglio archiviare la storia e lasciare la porta aperta a nuove opportunità!

Photo cover credits: John Schnobrich on Unsplash

Photo text credits: Ian Dooley on Unsplash e Andreas Fidler on Unsplash

Sull'Autore

Silvia Artana

Dopo la laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie, ha conseguito un Master in Divulgazione Scientifica e ha mosso i primi passi nell'editoria occupandosi di scienza e tecnologia. Oggi scrive di moda, bellezza, benessere, lifestyle, cinema e TV per diversi magazine e testate digitali e svolge attività di copywriting, storytelling e ghostwriting online e offline.

Lascia un commento