fbpx
Fashion

Milano Moda Uomo Primavera/Estate 2020: le sfilate da non perdere

Milano Moda Uomo SS20
Scritto da Patrizia Saolini

Gli eventi e le sfilate da non perdere della nuova edizione di Milano Moda Uomo Primavera/Estate 2020, dai migliori designer presenti in calendario alle manifestazioni collaterali più interessanti.

Mancano pochi giorni alla nuova edizione di Milano Moda Uomo, dal 14 al 17 giugno 2019, e finalmente verranno svelate le nuove collezioni menswear, con più di una sfilata co-ed, per la stagione Primavera/Estate 2020. 52 collezioni e 25 sfilate che arriveranno quasi come una prosecuzione di Pitti Immagine Uomo 96 dando così un’amplissima panoramica dell’immediato futuro della moda maschile.

Milano Moda Uomo 2019: tutte le sfilate in calendario

La Milano Fashion Week dedicata all’uomo si apre venerdì 14 giugno con Milano Moda Graduate, la quinta edizione del progetto della Camera Nazionale della Moda Italiana dedicato agli studenti più promettenti delle fashion school italiane. A seguire le sfilate di Lucio Vanotti, Ermenegildo Zegna e Stella McCartney che per la seconda volta presenterà le collezioni uomo e donna nel capoluogo lombardo.

Fittissima di appuntamenti la giornata di sabato 15 giugno, che vedrà l’alternarsi in passerella delle collezioni di M1992 con il supporto di CNMI e CNMI Fashion Trust, Emporio Armani, Andrea Pompilio, Fay, Magliano supportato dalla Camera della Moda, Marni, Neil Barrett, Numero 00, Versace, Marcelo Burlon County of Milan e Philipp Plein.

Domenica 16 giugno sarà la volta di Santoni, Bed J.W. Ford che sfilerà nuovamente supportato da CNMI, Les Hommes, Etro che ritorna in passerella con il menswear dopo due anni di assenza, Billionaire, Danilo Paura con il supporto di Camera Moda, Missoni, Sunnei, Brett Johnson che presenta a Milano per la prima volta, Tod’s, MSGM, Rolf Ekroth & Terenit un altro esordio supportato da CNMI, Prada, Youser e United Standard che potranno usufruire entrambi del supporto della Camera della Moda, Larusmiani, Palm Angels e e Dsquared2.

Si chiude lunedì 17 giugno, con le passerelle impegnate da Fendi, Orciani, Pal Zileri, Edithmarcel (supportato da CNMI), Miguel Vieira, Spyder, David Catalán con il supporto della Camera Nazionale della Moda e Giorgio Armani, che chiuderà la settimana dedicata alla moda maschile sfilando nel suo quartier generale di via Borgonuovo.

Lo sportswear sperimentale di Youser

Tra gli esordi degni di nota di questa edizione di Milano Moda Uomo è d’obbligo segnalare Youser, brand coreano che ha sfilato grazie al supporto della Camera della Moda.

Youser-SS20

Youser SS 2020 | Ph. Marco Sacchi Photographer

Il designer Mooyeol Lee ha mandato in scena Future Fakes, una collezione co-ed che racconta il lato futuristico e sperimentale dello sportswear, ravvivando i colori più classici con consistenti pennellate verde fluo e movimentando le silhouette con frange di ispirazione western, un mood richiamato dagli stivali texani, accessorio quasi onnipresente sul catwalk insieme alle catene, ai materiali innovativi e alle stampe grafiche di pantaloni sporty e t-shirt, presentando un uomo che si muove nel mondo di oggi ma con un occhio già rivolto al futuro.

Missoni-uomo-SS20

Missoni Primavera/Estate 2020. Photo credits imaxtree.com/cameramoda.it

Etro-Uomo-SS20

Etro Primavera/Estate 2020. Missoni Primavera/Estate 2020. Photo credits imaxtree.com/cameramoda.it

Tra i grandi nomi della moda italiana, non si possono trascurare le collezioni uomo Primavera/Estate 2020 di Missoni ed Etro. Se il primo si ispira alla sartorialità informale di Serge Gainsbourg presentando un uomo elegante e disinvolto nei tagli fluidi dei capi, il secondo manda sulla passerella la “galassia lontana lontana” di Star Wars, per un viaggio che dallo spazio profondo finisce nei deserti del pianeta terra.

Le presentazioni da non perdere a Milano Moda Uomo

Se le sfilate sono il cuore pulsante della kermesse milanese, le presentazioni di abbigliamento e accessori non sono da meno.

Matteo Thiela: la tecnica Bombyx

La creatività multiforme di Matteo Thiela, designer milanese dalla vocazione cosmopolita, si esprime al meglio nell’esclusiva tecnica Bombyx da lui stesso inventata. Questo metodo messo a punto fin dal 2014 gli consente di realizzare capi e accessori tridimensionali, costruiti attraverso una lavorazione attentissima dei fili e dei tessuti.

Alcune delle creazioni di Matteo Thiela realizzate con la tecnica Bombyx | ph. Junglam.com

In occasione della Fashion Week milanese, abbiamo potuto ammirare le ultime creazioni di Matteo Thiela in un percorso quasi multisensoriale di abiti dalla spiaggia alla gran sera: pezzi unici che rivelano l’estrema ricerca e la continua sperimentazione data dalla fusione tra arte e prodotto, cifra stilistica distintiva del designer la cui boutique si trova a Torino in piazza della Repubblica 17.

Fragiacomo: “Works of Art”

Fragiacomo-SS20

Fragiacomo Primavera/Estate 2020

L’accento sul legame tra mondo maschile e artigianalità lo mette Fragiacomo organizzando, nel suo showroom di via Turati 8, la live performance Shoes in the making permettendo agli ospiti di ammirare un mastro calzolaio al lavoro.

Dall’incontro tra il savoir faire e le tecnologie moderne nasce la nuova collezione “Works of Art” per la prossima Primavera/Estate 2020 che spazia dai modelli più classici come la francesina in versione doppia fibbia, alla vernice lucidissima della scarpa da smoking, alle nappe del mocassino, fino alle calzature più contemporanee senza mai dimenticare le lavorazioni speciali e i materiali pregiati.

Il mastro calzolaio all’opera durante la live performance nella boutique di Fragiacomo | ph. Fragiacomo Press Office

Isabel Benenato: “Blind of Love”

Tra le presentazioni da non perdere durante la Settimana della Moda milanese dedicata al menswear da segnalare sicuramente quella di Isabel Benenato. La stilista di origini italiane si ispira per questa sua collezione Uomo Primavera/Estate 2020 agli schizzi dell’artista statunitense Cy Twombly: dal suo caratteristico stile astratto, profondamente segnato da una linea sfocata tra pittura e disegno, Isabel Benenato trova la suggestione per esprimere energia, istintività e un’intrigante eleganza attraverso patchwork su misura e linee indefinite che definiscono giacche e pantaloni.

La collezione SS 2020 “Blind of Love” esalta così i contrari e gli opposti, come il mix tra opaco e luminoso oppure gli intarsi delle elaborate trame contrastanti. La ricerca di un nuovo senso di libertà è condotta anche attraverso pattern e stampe chiaramente suscitate da una tecnica puramente artistica quale l’action painting.

Isabel Benenato SS 2020 “Blind of Love” | ph. Isabel Benenato Press Office

Andrea Pompilio: “Untraceable”

In una geografia irrintracciabile si colloca la collezione Uomo Primavera/Estate 2020 disegnata da Andrea Pompilio. Il mix di pezzi basici e capi dalle forme rilassate e ampie conduce a un non-luogo che sfugge a determinazioni precise, per lasciare spazio ad allegorie estive che ben si ambientano su fondi di piscine vuote come in ville di campagna e souk mediterranei.

La seta stampata delle camicie hawaiiane ricorda cartoline di paesi lontani e si alterna a polo dalle righe maxi effetto rugby con colletti realizzati a mano; ancora camicie ampie a maniche corte rivelano un gusto esotico attraverso le stampe indiane che si alternano alle righe patchwork. I completi informali si contaminano con il workwear combinando giacche monopetto oversize, camicie zippate e pantaloni ampi.

Andrea Pompilio nella sua collezione “Untraceable” continua a proporre camicie come uniformi indossate sopra altre maglie, trench oversize e parka double face in cotone impermeabile, per uno stile più libero che sappia concedersi evasione e divertimento.

Andrea Pompilio SS 2020 “Untraceable” | ph. Andrea Pompilio Press Office

Chorustyle SS 2020

Il brand di lifestyle Chorustyle, che trova la sua identità nella tradizione e nello stile di vita italiano, presenta una collezione Primavera/Estate 2020 ispirata ai canoni dell’architettura organica, divenuti iconici nella celebre Casa sulla cascata di Frank Lloyd Wright.

Le linee geometriche e pulite che caratterizzano la struttura della famosa Fallingwater dell’architetto statunitense rispecchiano il mood – essenziale e sofisticato insieme – della collezione SS 2020 Chorustyle. L’attitudine active della collezione attinge al mondo del tennis e del corpo libero e risponde alle esigenze di uno stile di vita dinamico che ama la natura e gli spazi aperti, ma che si colloca anche all’interno di un mondo prettamente urbano.

Chorustyle SS 2020 | ph. Chorustyle Press Office

I capi assicurano funzionalità e comfort grazie all’utilizzo di fibre pure, tessuti ecosostenibili certificati Oekotex e grazie al processo produttivo che si avvale di poliammide bio-based ricavata dalla pianta del ricino per realizzare il tessuto dedicato al mondo running. Ciò consente di ridurre del 20% i consumi di acqua ed energia, facendo registrare un impatto sulle variazioni climatiche pari al 25% in meno rispetto alla poliammide standard.

Eleventy SS 2020

Per la Primavera/Estate 2020 Eleventy parte da un guardaroba maschile basato sui contrasti per muovere verso la ricerca di un equilibrio. Il dialogo tra presente e passato, tra evoluzione e tradizione segna in un’ottica il più possibile sostenibile le scelte nei processi produttivi.

Un esempio sono i jeans, uno dei temi portanti dell’intera collezione Uomo P/E 2020 con “The Blue Heritage”: a partire da un capo nato in età vittoriana, Eleventy ha elaborato modelli unici studiati nei dettagli più minimi, evitando lavaggi chimici e tinture inquinanti anche nel caso del denim nero.

I modelli Eleventy indossano la collezione SS 2020 insieme al fondatore e direttore creativo uomo Marco Baldassari | ph. Eleventy Press Office

Fay Archive

Il progetto Fay Archive presentato durante Milano Moda Uomo celebra l’identità del brand attraverso una collezione di capi spalla che ripropongono l’originaria vocazione workwear e outdoor del marchio. Elementi iconici come il canvas di stampo americano, i quattro ganci galvanizzati, i colletti in coste larghe di velluto e i bordo-manica di cuoio richiamano il modello di giacca ispirato a quello dei pompieri del Maine che, all’inizio degli anni Ottanta, è stato al centro dell’affermazione del brand Fay.

L’esperto di stile maschile ed explorer Alessandro Squarzi ha ideato questa nuova edizione dei capi Fay Archive, imprimendo alla collezione PE 2020 un’attitudine contemporanea e uno stile in grado di adattarsi ad ogni stagione senza soluzione di continuità: i giubbotti leggeri in canvas di cotone si trasformano in perfetti capi spalla invernali se abbinati a interni di caldo pile reversibile.

Fay Archive | ph. Junglam.com

Milano Moda Graduate 2019

Giunto alla sua quinta edizione, il progetto Milano Moda Graduate di Camera Nazionale della Moda Italiana ha dato spazio e visibilità alla nuova generazione dei talenti della moda all’interno del calendario di Milano Moda Uomo.

Gli studenti più promettenti delle accademie e scuole di moda italiane hanno l’occasione di presentare i loro lavori di fashion design, accessories design, styling, wearable technology e jewellery – solo per citare alcuni degli ambiti coinvolti – portando sotto i riflettori della Fashion Week milanese le loro creazioni, attraverso presentazioni collettive ed esibizioni statiche.

I vincitori di quest’anno sono stati: Francesco Murano (CNMI Awards), Ottavia Molinari (Vogue Talents Awards), John Lloyd Palomares (YKK Awards), Veronica Cascella (Static Exhibition Awards).

Alcune delle creazioni in passerella per Milano Moda Graduate 2019 | ph. Marco Sacchi Photographer

Cover photo courtesy cameramoda.it

Sull'Autore

Patrizia Saolini

Executive editor, scrittrice e corrispondente estera di JunGlam.com, con alle spalle una carriera in aziende del lusso internazionale. Scrive dal 2010 su riviste di moda, beauty, lifestyle e retail. Life coach professionista, con un Master di primo livello in Life Coaching riconosciuto dal Miur, é l'ideatrice di Retail Coach®, un marchio che garantisce consulenza strategica e corporate coaching alle aziende del lusso dedicate al servizio al cliente multicanale.

Lascia un commento