fbpx
Wellness

Dieta per dimagrire velocemente

Scritto da Redazione

Una dieta per dimagrire velocemente è il sogno di tutti, soprattutto in particolari periodi dell’anno. Rimettersi in forma dopo l’inverno sedentario o prepararsi alla fatidica prova bikini non è sempre semplice e rapido come potrebbe sembrare.

Una vita frenetica, il metabolismo che rallenta con il passare del tempo e cattive abitudini a tavola di certo non aiutano. In questa guida troverai consigli e indicazioni su come ritrovare in poco tempo il tuo peso forma, sempre nel rispetto della salute e dei tuoi gusti.

Una dieta per dimagrire velocemente: a cosa serve

Dimagrire in poco tempo può essere a volte una necessità e non solo un capriccio estetico.
Immagina le seguenti situazioni:

  • una donna che abbia appena partorito e che voglia ritrovare il suo peso forma antecedente alla gravidanza;
  • uno sportivo che abbia subito uno stop dopo un infortunio e che debba rimettersi in forma per tornare a gareggiare;
  • una futura sposina che desideri entrare nel suo abito di nozze con un aspetto splendido;
  • chi sia stato immobilizzato per tempo ad esempio in seguito ad una frattura e abbia accumulato qualche chilo di troppo;
  • chi soffre di qualche disturbo non grave che però viene accentuato dal peso in eccesso.

Come vedi ci sono delle situazioni in cui dimagrire ha anche una valenza importante dal punto di vista della salute. Ci sono poi tutti quei casi in cui si desidera dimagrire perché non ci si sente più a proprio agio con la propria immagine. Qualunque sia il motivo per cui si vuole dimagrire, una dieta efficace deve considerare anche l’aspetto psicologico, come vedremo meglio nel prossimo paragrafo.

Il vantaggio psicologico della dieta rapida

Nella dieta per dimagrire velocemente l’aspetto psicologico ha un ruolo molto importante, se non determinante. Se potessi scegliere del resto, a parità di risultati, tra una dieta lunga e una veloce, quale preferiresti? Il motivo, al quale spesso non si pensa, va ricercato in quello che in psicologia si chiama “effetto rinforzo”.

Dietro questo termine si nasconde in realtà un concetto molto semplice. Vedere subito dei risultati, qualunque sia l’ambito, dà una gratificazione immediata che a sua volta serve per incentivare. Quindi, se inizi una dieta e non vedi subito almeno qualche risultato, ti potresti scoraggiare facilmente. Se invece la bilancia ti rimanda fin da subito un calo di peso, il tuo ottimismo e quindi la voglia di continuare aumenteranno, innescando un circolo virtuoso che si alimenta da sé.

Sapevi che uno dei motivi, forse il principale, per cui le diete falliscono nelle prime settimane, è
proprio la mancanza di determinazione dovuta al non vedere i risultati? Proprio per questo motivo sarebbe bene aiutare la perdita di peso avvalendosi di un’integrazione naturale che acceleri il consumo di grassi.

Cerchiamo di capirlo meglio con un semplice schema: ecco cosa succede quando ti metti a dieta.

  • Fase 1: ottimismo ingiustificato. Questa fase è quella che accomuna ogni buon proposito che non sia sostenuto però da un programma chiaro. Mettersi a dieta senza avere idea di come fare ti predispone a quello che viene definito appunto “ottimismo ingiustificato”. Si tratta di un impulso (di certo positivo ma esagerato), per il quale sei convinto di poter perdere molto peso subito. Il punto è che non hai ancora uno schema dietetico o non hai valutato attentamente quali sono gli “sgambetti psicologici” nei quali puoi inciampare. Così, questo impeto irrazionale ti porta dritto alla seconda fase;
  • Fase 2: aspettative elevate. Se non ti dai degli obiettivi mirati e realistici (esempio perdere 3 chili in una settimana), rischi di fissare degli standard irraggiungibili, con il risultato di incappare nella fase 3;
  • Fase 3: mancanza dei primi risultati. Tipicamente, se non hai un programma chiaro, e non vedi i primi risultati dopo pochi giorni, cominci a chiederti cosa stai facendo e a che scopo. Inoltre nei primi giorni potresti percepire un senso di fame crescente dovuto alla dieta (vedremo dopo come affrontarlo). Ecco allora che potresti anche dubitare di ciò che stai facendo. La fase 4 è dietro l’angolo!
  • Fase 4: scoraggiamento. Perdere entusiasmo è quello che interviene a questo punto, perché il tutto si reggeva su presupposti non chiari e non avevi da parte dei trucchetti per sbloccare le varie fasi;
  • Fase 5: abbandono. Tipicamente, il risultato è questo. Lasci perdere, convinto che dimagrire velocemente non sia possibile, e che comunque non fa per te.

Vogliamo provare a sbloccare questo meccanismo?
Vediamo come iniziare nel prossimo paragrafo.

Come impostare la dieta

Il primo consiglio importante da darti prima di vedere il programma di una tipica dieta per
dimagrire velocemente, è quello di valutare con il tuo medico se sussistano problemi particolari
(come ad esempio allergie o intolleranze alimentari o ancora stati patologici come il diabete).

A questo punto possiamo cominciare praticamente con i primi step utili per impostare il programma. Il seguente schema può essere utile per perdere diversi chili in una settimana. Naturalmente la quantità di peso perso dipenderà da alcuni fattori chiave che sono:

  • il tuo peso di partenza;
  • il tuo metabolismo (vedremo in seguito come accelerarlo);
  • l’attività fisica che svolgi.

Tutto ciò premesso, uno schema tipico di dieta per perdere peso velocemente può essere il seguente:

  • Lunedì: al mattino puoi optare sia per il caffè che per il the, in quanto entrambi non hanno calorie ma al contrario sono stimolanti dal punto di vista del metabolismo. L’importante è non esagerare con lo zucchero. Accanto alla bevanda puoi consumare del pane integrale con il miele o uno yogurt magro. A metà mattina va benissimo un frutto per spezzare la fame e non far abbassare il livello degli zuccheri nel sangue. A pranzo è consigliato consumare i carboidrati che ti danno energia e ti saziano. Via libera a pasta (meglio se integrale), non più di 80 grammi. Per il condimento vanno bene delle verdure o del pomodoro a crudo e un cucchiaino di olio EVO. Via via che passano le ore il metabolismo rallenta, ed è bene non sovraccaricare il fisico. A cena quindi sarebbe bene consumare del pesce al vapore e delle verdure cotte (evita le verdure crude alla sera);
  • Martedì: per la colazione orientati sempre nello stesso modo, con una bevanda dolcificata e della frutta fresca o uno yogurt o del pane integrale con il miele. Evita merendine o dolci. Per lo snack di metà mattina via libera a frutta o anche frutta secca da sgranocchiare. Per il pranzo cerca sempre di variare (la noia è un altro fattore di rischio). Puoi mangiare ad esempio una zuppa di cereali (in inverno calda e d’estate in insalata). Non farti mai mancare verdure (a pranzo vanno bene crude). Anche a cena cerca di alternare, quindi prepara della carne bianca alla griglia e verdure cotte;
  • Mercoledì: per la colazione sai già come regolarti. Il menu di oggi può prevedere a pranzo del riso al vapore (prova il basmati) condito con olio EVO e un filo di parmigiano. Alla sera prepara un ricco minestrone di verdure di stagione;
  • Giovedì: oggi per variare concediti a colazione una bella tazza di frutti rossi e neri, come i mirtilli o i ribes, innaffiati da un vasetto di yogurt al naturale. Per lo spuntino di metà mattino prova delle verdure crude: vanno benissimo carote alla julienne e finocchi tagliati in spicchi. A pranzo, per alternare, prepara un gustoso panino integrale con bresaola. Accompagnalo con un’insalatona mista. Per la cena i legumi sono la scelta ideale. Potresti preparare dei ceci conditi con un sugo cotto aromatizzato al rosmarino e all’aglio;
  • Venerdì: fai colazione con the o caffè e delle fette biscottate spalmate di miele. Per lo spuntino procurati dei semi oleosi come i semi di lino o i semi di zucca. Sono gustosi, spezzano la fame e fanno benissimo. A pranzo opta per delle uova sode che condirai in insalata. Accompagna il tutto con del pane integrale. Alla sera cuoci delle patate al vapore e mangiale insieme a della verdura cotta e condita con olio, sale e limone;
  • Sabato: al sabato, dopo la colazione con caffè o the e pane integrale con miele, puoi concederti del formaggio, purché sia fresco e non stagionato. Va bene la mozzarella con i pomodori, o della ricotta fresca, o ancora dello stracchino. Non consumare la frutta dopo i pasti perché ti gonfia la pancia, e riservala invece per gli spuntini. A cena via libera al pesce alla griglia con verdure cotte;
  • Domenica: eccoci arrivati all’ultimo giorno di dieta (che puoi anche continuare per la settimana successiva). A colazione prendi del the o del caffè con dolcificante, un vasetto di yogurt con una buona macedonia. Per lo spuntino di metà mattina (dato che la frutta l’hai mangiata a colazione), va bene uno snack come della verdura cruda o delle mandorle. Per pranzo una buona minestra come ad esempio quella di farro o di avena condita con olio EVO, pomodorini a crudo e parmigiano. A cena petto di pollo alla griglia e verdure cotte.

Come avrai notato, non abbiamo specificato le quantità. Se vuoi sapere il perché leggi il prossimo paragrafo, nel quale ti spieghiamo quali sono i segreti per non fallire dopo i primi giorni.

Dieta per dimagrire velocemente: trucchi per non fallire

Ecco a seguire alcuni consigli su come aiutarti mentalmente a non cedere dopo poco tempo.

  • Non fissare delle porzioni rigide: mangia secondo lo stimolo della fame senza importi dei limiti eccessivi;
  • non pesarti ogni giorno, ma solo a fine settimana perché le fluttuazioni di peso sono diverse a seconda del giorno;
  • non fare mai la spesa quando hai fame;
  • accelera il metabolismo con integratori specifici.

Come vedi dimagrire velocemente non solo è possibile, ma può essere anche divertente!

Sull'Autore

Redazione

La Redazione di JunGlam è un team di esperti del settore moda, beauty e coaching. Caratteri molteplici e concept cosmopolita con uno sguardo aperto e alla continua ricerca di idee e tendenze.

Lascia un commento