fbpx
Eros

Come fare in modo che un uomo ti pensi e ti cerchi

Scritto da Silvia Artana

Come si fa a ottenere l’attenzione di un uomo – quell’uomo – e fare in modo che ti pensi e ti cerchi? Ecco 5 semplice “regole” che non funzionano come una bacchetta magica, ma possono essere d’aiuto.

Prendete insieme l’autobus ogni mattina e il suo sorriso migliora la tua giornata. Lavori con lui gomito a gomito in ufficio e trovi che sia brillante e sexy. Abita nell’appartamento di fronte e non solo è gentile e un bravo cuoco, a giudicare dal profumo che arriva da casa sua, ma è anche bello e simpatico. Insomma, nella tua vita c’è un uomo che occupa gran parte dei tuoi pensieri, ma del quale non sai se tu occupi i suoi.

Come puoi fare per farti notare e diventare qualcosa di più di un’amica simpatica, una collega in gamba o una vicina un po’ impicciona? È vero: le persone sono tutte diverse e ogni storia è a se. Ma ci sono 5 semplici “regole” che possono aiutarti a fare in modo che un uomo ti pensi e ti cerchi. Per davvero.

Sii te stessa

È banale? Va bene. Ma è vero: se vuoi conquistare un uomo, sii te stessa. Le strategie, il cercare di essere un certo tipo di donna (ma poi, che tipo?), comportarti in maniera diversa dal solito magari può funzionare per ottenere la sua attenzione. A volte funziona. Ma alla lunga mostra la corda.

Anziché dare fondo alle tue energie per inscenare una recita, usale per superare i tuoi limiti e tirare fuori il meglio di te. Scoprirai di avere molto da offrire e che non hai bisogno di essere un’altra perché un uomo ti pensi e ti cerchi.

Ascolta (non solo con le orecchie)

Un rischio che si corre quando si vuole ottenere l’attenzione di qualcuno è di non vederlo e non sentirlo, talmente si è presi dalla “missione” di conquistarlo. A maggior ragione quando si deve restare concentrti per non uscire da un “personaggio”, cosa per cui fingere non è mai una buona strategia.

Impara ad ascoltare chi hai davanti con le orecchie, con gli occhi, con il cervello e con il cuore. Solo in questo modo riuscirai a entrare in sintonia con l’uomo che ti piace e… nel suo radar.

Come puoi fare a farti notare da un uomo, in modo che ti pensi e ti cerchi?

Mostra chi sei

Scegli di essere te stessa? Bene! Ma sei capace a essere te stessa? La timidezza, l’insicurezza, la paura del giudizio degli altri spesso e volentieri finiscono per fare uscire un’immagine deformata della persona che si è. E allora bisogna imparare a “scrollarsi di dosso” condizioni, credenze e pregiudizi e abbracciare la propria vera natura.

In concreto, questo significa affermare te stessa, le tue idee e opinioni e il tuo modo di essere e di fare. Certo, non è facile. Ma le persone sicure di sé (attenzione, non arroganti o maleducate) si fanno notare e lasciano il segno.

Non esagerare

Per farti notare da un uomo e fare in modo che ti pensi e ti cerchi devi entrare nella sua vita. E non è diverso da entrare in casa di qualcuno che non conosci. Ti attaccheresti al campanello per farti aprire, frugheresti tra le cose di un estraneo, guarderesti la TV a tutto volume, magari stravaccata sul divano con le scarpe (pure sporche)? Probabilmente, no (si spera).

Allo stesso modo, anche se vuoi disperatamente ottenere l’attenzione di qualcuno, ci sono dei limiti di buona educazione e buon senso che non vanno oltrepassati. In altre parole, non puoi metterti a urlare più forte, se lui non ti sente. O non ti vuole sentire…

Lascia perdere

Sì, hai letto bene. Non è un errore. Se l’uomo che ti piace continua a mandarti segnali contrastanti, non si decide, fa finta di nulla o proprio non reagisce, lascia perdere. L’eventualità più probabile è che non gli interessi. Di sicuro, non abbastanza. In questo caso, devi essere onesta con te stessa. Se ti va bene una storia senza impegno, non ci sono problemi. Ma se vuoi altro… lascia perdere.

Metti in conto che, di fronte alla tua ritirata, lui potrebbe “rifarsi sotto”. E allora, sta a te capire cosa vuoi. E cosa non indifferente, se puoi fidarti. Perché molto spesso a tornare sono gli irrisolti cronici e i narcisisti, due categorie di uomini dalle quali è bene tenersi alla larga. Insomma, la decisione di “lasciare perdere” deve essere reale e non una strategia. Il rischio è che a pensarti e cercarti sia l’uomo sbagliato, mentre voltando pagina ti dai una nuova occasione per incontrare quello giusto.

Photo cover credits: Adobe Stock

Photo text credits: Ben Duchac on Unsplash

Sull'Autore

Silvia Artana

Dopo la laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie, ha conseguito un Master in Divulgazione Scientifica e ha mosso i primi passi nell'editoria occupandosi di scienza e tecnologia. Oggi scrive di moda, bellezza, benessere, lifestyle, cinema e TV per diversi magazine e testate digitali e svolge attività di copywriting, storytelling e ghostwriting online e offline.

Lascia un commento