Beauty

Tutte le forme delle unghie

Scritto da Silvia Artana

A ballerina, ovale, a mandorla, squoval… le unghie non hanno una sola forma, ma tante e dalle caratteristiche diverse. Voi sapete qual è quella più adatta alle vostre mani? Scopritelo qui, insieme alle tendenze 2018 più glamour per il mare e la città!

Le mani sono un vero e proprio biglietto da visita. Per questo, averle curate è molto importante. In particolare, assicuratevi di avere una manicure impeccabile. Le unghie rosicchiate o scheggiate e lo smalto sbeccato non fanno una bella impressione.

Se avete poco tempo o voglia di andare dall’estetista, ci sono tante soluzioni che vi permettono di sfoggiare mani perfette con poca fatica (e manutenzione). E per riparare ai danni della onicofagia, potete ricorrere alla ricostruzione con il gel (da non confondere con lo smalto gel semipermanente), con acrilico o con fiberglass.

Se volete saperne di più, qui trovate tutte le forme delle unghie più in voga e le tendenze 2018 da non perdere!

Unghie a ballerina

C’erano una volta le coffin nails. Poi le “unghie a bara” sono state sepolte (è proprio il caso di dirlo) e sono arrivate le unghie a ballerina. La rivoluzione non è eclatante, ma presenta alcuni dettagli che rendono l’upgrade meno aggressivo e più elegante.

Se non le conoscete, le unghie a ballerina hanno una forma a mandorla molto allungata, quasi a stiletto. Ma a differenza di quest’ultima, hanno la punta tagliata e smussata sugli angoli. L’effetto finale è quello di una scarpetta da danza, da cui il nome.

Le unghie a ballerina sono indicate per chi ha e ama portare le unghie lunghe (anche se sono più corte delle coffin nails) e può contare su dita affusolate e una mano dalle proporzioni armoniose.

👑

A post shared by Laura Karcagi 🔥 (@laurakarcagi) on

Unghie a mandorla

Le unghie a mandorla sono un vero e proprio evergreen. A renderle così amate e la scelta di stile di tantissime celebrità – da Ariana Grande a Jennifer Lopez – è il loro mood iper femminile ed elegante,  oltre che la grande versatilità.

La forma allungata, con base larga e punta stretta arrotondata, affusola le dita, risultando adatta praticamente a ogni tipo di mano. Inoltre, le unghie a mandorla possono essere portate lunghe e corte, rendendole perfette tanto per chi ama i look estremi quanto per chi preferisce la semplicità.

Unghie corte

Unghie corte non signfica mancanza di fantasia. Se gli artigli da pantera non vi piacciono, potete optare tra tante forme diverse, eleganti e femminili, dalla lunghezza contenuta.

Se volete affusolare le dita e slanciare la mano, fanno al caso vostro le unghie ovali, ovvero con parte superiore tondeggiante con apice leggermente a punta. Questa forma può essere realizzata sul corto, ma prevede comunque che il margine superiore dell’unghia superi l’estremità della dita di alcuni millimetri.

Nel caso vi sembri troppo, potete optare per le unghie tonde, che presentano un bordo completamente curvo e sono perfette corte e cortissime. Una via di mezzo è rappresentata dalle unghie squadrate, con margine superiore dritto e angoli a spigolo vivo.

Unghie squoval

Le unghie squoval sono la soluzione che fa per voi, se desiderate una forma che slanci le dita, ricercata, elegante e dalla manutenzione non complessa.

Come rivela il nome, le unghie squoval sono una via di mezzo tra le unghie squadrate e ovali e presentano una forma allungata, con margine superiore leggermente curvo e spigoli arrotondati. Questa soluzione può essere portata media, lunga e molto lunga, mentre non è indicata sul corto.

Unghie gel

Le unghie gel sono la tecnica più nuova di ricostruzione delle unghie e rappresentano una soluzione ideale per chi le ha deboli, rovinate o ha la (brutta) abitudine di mangiarle. Comparse negli anni ’80, sono diventate ben presto un must tra le donne di tutto il mondo, perché consentono di sfoggiare una manicure lucida e impeccabile a lungo.

La tecnica permette di allungare e modificare la forma e la struttura delle unghie per mezzo dell’applicazione di un gel viscoso, che viene fatto indurire attraverso l’esposizione a un catalizzatore specifico, ovvero una lampada LED o a raggi UV. Le unghie gel durano fino a un mese (trascorso il quale, è necessario effettuare un ritocco) e sono rimosse tramite limatura o con un solvente (nel caso del soak off gel).

Unghie ricostruite con acrilico o fiberglass

La prima tecnica di ricostruzione delle unghie è quella con acrilico. A inventarla negli anni ’50 è stato un dentista e da allora continua a essere la scelta di tantissime donne. La metodologia prevede l’applicazione di una miscela di polveri (resine) e di un liquido catalizzatore (EMA), con la conseguente formazione di un composto altamente viscoso e malleabile che indurisce dopo pochi minuti senza bisogno di lampade.

La ricostruzione con acrilico è particolarmente indicata per chi ha gravi problemi di onicofagia e presenta una superficie ungueale molto ridotta, che rende impraticabile la tecnica del gel. Tuttavia, è più delicata rispetto a quest’ultima e presenta una durata inferiore, con la necessità di effettuare un ritocco ogni 2 o 3 settimane.

La ricostruzione con fiberglass (fibra di seta, lino o vetro) è una tecnica relativamente moderna, ma che sta prendendo rapidamente piede perché permette di sfoggiare una manicure perfetta in poco tempo.

La metodologia consiste nell’applicare sull’unghia una lamina di fiberglass della forma e della lunghezza desiderata e nel fissarla con uno speciale collante. Tale tecnica permette di ottenere risultati duraturi a fronte di un costo contenuto, ma non consente di ridefinire in modo significativo la forma dell’unghia.

Unghie 2018: le tendenze al mare e in città

Quali sono le forme delle unghie 2018 più glamour per il mare e la città?

Secondo la nail guru Alice Conventi, il senso di libertà e di spensieratezza dell’estate invitano a osare e a sfoggiare lunghezze maggiori e forme leggermente appuntite. In questo senso, le unghie a mandorla classica sono grandi protagoniste in spiaggia e sotto all’ombrellone, ma c’è spazio anche per forme meno “aggressive” e accentuate, con bordi arrotondati agli angoli come nel caso delle unghie squoval.

Invece, in città si confermano un grande classico le unghie squadrate corte. Questa forma è le preferita dalle donne che lavorano, che amano sfoggiarla con lo smalto rosso fuoco.

Sull'Autore

Silvia Artana

Dopo la laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie, ha conseguito un Master in Divulgazione Scientifica e ha mosso i primi passi nell'editoria occupandosi di scienza e tecnologia. Oggi scrive di moda, bellezza, benessere, lifestyle, cinema e TV per diversi magazine digitali e svolge attività di copywriting e storytelling online e offline.

Lascia un commento