fbpx
Eros

Come vestirsi al primo appuntamento

Scritto da Silvia Artana

Primo appuntamento in vista e non sai come vestirti? Ecco alcuni consigli e qualche dritta per non “sbagliare”, ma soprattutto per stare bene con te stessa e goderti il momento!

L’emozione c’è gni volta che si esce con qualcuno per cui si ha una cotta. Ma il primo appuntamento fa storia a sé. L’eccitazione è alle stelle e va a braccetto con una valanga di dubbi. Dalla scelta del posto a quella degli argomenti di conversazione, passando per i dilemmi su cosa ordinare (e cosa no), fino alla fatidica decisione sul bacio di fine serata, il “first date” è un vero e proprio percorso a ostacoli. Ma decidere come vestirsi è probabilmente il dilemma più grande, perché “Non c’è una seconda occasione per fare una buona prima impressione“.

In realtà, non è detto che un look non proprio azzeccato faccia scappare il lui che ti piace. Però è vero che l’apparenza conta. E allora, cosa puoi fare per lasciare il segno? In modo positivo, of course. L’unica regola (se si può chiamare così) è essere te stessa, il resto dipende dal contesto e… dalla stagione!

Cosa mettersi al primo appuntamento in estate

Per certi versi, la scelta del look per il primo appuntamento in estate è più semplice (e dà maggiori soddisfazioni), ma questo non vuol dire che non nasconda delle insidie. Di sicuro, non c’è bisogno di pensare alla giacca, anche se di sera è sempre una buona idea avere una maglia o un giubbotto con te. Però c’è il rischio di “esagerare”. In altre parole, un conto è essere sexy, un altro volgare.

Al primo appuntamento (ma non solo), scegli un outfit equilibrato. Se vuoi puntare sullo scollo, magari evita la mini inguinale e viceversa. Allo stesso modo, se scegli un top con un colore acceso o una fantasia “importante”, abbinalo a un paio di pantaloni o a una gonna in tinta unita. Discorso analogo vale per gli accessori. In linea di massima, meglio pochi gioielli e scarpe e borsa a contrasto con il look. Ovvero, se il tuo outfit è minimal, puoi osare una bag “di carattere”, delle sneakers stravaganti o dei sandali sofisticati. In quest’ultimo caso, non strafare con i centimetri se non sei abituata a camminare sui tacchi… e se il tuo lui è alto come te o anche meno.

Altri due elementi di cui devi tenere conto per decidere cosa indossare sono l’ora e il posto dell’appuntamento. Vi vedete di giorno o di sera? Il rendez-vous è in un locale elegante o in uno informale? Se tu e il tuo lui vi incontrate a pranzo, in un bistrot o in trattoria, puoi optare per un abito bon ton oppure per il grande classico jeans blu scuro e camicia bianca. Se invece l’appuntamento è alla sera, per un aperitivo alla moda o una cena a lume di candela, fanno al caso tuo un cocktail dress o un completo elegante.

A complicarti (un po’) la vita può essere la decisione del tuo lui di farti una sorpresa. In questo caso, puoi chiedergli un dress code indicativo. In alternativa o se il ragazzo tiene la bocca cucita, l’unica soluzione è puntare su un outfit basico passepartout. Parti da un paio di pantaloni a sigaretta o a palazzo neri e abbina una t-shirt ricercata o una camicetta per il giorno e un top o una camicia in seta (magari con un’abbottonatura o un collo un po’ ricercati) per la sera.

D’estate o d’inverno, la regola per non sbagliare look al primo appuntamento è di sceglierlo in base al contesto (e al tuo stile)

Cosa mettersi al primo appuntamento in inverno

Le “regole” generali per il primo appuntamento in inverno sono le stesse di quelle per il primo appuntamento in estate, ma ci sono alcuni elementi in più e qualche “aggiustamento” di cui tenere conto per la stagione.

La prima grande differenza è che nei mesi più freddi devi mettere in conto di indossare qualcosa “sopra”. La scelta del capospalla non va sottavalutata, perché a tutti gli effetti è la prima cosa del tuo look che il tuo accompagnatore vedrà (e noterà). Dunque, anche se il piumino oversize per te è una seconda pelle dall’autunno alla primavera (…), prendi in considerazione l’idea di sostituirlo con un cappotto o una giacca dal volume “contenuto”. Stesso discorso vale per anfibi, stivali con il carrarmato e compagnia. Sia chiaro: niente ti vieta di indossarli. Anzi. Ma come in estate, anche in inverno a fare da spartiacque tra i look è il contesto dell’appuntamento.

Un vantaggio dei mesi più freddi è che puoi sfoggiare maxi cardigan e pullover oversize con dei pantaloni skinny e un paio di stivali ed essere perfetta per un rendez vous a pranzo o al cinema. E poi, l’inverno è la stagione del little black dress, l’abito passepartout per eccellenza. Il tubino nero o una delle sua tante varianti può essere abbinato a scarpe e accessori diversi in una infinità (o quasi) di outfit perfetti per ogni occasione.

La stagione fredda ti permette anche di sfoggiare cappelli e sciarpe, che spesso e volentieri bastano da soli a rendere memorabile un look senza il rischio di scivoloni di stile. Naturalmente, sempre che la tua idea non sia un berretto con le orecchie alla Sherlock Holmes o un set coordinato da fare impallidire gli esploratori dell’Artico. E last but not least, inverno significa leggings e collant, che possono modellare e sostenere discretamente là dove serve…

Photo cover credits: Adobe Stock

Photo text credits: Karen Warfel from Pixabay

Sull'Autore

Silvia Artana

Dopo la laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie, ha conseguito un Master in Divulgazione Scientifica e ha mosso i primi passi nell'editoria occupandosi di scienza e tecnologia. Oggi scrive di moda, bellezza, benessere, lifestyle, cinema e TV per diversi magazine e testate digitali e svolge attività di copywriting, storytelling e ghostwriting online e offline.

Lascia un commento