fbpx
Lifestyle

5 cose che non sapevi sui Miami Open

Hard Rock Stadium
Scritto da Patrizia Saolini

Non solo tennis all’Hard Rock Stadium ma una vera e propria total experience nel parco d’intrattenimento con del più grande stadio della Florida.

Grande tennis, grandi campioni e grandi emozioni ai Miami Open 2022, dal 21 marzo al 3 aprile all’Hard Rock Stadium della città statunitense che, per l’occasione, si è trasformato da più grande stadio della Florida in un parco d’intrattenimento per garantire agli spettatori una vera e propria total experience.

I biglietti

Siamo abitutati a pensare che, più grande è l’evento ospitato in una struttura, più costosi e limitanti siano i biglietti d’ingresso. Questo non è vero nel caso dei Masters 2000 di Miami.

L’organizzazione, infatti, ha pensato di coinvolgere non soltato i super appassionati di tennis, ma tutti coloro che desiderino passare del tempo all’interno dello stadio.

Acquistando un Ground Pass a 15 dollari (poco più di 13 euro) si ha libero accesso a tutto il parco dell’Hard Rock Stadium con la possibilità di vedere le partite in programma sui sette campi da tennis, sul Grandstand e sul nuovo family stadium Buck Buchholz, il campo dedicato al grande tennista americano che è stato uno dei più grandi nel suo sport tra la fine degli anni Cinquanta e i primi Sessanta.

Il cibo

Uno spuntino al volo prima di precipitarsi ad assistere al prossimo match. Certo, se lo si desidera. Ma chi considera il buon cibo come parte integrante di un’esperienza a tutto tondo, può passare la giornata a gustare specialità greche sulla terrazza con doppia vista sia sui campi che sui quattro mega schermi aggiornati in real time.

Anche gli aficionados del messicano troveranno, è il caso di dirlo in questo caso più che mai, pane per i propri denti nell’ottimo ristorante che propone fajitas e guacamole. Senza dimenticare, ovviamente, l’immancabile boot degli hamburger, la pizzerie e il coffee shop, pronti ad accontentare tutti i gusti e a proporre ai visitatori la possibilità di mangiare ogni giorno qualcosa di diverso ma ugualmente gustoso.

Per finire in bellezza e bollicine, si può fare un bel brindisi e festeggiare la vittoria del giocatore del cuore nella fornitissima champagneria al secondo livello del Palm Court.

La gondola

Novità degli ultimi anni è la gondola, ovvero l’ovovia che permette di assistere agli incontri dall’alto. Inaugurata nel gennaio del 2020, la gondola è composta da 12 cabine e compie il suo percorso in circa 20 minuti, consentendo agli spettatori di godere degli avvenimenti sportivi a volo d’uccello, ma anche dello skyline di Miami.

Inutile dire che stiamo parlando di un’esperienza unica e, perché no?, con un tocco di romanticismo, soprattutto all’ora del tramonto.

L’intrattenimento

Se lo stadio vuole essere attraente non soltanto per chi vi si reca per assistere a un evento sportivo ma davvero per tutti, deve essere in grado di offrire a chiunque modi sempre nuovi e divertenti per passare il tempo.

E l’Hard Rock Stadium di Miami decisamente lo fa. Accanto ai campi, proprio come in un parco di intrattenimento, è possibile giocare a ping pong nelle aree comuni, fare shopping nei negozi che offrono merchandising dedicato al tennis per uomo, donne e bambino, fare le foto nei tanti boot allestiti in tutto il parco, e ancora riposarsi e rilassarsi sui divanetti sorseggiando una bella limonata fredda.

I club esclusivi

Abbiamo parlato di cibo, intrattenimento e sistemi alternativi e originali per godere degli eventi sportivi. Non abbiamo però ancora parlato degli spazi dedicati agli spettatori più esigenti.Per loro la gestione dell’Hard Rock Stadium ha pensato a ben due club esclusivi, The Nine e The 72 Club.

The Nine Club
The Nine Club. Photo courtesy hardrockstadium.com

The Nine mette a disposizione solo 20 biglietti per godere di un’esperienza davvero unica nella storia dell’intrattenimento dal vivo all’interno di una suite open air in stile anni Trenta, a cui vanno aggiunti il servizio di conciergerie, il bar all inclusive, il servizio di parcheggio con prelievo e riconsegna dell’auto e una corsia privilegiata per entrare e uscire dallo stadio senza dover affrontare lunghe code.

Questi ultimi tre servizi sono previsti anche per gli aderenti a The 72 Club, uno spazio che promette di portare l’esperienza di assitere a un evento sportivo a un altro livello, garantendo l’esperienza più lussuosa della Florida del sud anche fornendo agli spettatori sedili più larghi di 20 cm rispetto alla media e con uno spazio tra una fila e l’altra più largo di 30 cm distendere le gambe più comodamente.

Cover photo courtesy miamiopen.com

Sull'Autore

Patrizia Saolini

Executive editor e corrispondente estera di JunGlam.com. Scrive dal 2010 su riviste di moda, beauty e lifestyle. Giornalista, Chief Happiness Officer e Life Coach con un Master di primo livello in Life Coaching riconosciuto dal Miur. É autrice di quattro libri sul retail coaching e l'ideatrice del marchio Retail Coach®. Per Junglam segue le maggiori fashion week internazionali e gli eventi lifestyle in Italia e all'estero, oltre che dedicarsi alla rubrica di Life Coach.