fbpx
Lifestyle

Tatuaggi fiori: quali sono e cosa significano

Tatuaggi fiori
Scritto da Serena Serra

Sembrerebbero un’esclusiva femminile ma in realtà li amano molto anche gli uomini. Scopriamo quali sono i tatuaggi di fiori più belli e cosa significano.

Colorati o in bianco e nero, realistici o stilizzati, grandi o piccoli, con sfumature o senza contorno, i tatuaggi di fiori piacciono tantissimo.

Sarà perché con i loro tanti significati possono esprimere tutto ciò che desideri, perché al disegno di un fiore si possono aggiungere altre decorazioni come piercing e dermal, o semplicemente perché sono belli e delicati.

Il tatuaggio di un fiore, per esempio, può essere accompagnato da quello di un colibrì, il minuscolo uccellino che si nutre di nettare e che proprio senza fiori non potrebbe sopravvivere.

O si può scegliere un tatuaggio con fiori di ibisco, le grandi, colorate corolle che immediatamente ci richiamano alla mente i più lussureggianti paradisi esotici e che nel linguaggio dei fiori sono il simbolo della bellezza effimera.

Ma con un tatuaggio floreale si possono esprimere tanti altri significati, legati agli affetti familiari o alle affascinanti culture orientali. E non pensate che i flower tattoo siano solo “roba da donne”! Anche gli uomini non possono fare a meno di lasciarsi affascinare da corolle opulente e tralci fioriti.

Tatuaggi di fiori per la famiglia

I tatuaggi con fiori, per esempio, possono rappresentare la famiglia e l’amore che proviamo per i nostri cari.

Un ramo con tanti fiori quanti sono i figli ti permetterà di portare sempre con te i tuoi bambini. Un significato che potrai ottenere anche accostando alle tue corolle preferite le lettere che rappresentano le loro iniziali o far scrivere i loro nomi per intero.

Qualcosa di analogo, ovviamente, si può fare per i genitori, per fratelli e sorelle o per il partner. Un’altra idea può essere anche di abbinare ai tatuaggi di fiori frasi, citazioni o aforismi che parlino della famiglia con tutti i suoi pregi e difetti.

Fiori per tatuaggi giapponesi

Belli per donna ma amatissimi anche per uomo sono i tatuaggi di fiori giapponesi. Nella cultura del tattoo orientale, infatti, i fiori occupano un posto centrale per importanza e simbologia.

Il tatuaggio dei fiori di ciliegio in Giappone è considerato un portafortuna e un simbolo di purezza e rinascita e proprio per questo suo ultimo significato, affiancato alla delicatezza delle fragili corolle, è spesso utilizzato per ricordare una persona cara scomparsa.

Un significato che è facile accostare anche al tatuaggio dei fiori di pesco, simbolo della capacità di rialzarsi dopo un forte dolore ma anche di bellezza ed eleganza. I fiori di pesco su un ramo, invece, simboleggiano la famiglia e i legami familiari.

Il tatuaggio del fiore di loto, infine, è forse il tattoo più famoso tra quelli orientali a tema floreale e ha un significato più trascendentale, simboleggiando purezza, perfezione e cambiamento.

Il fiore di loto, inoltre, è considerato un fiore unico e particolare perché nasce dall’acqua e non dalla terra.

Dove tatuare i fiori

Come per tutti i tatuaggi anche quelli floreali si possono fare in qualsiasi area del corpo. Per scegliere la zona più adatta, infatti, è sufficiente considerare le dimensioni del tattoo desiderato.

Un tatuaggio piccolo potrà essere delizioso sulla caviglia o sul polso, mentre uno di medie dimensioni troverà il “terreno” adatto su cui fiorire sul braccio, sull’avambraccio o sulla spalla.

Se invece si desidera un bel tatuaggio grande, allora la parte del corpo preferita sarà probabilmente la schiena che con la sua superficie ampia e sostanzialmente piana consentirà al tatuatore di agire in piena libertà!

Cover photo by Annie Spratt from Pixabay

Sull'Autore

Serena Serra

Laureata in editoria e giornalismo ed esperta di comunicazione e brand management, si dedica alla creazione di contenuti per portali e siti web. Per Junglam.com è redattrice moda, beauty e lifestyle.

Lascia un commento