Lifestyle

I nomi femminili più particolari e originali

Nomi per bambine
Scritto da Serena Serra

Nove mesi sembrano moltissimi, ma se non hai ancora deciso come chiamare la tua bambina volano in un attimo. Per darti una mano, abbiamo scelto alcuni nomi per bambina tra quelli più belli in italiano, francese, inglese, tedesco e spagnolo!

Hai da poco scoperto di aspettare una bambina e, come tutti i genitori nella tua situazione, sei alla ricerca di un nome per la tua piccola. Tra un’occhiata al libro dei nomi e il dubbio se darle il nome della nonna, i mesi stanno volando e tu e il papà siete ancora in alto mare.

Italiani, inglesi, francesi… i nomi da bambina belli sono tantissimi e l’indecisione regna ancora sovrana. Per aiutarti nella scelta del nome per la tua bimba, abbiamo preparato una lista dei nomi femminili più particolari e originali italiani e stranieri.

I nomi da bambina più usati e famosi

Come forse saprai, ogni anno l’ISTAT pubblica la classifica dei nomi più utilizzati nel corso dell’anno precedente e, sul suo sito, è possibile visualizzare i 50 nomi da bambina più diffusi dal 1999 al 2016. Perché non approfittarne per fare un po’ di ordine nell’infinita lista di nomi che sicuramente avrai preparato in attesa del lieto evento?

Secondo la classifica ISTAT, il nome da bimba più utilizzato dai genitori nel corso del 2016 è stato Sofia, seguito da Aurora, nome famoso sia per essere quello della Bella Addormentata di disneyana memoria, sia per essere immediatamente associato ad Aurora Ramazzotti, figlia di Eros e Michelle Hunziker. Sul gradino più basso del podio troviamo Giulia, nome di origine latina che dovrebbe significare “sacra a Giove”.

Alle spalle dei tre nomi vincitori troviamo Emma, un nome classico molto diffuso agli inizi del ’900 e rispolverato dai genitori del XXI secolo, Giorgia, che significa “colei che lavora la terra”, e Martina, un nome femminile che ha perso un po’ di posizioni rispetto agli anni passati ma che rimane comunque molto utilizzato dai neo-genitori.

Nomi femminili

Scorrendo la Top 50 dei nomi per bambine troviamo anche nomi come Ginevra, che rimanda immediatamente al mito di Artù, Gaia, che non soltanto esprime una felicità immediata ma è anche perfetto se non desideri dare alla tua bimba un nome troppo lungo, e Noemi, uno dei nomi femminili biblici più utilizzati insieme a Rebecca, Rachele e Sara.

Sempre tratti dalla Bibbia, ma più legati alla tradizionale onomastica italiana, sono il sempreverde Maria, che troviamo anche nella versione plurilingue Miriam, e Anna.

Se per il nome della tua bambina preferisci un nome dal sapore vintage, Adele, riportato in auge anche in Italia grazie alla cantante britannica, è un nome di origine germanica che significa “nobile di stirpe” o “nobile d’animo”.

Rimanendo in tema di nomi famosi, la classifica dei nomi ci fa sapere che nel 2016 i genitori alla ricerca di un nome femminile originale potrebbero aver preso ispirazione dalla figlia di Alessia Marcuzzi, dando alla loro bambina il nome di Mia.

Veri e propri classici moderni sono nomi come Alice, che significa “di bell’aspetto”, e Viola, che si riferisce esplicitamente al fiore, mentre Margherita, al contrario di ciò che potrebbe sembrare, ha il significato latino di “perla”.

Nella classifica dei nomi dell’ISTAT troviamo anche nomi per bambine dall’allure elegante e aristocratica come Vittoria, Beatrice, Greta e Matilde.

Bimbe très chic: nomi femminili francesi

Dolcissimo, musicale e assolutamente charmant: così suona il francese alle nostre orecchie. Se desideri per la tua bambina un nome femminile francese che porti con sé queste qualità, puoi fare come le mamme d’Oltralpe e procurarti una copia de L’Officiel des prénoms, il libro dei nomi francese, oppure continuare a leggere per farti un’idea dei nomi da bambina più utilizzati in Francia.

Per il 2018, il nome per bimba più amato dai genitori francesi è Louise, che può vantare un fascino rétro e un significato impetuoso: deriva infatti dall’antico germanico hlod, che significa “glorioso in battaglia”. Al secondo posto tra i nomi preferiti in Francia troviamo Emma, che piace tanto anche da noi, mentre il terzo posto è occupato da Jade (Giada), un nome di origine franco-iberica che significa “pietra nel fianco” perché alla giada si attribuiscono poteri medicinali contro il mal di schiena.

Di derivazione greca è il nome Chloé, che significa “germoglio, pianta nascente”, mentre arriva dal latino Léa con il significato di “leonessa”. Ai genitori francesi piace molto anche Alice, un nome famoso che porta con sé tutto l’immaginario fantastico del Paese delle Meraviglie di Lewis Carroll e nasce come variante di Adelaide.

Nomi per bimba

Da Adele, un’altra variante di Adelaide, e più precisamente dal suo diminutivo Adelina/Adeline, viene il nome francese che occupa il nono posto nella classifica e che in Francia sembra piacere proprio per il suo suono italiano: Lina. Al decimo posto ancora un nome da bambina corto, Mila, che è un diminutivo di Ludmilla.

Antico e con accenti “lirici” (Manon Lescaut è un’opera di Giacomo Puccini) il nome Manon sembra essere un diminutivo di Marianne, un nome molto importante in Francia perché rappresenta l’allegoria della Repubblica Francese.

Seguono lo spagnoleggiante Inès (Agnès in francese e Agnese in italiano) e Anna, che i genitori francesi nel 2018 hanno preferito alla versione nella loro lingua madre, ovvero Anne. Avvicinandoci al fondo della classifica troviamo Rose e Lena, un derivato di Hélène che sembrerebbe aver beneficiato dell’assonanza con Léa.

Ancora di origine spagnola è Lola (da Dolores), mentre Camille deriva dal latino e Zoe dal greco, con il significato di “vita”. Chiudono la classifica dei nomi da bambina francesi Lucie, Juliette, Julia, la variante di origine anglosassone del nome francese Julie, e Sarah, un nome di origine ebraica che significa “principessa” o “signora”.

Nomi inglesi per bambine

Se finora ti sei affidata alle classifiche di diffusione per spuntare qualche voce dall’elenco dei possibili nomi per la tua bimba, nel caso dei nomi inglesi per bambine questo procedimento può rivelarsi arduo: meglio affidarsi alle statistiche britanniche o a quelle americane? E se i nomi più belli fossero quelli australiani?

Se stai cercando un nome femminile inglese che abbia un sapore davvero esotico, prova a cercare tra quelli che cominciano con lettere non presenti nell’alfabeto italiano. Tra i nomi che iniziano per K, per esempio, potresti farti ispirare da Kathleen, Katherine, Katy, Kate, Kitty, Kay, Kathy, tutte varianti inglesi del nostro Caterina, un nome di origine greca che significa “pura”.

Sei alla ricerca di un nome breve? Kara, con la sua variante Cara, deriva dalla parola gaelica caraid “amica”, Kelly “guerriera”, e Kim, diminutivo di Kimberley, potrebbero essere presi in considerazione. Se invece vuoi chiamare la tua bimba con la versione anglofona di un nome tradizionale, Kristen è una delle tante variazioni inglesi per Cristina o Cristiana.

Nomi femminili belli

Joan, Joanna e Joanne sono tutti nomi con la J che corrispondono a variazioni sul tema del nostro Giovanna, un nome tradizionale che assume una componente esotica e particolare nel momento in cui lo decliniamo in un’altra lingua. Anche Judith ha un corrispettivo italiano (Giuditta) ed è un nome di origine ebraica che ricorda l’omonima eroina biblica.

Tra i nomi inglesi femminili con le lettere più “insolite” del nostro alfabeto, quelli che iniziano con la H come Henrietta, nome di origine germanica che corrisponde alla versione femminile di Henry, ha un qualcosa di ottocentesco e significa “possente in patria”; invece sono di origine squisitamente anglosassone Hazel, che significa “nocciola”, e Holly “agrifoglio”, mentre Helen deriva dal greco heléne e ha il significato di “splendore del sole”.

Tra i nomi con la O, Olivia ha un’origine controversa. Secondo alcuni deriva dal latino oliva, quindi dal frutto dell’albero d’olivo, mentre secondo altri sarebbe un nome di origine celtica derivato dall’accostamento delle parole oll e wer con il significato di “tutto ardente”.

Sei alla disperata ricerca di nomi inglesi per bimbe che corrispondano a nomi italiani? Frances, Fanny e Francine sono tutti nomi che iniziano per F e che traducono il nostrano Francesca; invece Felicity e Felicia potrebbero essere assimilate al femminile di Felice.

Iniziano con la lettera A Ashley, che deriva dall’inglese antico Aesc-leah “terreno di frassini”, Angie, Amy, che potrebbe derivare dal francese Amée oppure essere il diminutivo di Emily; e ancora Amber, Abigail e Alyssa, un altro nome inglese dall’origine controversa: potrebbe essere una variante di Alice, oppure derivare dal greco alike “creatura del mare”, o ancora dal nome del fiore dell’alisso, in inglese alysson.

Tra i nomi con la D, che ne pensi di uno dal suono grazioso e delicato come Daisy? Nei paesi anglosassoni questo nome viene associato a Margareth per la sua origine, infatti l’antico inglese dægeseage “occhio del giorno” indica proprio il fiore della margherita. Altri nomi con la D sono Debra e Donna, che deriva dal latino domina, cioè “signora”.

Se per la tua bambina, invece, cerchi un nome inglese che inizi con la M, puoi prendere in considerazione Madeline, Mae, legato al nome inglese del mese di maggio, Maggie e Meghan, entrambi varianti di Margareth, Maxine, Melody o Molly, quest’ultimo una variante di Mary.

Nomi inglesi famosi? Marilyn, per esempio, è una sintesi dei nomi Mary e Helen, mentre Miranda è un nome inventato da Shakespeare per la protagonista del suo dramma La tempesta. Dorothy, invece, è la variante inglese di Dorotea e ci rimanda immediatamente al mago di Oz.

Se sei alla ricerca del vintage, magari con un nome inglese anni ’50, non c’è che l’imbarazzo della scelta: Maude, nome imparentato con Matilde, Mildred, dal bretone mildthrith “forte di carattere”, Muriel, nome di origine irlandese che significa “lucente come il mare”, Doreen e Harriet.

I nomi femminili tedeschi più utilizzati

E se, sprezzante del pericolo derivante da una pronuncia ostica, decidessi di dare alla bimba che stai aspettando un nome tedesco? Se sei curiosa di scoprire i nomi femminili tedeschi più diffusi, può venire in tuoi aiuto la classifica dei 35 nomi da bambina più frequenti in Germania stilata dalla GfdS, l’Associazione per la lingua tedesca.

Ai genitori delle femminucce tedesche sembrano piacere molto i nomi tradizionali, anche se spesso scelgono di variare sulla grafia. Per questo motivo troviamo Anna, Hanna e Hannah, Luisa, Louisa, Luise e Louise, Lea e Leah, Sara e Sarah, Viktoria e Victoria, oltre a nomi che sono i prediletti anche in altri Paesi d’Europa come Emma e Lina.

I nomi tedeschi che iniziano per M sembrano piacere molto, infatti nella classifica è possibile trovare Marie/Mari, Maria, Mia, Mila, Mathilda/Matilda e Maja/Maya, un nome che significa “nutrice” e che, nella mitologia greca, apparteneva a una ninfa acquatica.

Nomi per bambine originali

Tanti anche i nomi femminili tedeschi che iniziano per S, per esempio le tante versioni di Sofia, Sophia, Sophie e Sofie e Sarah/Sara, mentre tra i nomi con la F troviamo solo Frieda/Frida, un nome di origine germanica dall’etimologia incerta: potrebbe derivare dal termine frid, che significa “sicurezza”, dall’antico celtico ceolfrido “che porta la pace”, o ancora dal norreno fríða “amata”.

Tra i nomi tedeschi con la J, la classifica della GfdS riporta Johanna, Julia e Josefine/Josephine, un nome di origine ebraica benaugurante per chiunque desideri una famiglia numerosa, il suo significato infatti è “Dio aggiunga questo bambino agli altri figli”.

Di origine tipicamente tedesca sono i nomi Charlotte (dal germanico karla), Ida, che potrebbe trarre la sua origine sia dall’antico tedesco itis “donna” che dal germanico id “operosità”, e Amelie/Amélie, da amal “perseverante”, mentre dal latino derivano Emilia, Emily ed Emilie, Laura e Lara, dall’ebraico Elisabeth e dal greco Ella, che sembrerebbe essere una variante di Helen.

Tra i nomi con la K, ai genitori tedeschi piacciono anche Klara/Clara, che deriva dal latino clarus e significa “famoso, splendente” e Katharina/Catharina, dal greco hekateríne “saettante” oppure katharós “puro”. In classifica anche alcuni nomi da bambina tedeschi con la L come Lena, Leonie e Leni.

Nomi spagnoli per bambine: i più belli

Esotici perché stranieri, ma non troppo distanti dalle sonorità cui siamo abituati, i nomi femminili spagnoli hanno il doppio vantaggio di suonare familiari evitando la banalità, almeno per le orecchie italiane. Vediamo quali sono i nomi spagnoli da bambina più diffusi.

Tra i cinque nomi più comuni per le femminucce spagnole, vince il primo posto Paula, nome di origine latina che significa “piccola”; il secondo posto va a Julia, corrispondente all’italiano Giulia, mentre il terzo nome preferito dai genitori iberici è Noa, derivante dall’ebraico ‘Nōah’ o ‘Nōahh’ con il significato di “colui/colei che porta quiete”.

Seguono Carmen, uno dei nomi spagnoli femminili più famosi, e Ana, entrambi derivanti dall’ebraico: il primo da karmel “giardino” e il secondo da hannáh “Dio ha avuto misericordia”.

Nomi femminili stranieri

Se invece stai cercando un nome spagnolo per la tua bambina che inizi con una lettera particolare, i nomi per bambina spagnoli con la lettera N sono Nadia, di origine slava con il significato di “speranza”, Nahia, Naia, Naiara, Narcisa, Natalia, Natividad, Nayara, Nekane, Nelia, un nome di origine greca che riporta alla figlia del mitico fondatore delle Olimpiadi, Nerea, Neta, Neva, Nicanora, Nieves, Nina, forse un diminutivo o forse derivante dal nome di una divinità assiro-babilonese, Nita, Noelia, Nora, anche questo probabilmente diminutivo di Eleonora ma, secondo alcuni, derivante dall’iberico con il significato di “ragazza”, e infine Nuria.

I tuoi preferiti sono i nomi spagnoli femminili che iniziano per E? Ecco una veloce panoramica: Eleonor, un nome dall’etimologia controversa, forse dal greco èleos “compassionevole”, dal provenzale hellionor “pietosa”, o ancora dal germanico; Ema, Encarnación, Engracia, Enriqueta, Erika, dallo scandinavo eirikr “ricca d’onore” o dal greco erike dal quale deriva il nome della pianta sempreverde; Ernesta, Eskarne, Esmeralda, nome famoso per essere quello della protagonista di Nôtre-Dame de Paris; Esperanza, Estebana, Estefana, Estefania, Estella, Ester, Estrella, Eugénia, dal greco eygheneia “di stirpe nobile”; Evita, diminutivo di Eva; Exaltación.

Vega, Ventura, Vanesa, nome inventato dallo scrittore Jonathan Swift; Verónica, strano ma vero variante di Berenice dal greco bherenike “portatrice di vittoria”; Veta, Vicenta, Victoria, sono invece alcuni nomi spagnoli con la V per bambine.

Se non temi le difficoltà di pronuncia, alcuni nomi con la J sono Jacinta, dalla parola greca hyakinthos che indica il fiore del giacinto; Jana, Javiera, Jesusa, Jimena, Joaquina, Josefa, Josefina, Josune, Juana e Juanita. Nomi con la G per bimbe? Gabriela, forse dall’aramaico geber-el “eroe di Dio” o dall’ebraico gavriel “uomo di Dio”; Gala, Gaspara, Gema, dal latino gèmma “bocciolo” poi passato a indicare anche le pietre preziose in epoca medievale; Generosa, Gertrudes, Ginebra, Gitana, Gracia, dal latino gratia “leggiadra”; Gregoria, Guadalupe, Guillermina.

Se per tua figlia preferisci un nome che inizia con la lettera S, tra quelli spagnoli troviamo Salma, dall’arabo salima “essere sicuri”; Salvadora, Sarita, Saturnina, Segunda, Socorro, Solana, Soledad che significa solitudine ed è legato alla devozione per la Madonna; Susana, che significa “giglio” e deriva dall’ebraico shoshannah oppure dall’egizio shoshen.

Infine, per quanto riguarda i nomi spagnoli che iniziano con la lettera P: Pabla, Paciencia, Palmira, Paloma, nome squisitamente spagnolo che significa colomba; Paquita, Pastora, Patricia, Paz, Pepita, Perfecta, Pilar, significa “pilastro” ed è legato alla devozione per la Virgen del Pilar; Placida, Primavera, Prudencia, Pura, Pureza, Purificación, Purisima.

On text photos: Designed by Bearfotos / Freepik, Designed by Freepic.diller / Freepik, Designed by Prostooleh / Freepik, Designed by Freepic.diller / Freepik, Designed by v.ivash / Freepik

Sull'Autore

Serena Serra

Laureata in editoria e giornalismo ed esperta di comunicazione e brand management, si dedica alla creazione di contenuti per portali e siti web. Per Junglam.com è redattrice moda, beauty e lifestyle.

Lascia un commento