fbpx
Lifestyle

Tisana drenante Pompadour: non solo una coccola

Scritto da Redazione

Sentirsi leggere come una piuma grazie ad una bevanda che favorisce la diuresi e aiuta a smaltire i liquidi in eccesso

L’inverno è alle porte, per scaldarsi serve una buona tisana calda, meglio ancora se la bevanda è qualcosa di più di una coccola come la tisana drenante Pompadour.

Ormai è assodato. Dieta, una costante attività sportiva e tisane drenanti contribuiscono a smaltire il grasso corporeo, eliminare l’eccesso di liquidi e quindi a perdere peso. Ma come funzionano le tisane drenanti? Agiscono sul sistema linfatico e sui reni, combattendo l’accumulo di lipidi e disperdendo i liquidi in eccesso.

La tisana drenante Pompadour: per sentirsi leggeri come una piuma

La tisana drenante Pompadour, agendo contro la ritenzione idrica, combatte la sensazione di gonfiore alle gambe, sgonfia la pancia e aiuta, in generale, a sentirsi leggeri come una piuma.

La risposta ancora una volta arriva dall’erboristeria e dalla miscela di erbe selezionate per svolgere un’azione drenante.

In particolare la tisana drenante Pompadour sfrutta le proprietà fitoterapiche dell’equiseto, della betulla, del solidago virga aurea e della radice di ononide. Alla selezione di erbe, scelte per le specifiche proprietà drenanti, si associano menta e liquirizia che conferiscono al preparato un gradevole sapore.

La solidago virga aurea, nota anche come “verga d’oro”, grazie alla deliziosa fioritura gialla, è nota da centinaia di anni per le sue proprietà medicamentose nella cura di nefriti, calcoli renali e renella. Le sommità fiorite, largamente impiegate per combattere le malattie dell’apparato urinario, sono ricche di flavonoidi, polifenoli, polisaccaridi, olio essenziale e resine. La verga d’oro è particolarmente indicata per l’azione drenante.

Un infuso da sorseggiare senza controindicazioni

Radici e foglie di ononide, pianta nota anche con il nome di “Bonaga”, sono utilizzate nella moderna fitoterapia per favorire la diuresi.

L’infuso aumenta il volume delle urine, riduce la renella ed espelle i calcoli. L’ononide è largamente utilizzata nelle tisane perché associa alle proprietà diuretiche quelle antinfiammatorie, astringenti, sudorifere e antisettiche.

Non ci sono controindicazioni nell’uso di questa pianta ma in caso di assunzione prolungata è bene tenere sotto controllo la perdita di liquidi integrando con molta acqua.

La betulla è un altro ingrediente capace di assicurare una buona depurazione, una efficace diuresi, un’azione antinfiammatoria e antisettica. Foglie e gemme di questa pianta sono ricche di flavonoidi ed oli essenziali. L‘erba officinale agisce sui reni e sullo smaltimento delle sostanze tossiche, contribuendo all’eliminazione del colesterolo.

Un concentrato di erbe buone: ecco perché funziona

La tisana drenante Pompadour funziona anche grazie alla presenza dell’equiseto. La pianta, nota anche con il nome di “coda cavallina”, svolge un’azione diuretica e drenante ma contemporaneamente è in grado di rimineralizzare l’organismo compensando la perdita di liquidi e dei sali minerali.

Sull'Autore

Redazione

La Redazione di JunGlam è un team di esperti del settore moda, beauty e coaching. Caratteri molteplici e concept cosmopolita con uno sguardo aperto e alla continua ricerca di idee e tendenze.