fbpx
Eros

Come dire a un ragazzo che non ti piace in modo gentile

Scritto da Silvia Artana

Di sicuro non è facile dire a un ragazzo che non si ricambiano i suoi sentimenti, ma può capitare di doverlo fare. Come bisogna comportarsi per non ferirlo?

È carino, ma non è il tuo tipo. E devi dirglielo. Ma come? La verità è che “friendzonare” un ragazzo non è bello e non è facile, ma è necessario. Perché lasciare una porta aperta quando non c’è speranza fa male a tutti. E allora tocca armarsi di coraggio e mettere le cose in chiaro.

Ogni situazione e ogni persona fa storia a sé, ma se scegli di essere onesta hai buone probabilità di non sbagliare. La parte più difficile è esserlo in maniera da non ferire (troppo) l’altro.

Fai chiarezza con te stessa

Qual è il motivo per cui tra voi non può esserci storia? È da qui che devi partire per dire a un ragazzo che non ti piace in modo gentile.

Non ti attrae fisicamente? È una questione caratteriale? Non avete interessi in comune? Le ragioni possono essere tante e tu devi averle ben chiare. Non per umiliarlo, ma (al contrario) per dimostrare rispetto per lui. Non c’è niente come scuse generiche e frasi di circostanza per ferire qualcuno e farlo sentire così poco importante da non meritare neppure lo sforzo (!) della sincerità.

Inoltre, le motivazioni vaghe lasciano spazio a interpretazioni di comodo. Lo sai anche tu. Quando si è innamorati o molto presi di qualcuno, si tende a distorcere la realtà. In altre parole, se dici al ragazzo che non ti interessa che non vuoi stare con lui perché è una fase della tua vita in cui non vuoi stare con nessuno, gli dai la possibilità di pensare che in futuro le cose potrebbero cambiare.

Parla con sincerità

Se vuoi dire a un ragazzo che non ti piace in modo gentile, devi essere sincera. No, non è un controsenso. Essere onesta non significa essere brutale, ma dire la verità senza umiliare l’altra persona. Insomma, se lui non è fisicamente il tuo tipo, un conto è dirgli che è brutto, un altro che non provi attrazione per lui.

Il punto è che se qualcuno non piace o non va bene a te, non vuole dire che non piaccia o non vada bene a nessuno. È questo il messaggio che devi fare passare. Il tuo rifiuto è legato al tuo modo di essere e di sentire e non ha un valore assoluto. Scegli le parole in modo che sia chiaro che tra voi non può funzionare perché per te non funziona e non perché l’altro ha dei difetti o della mancanze.

Attenzione. Questo non vuol dire che ti devi colpevolizzare. Tu hai il diritto di fare le tue scelte e il dovere di assumertene la responsabilità. Il confine è netto ed è fondamentale per comunicare in maniera gentile la tua decisione.

Il tuo rifiuto è legato al tuo modo di essere e di sentire e non ha un valore assoluto.

Non fare promesse che non vuoi mantenere

Dire a un ragazzo che non ti piace è difficile, ma fargli promesse che non puoi (vuoi) mantenere è sbagliato. In altre parole, se lui non ti interessa e non hai intenzione di portare avanti la conoscenza, non dirgli che ti fa piacere se continuate a sentirvi. Di sicuro è brutto ferire un’altra persona e gestire la responsabilità emotiva del suo dolore è faticoso. Ma le bugie hanno sempre le gambe corte, anche quando sono “a fin di bene”.

Sul momento può sembrare una buona idea, un modo per rendere meno duro il rifiuto. Ma alla lunga è controproducente. L’altra persona finirà con il sentirsi presa in giro e umiliata e il tuo gesto “gentile” si mostrerà esattamente per quello che è. Ovvero, un modo poco coraggioso e poco rispettoso per “tagliare la corda”.

Prendi le distanze

E se lui non ne vuole sapere e continua a insistere anche dopo che gli hai detto chiaramente che non ti interessa? In questo caso, la cosa migliore è prendere le distanze.

Rispondi ai suoi messaggi in maniera gentile ma ferma e invitalo a rispettare la tua decisione. Fagli presente che come lui aveva diritto di dirti cosa provava, tu avevi diritto di non corrispondere i suoi sentimenti. Non cadere nella trappola del senso di colpa e non ti scusare. Digli che per te la faccenda è chiusa e che non hai intenzione di parlarne ancora.

Le persone sono diverse e alcune hanno bisogno di più tempo di altre per elaborare le loro emozioni. Ma se ti senti a disagio perché lui è molto (troppo) insistente, chiudi tutti i canali di comunicazione (reali e virtuali). La scelta di “bloccare” qualcuno su app e social è sicuramente estrema. D’altra parte, se tu sei stata chiara e lui non rispetta la tua decisione, stai difendendo te stessa.

Photo cover credits: Adobe Stock

Photo text credits: Kelly Sikkema on Unsplash

Sull'Autore

Silvia Artana

Dopo la laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie, ha conseguito un Master in Divulgazione Scientifica e ha mosso i primi passi nell'editoria occupandosi di scienza e tecnologia. Oggi scrive di moda, bellezza, benessere, lifestyle, cinema e TV per diversi magazine e testate digitali e svolge attività di copywriting, storytelling e ghostwriting online e offline.

Lascia un commento