fbpx
Mamme

Come scegliere il biberon per il neonato

Scritto da Irene Lodi Rizzini

Per scegliere il biberon è importante valutare alcune caratteristiche come il design della tettarella e le dimensioni del foro che regola il flusso del latte. Ecco cosa c’è da sapere.

Quali biberon comprare per un neonato

I biberon migliori per i bebè sono quelli che rispettano la fisionomia del palato e favoriscono la fisiologia naturale dei movimenti di suzione, così che la poppata sia la più naturale possibile, evitando l’ingestione di aria che può causare fastidiose coliche e problemi di reflusso.

Importante anche scegliere una tettarella che abbia un foro piccolo per favorire l’uso dei muscoli delle mascelle nei neonati: prendere il latte dal biberon, infatti, comporta una minor fatica per il bebè rispetto all’allattamento al seno, e occorre anche per questo prestare attenzione al flusso di latte.

Mam Easy Start anti-colica

I biberon della linea Easy Start anti-colica sono adatti fin dalla nascita e consentono il passaggio dell’aria attraverso i fori presenti nella base ventilata sul fondo della bottiglietta. Questo design particolare evita che durante la poppata l’aria si mischi al latte creando bolle e schiuma, diminuendo così i rischi di coliche. La tettarella in silicone SkinSoft ha una forma piatta e flessibile, realizzata per ricreare la sensazione più familiare possibile, come quella al seno materno. Il vantaggio di questo modello è che si tratta di un biberon autosterilizzante: basta farlo andare nel microonde con semplice acqua per igienizzarlo in modo sicuro e agile.

Easy Start anti-colica

Mam Amazon Acquista ora

Philips Avent biberon Natural anti-colica

Per ridurre i rischi di coliche, questo modello di biberon si affida a una valvola nella tettarella che durante la poppata si flette e consente di direzionare l’aria nella parte posteriore del biberon, evitando così che si creino dei vuoti. Il design a spirale flessibile della tettarella ultra morbida è studiato per simulare la sensazione dell’allattamento al seno, mentre i particolari petali hanno la funzione di evitare il collasso della tettarella. La bottiglia risulta facile da impugnare in qualunque direzione anche dalle manine più piccine.

Avent Natural anti-colica

Philips Amazon Acquista ora

Nuk First Choice+

Il plus di questo biberon è la tettarella ortodontica con una sezione morbida pensata per adattarsi al meglio al palato del bebè e con un supporto extra large per le labbra, in modo da ricreare la sensazione dell’allattamento al seno. Lo sfiato anti-colica presente nella tettarella consente la fuoriuscita dell’aria che durante le poppate può causare fastidi e disagi. Sulla bottiglia è presente un comodo indicatore di temperatura che cambia colore da blu a bianco quando il latte è troppo caldo.

First Choice+

Nuk Amazon Acquista ora

Chicco Natural Feeling

La linea Natural Feeling di Chicco vuole “biomimare” la suzione naturale così che anche l’allattamento al biberon agevoli il più possibile i movimenti fisiologici di suzione e deglutizione. La particolare tettarella inclinata in silicone extra morbido rimane piena di latte proprio come al seno materno ed è dotata di una doppia valvola anti-colica per prevenire l’ingestione di aria. Il tappo salva-goccia garantisce igiene e protezione.

Natural Feeling

Chicco Amazon Acquista ora

Medela biberon per latte materno

Questo biberon è adatto fin dalla nascita sia per il latte materno che per quello artificiale. Il particolare sistema “Calma” assicura un flusso di latte adeguato ai più piccini, rispettando esattamente i loro ritmi di suzione e la stessa tecnica appresa al seno. Il design della tettarella è studiato per un’alimentazione sicura, che previene l’ingestione di aria durante la poppata.

biberon per latte materno

Medela Amazon Acquista ora

Cosa significa biberon

Il termine biberon è un sostantivo francese che propriamente significa “poppatoio” e viene dal latino bibere, bere. Indica il contenitore con tettarella per liquidi destinati al nutrimento dei bambini.

Come utilizzare un biberon

Il modo corretto per allattare un bimbo con il biberon consiste nell’adottare la posizione adeguata per favorire la deglutizione. La testa si appoggerà nella piega del gomito della mamma (o di chi allatta il piccolo) in modo che risulti rialzata rispetto al resto del corpo. Per impedire che il latte vada di traverso è importante evitare di tenere il bebè sdraiato.

Con la mano libera si porgerà il biberon al piccolo con presa salda e ferma, così che non rischi di scivolare con i movimenti continui della suzione e la tettarella sia sicura nella bocca del bimbo. Impugnare il biberon in modo corretto aiuta il bebè a non ingerire aria, cosa che potrebbe aumentare il rischio di fastidiosi mal di pancia. A questo scopo è bene inclinare il biberon di circa 45 gradi rispetto al corpo del piccolo, avvolgendolo con tenerezza.

Come dare il biberon ai neonati allattati al seno

Come si è visto l’uso del biberon di per sé non è complicato, ma non è affatto scontato che un bimbo accetti di prenderlo. Soprattutto quando un neonato deve passare dall’allattamento al seno all’allattamento artificiale, occorre pazienza e aver cura di ricreare sempre un momento di tranquillità e intimità tra la mamma e il piccolo.

La mamma per prima deve essere serena – non è raro nutrire sensi di colpa quando si deve passare al latte artificiale, ma si tratta di una modalità nuova di cui appropriarsi insieme, madre e figlio, per rafforzare ancora di più il legame. Per questo è importante cercare sempre gli occhi del proprio bimbo guardandolo in viso con uno sguardo amorevole; anche parlare dolcemente o cantare una melodia rilassante serve a instaurare il clima migliore.

Altri fattori importanti sono la metodicità e la puntualità: adottare degli orari fissi, avendo preparato con il giusto anticipo il biberon, aiuterà il neonato a prendere sempre maggior confidenza con il nuovo oggetto.

Il tempo di preparazione del latte artificiale, infatti, non va sottovalutato per evitare pianti disperati del bimbo e una sua eccessiva frustrazione in attesa di ricevere il latte. Se già non accetta di buon grado il biberon, calmarlo in una circostanza simile potrebbe risultare difficile, portando anche la mamma a un livello di stress ulteriore. Ricordiamoci sempre che per un bimbo sereno e felice è necessaria una mamma serena e felice…!

Sull'Autore

Irene Lodi Rizzini

Coordinatrice della redazione di Junglam, esperta di moda e laureata in letteratura, collabora con Junglam fin dagli esordi, proseguendo l’esperienza di editing e coordinamento in redazione maturata in molteplici anni di lavoro sul web.

Lascia un commento