fbpx
Fashion

Come vestirsi alla moda: Pitti Uomo Autunno/Inverno 2019

Pitti-Uomo-95
Scritto da Patrizia Saolini

Da Pitti Uomo 95, ecco quali sono le tendenze della moda uomo per l’Autunno/Inverno 2019-20.

Da Pitti Uomo 95 alcuni suggerimenti visti per voi da JunGlam! Capi tecnici, calzature ricercate, nuovi colori, tutto quello che indosseremo il prossimo Autunno/Inverno 2018-19.

Scarpe e accessori

Lotto-Leggenda

Lotto, storico marchio di calzature e abbigliamento dedicati allo sport,con il brand Leggenda recupera le sneakers degli anni ’70 e ’80 attualizzandole nei dettagli e nello stile. Per questa edizione di Pitti Uomo, la protagonista è Syn Stabi che dal 1993 torna rivoluzionata nella costruzione e nel design grazie anche a SynPulse, il sistema ammortizzante inserito nel tallone.

RCLN Progetto

Anche RCLN Progetto, la linea Rucoline dedicata all’uomo, guarda al futuro restando saldamente radicata nella tradizione. Per la collezione Autunno/Inverno 2019-20, Davide Motta si ispira nei materiali e nelle tonalità al mondo delle esplorazioni polari, colorando di bianco, avorio, grigio e blu navy modelli come lo stivaletto R-Start e i maxi strap di R-Evolve, il must have di RCLN reinterpretato in chiave scuba.

Roberta-Pieri

Tra computer, smartphone e palmari, sono ormai anni che le tasche, anche le più capienti, non bastano più. Per questo motivo Roberta Pieri ha deciso di ripensare il suo zaino “second bag” in chiave maschile. Leggero, capiente e pratico, il backpack del brand dei fratelli Maurizio e Claudio Nottoli, è caratterizzato dall’accostamento tra il verde militare e i profili in nylon stampato effetto “Tatami”, ispirato all’arte e alla tradizione degli origami giapponesi.

Thule

Thule, marchio fondato nel 1942 e che da allorasotto il motto “Bring your life” ha progettato e prodotto dai portapacchi ai passeggini, presenta a Pitti Uomo la sua prima collezione di valigie rigide, Revolve, insieme alle novità della linea Subterra: nuovi bagagli a mano e da stiva, borse e sleeves per computer.

Antica-Cuoieria

Dalla stringata inglese in tutte le sue varianti alla sneaker elegant-chic, passando per il modello college da sfoggiare nelle occasioni più formali, la proposta di Antica Cuoieria punta sulla qualità pregiata dei pellami e sull’attenzione ai dettagli, indispensabili per rimandare un’immagine di raffinatezza ed eleganza evergreen. Le tomaie in crosta ingrassata cucite su suole flessibili e ultraleggere assicurano comfort e morbidezza a calzature destinate a durare nel tempo.

Da segnalare anche la presenza di Mizuno 1906, Barts, Be Positive e La Siesta Shoes.

L’abbigliamento: capispalla, pantaloni e maglieria

Carlo-Pignatelli-Sartorial

Carlo Pignatelli Sartorial per la stagione Autunno/Inverno 2019-2020 propone una visione del design ispirata alle icone maschili degli anni Sessanta e Settanta, mondane e affascinanti sempre in bilico tra conformismo e ribellione, reinterpretando i codici classici dell’eleganza maschile ma adattati alla propria unicità. Silhouette sofisticate, colori netti e intensi e l’immancabile smoking da red carpet caratterizzano una collezione dedicata alla cosiddetta iGeneration.

Cor-Sine-Labe-Doli1

Stampe audaci e fantasie rock sugli abiti doppio petto. Tessuti e lavorazioni tipici dell’abbigliamento femminile su blazer e completi. Camicie animalier e colletti ricamati. Sdrammatizzare il look con tocchi audaci e decisi è il fil rouge che attraversa Rétro Daddy’s Boy, la nuova collezione di Cor Sine Labe Doli, come sempre riconoscibile per la creatività del designer Massimo Mazzilli.

Entre-Amis

Per la prossima stagioneinvernale, Entre Amis coniuga la tradizione sartoriale partenopea a una carica espressiva che prende forza e forma dalla rivisitazione dei tessuti d’archivio e li declina in materiali ultra light. Presenti come sempre O’Mast e O’Sart, le due capsule del brand, l’una dedicata alle linee più morbide e l’altra caratterizzata da un’anima dandy.

Gallia

Può una camicia dare origine a un nuovo modello culturale e commerciale? Secondo Gallia, azienda padovana che data la sua nascita al 1958, sì. È così che nasce Slow Shirt, una camicia che vuole dare il giusto valore al tempo partendo dai tessuti e recuperando tradizionali tecniche di confezione come il “punto pettine”, che trasforma l’impuntura in protagonista di colli e polsini.

Isaora-PH4GalliaLab

La ricerca di Gallia però non si ferma qui e punta alla camicia del futuro. Dalla collaborazione con il brand newyorchese Isaora, che ha il suo nucleo nella fusione tra stile e tecnologia, e con PH – Push Hard – Apparel, specializzato in abbigliamento tecnico per il ciclismo, nasce la capsule Isaora PH4GalliaLab per conferire performance e comfort a un capo classico come la camicia.

Berwich

Ispirazione nordica per i pantaloni di Berwich, proposti in una palette che reinterpreta i colori di quelle terre (dal rosso dei vulcani ai grigi delle aurore boreali) ma con dettagli come pinces, impunture e risvolti, tipici della tradizione sartoriale.

Armata-di-Mare

Capi classici reinterpretati per non subordinare la comodità all’estetica, capi tecnici con imbottitura in Primaloft, materiale che garantisce alta capacità termica, minimo spessore ed elevata idrorepellenza, modelli caratterizzati da tessuto bonded, confortevole e attuale, e tanta maglieria, da quella in tessuti jacquard, a quella contraddistinta da toppe decorative, fino alle serie basiche in misto cachemire per la proposta di Armata di Mare.

Zilli

L’art dans la Peau è la capsule collection che la Maison Zilli presenterà durante questa 95esima edizione di Pitti Uomo rivivendo quel connubio franco-italiano che nel 1965 creò il brand e che oggi si rinsalda nella collaborazione tra Zilli e Sergio Colantuoni. I 5 pezzi della collezione, 4 giacche e 1 gilet, incarnano la trasformazione del capo in pelle luxury in un’opera d’arte dipinta a mano con fiere maestose che emergono dalla giungla o tratte dall’immaginario mitologico.

Seventy

La nuova collezione di Seventy combina invece mix e trasformazione, reinterpretando i classici capi dell’armadio maschile in nuove forme e nuovi tessuti e li mixa con sneakers e capi informali. L’eleganza e la praticità dell’outdoor sono le chiavi di lettura di una collezione casual e sportiva, ma sempre indirizzata a un uomo alla costante ricerca della qualità.

Salvatore-Santoro

La collezione Autunno/Inverno 2019-20 di Salvatore Santoro spazia dai capi over ai regular fit, ma non dimentica i piumini, veri must della stagione invernale e caratterizzati da pelle morbidissima e interni con colori a contrasto. Lavaggi particolari e procedimenti manuali conferiscono ai giubotti un aspetto vissuto e personale, mentre i montoni diventano più “aggressivi” grazie alle lavorazioni al laser dall’effetto animalier e perlato e alla spalmatura di cere speciali.

Moneta-Clothing

Debutta a Pitti Uomo 95 Moneta Clothing che approfitta della kermesse fiorentina per presentare Peacot by Moneta Clothing, una collezione da uomo e da donna interamente realizzata in lana del casentino. Il design contemporaneo e un uso del colore spregiudicato si uniscono a un materiale prezioso e tradizionale trasformando un capospalle tradizionale in un capo di abbigliamento urban chic, metropolitano ma attento alle tradizioni del “saper fare”.

Maurizio-Miri

Maurizio Miri sovverte gli ordini precostituiti e mette in scena una sana follia con House for the Insane, una collezione che scavalca le convenzioni e mette in scena le contraddizioni: la “giacca da clochard”, consunta e sfilacciata, nasconde al suo interno un’anima sartoriale, l’intelato, e la scelta di tessuti top di gamma trasforma l’abito da qualcosa di esterno da sé nella narrazione di una storia già vissuta.

CottweilerxAllegri

Dieci impermeabili che combinano heritage e design moderno, eleganza e funzionalità: questo il risultato della collaborazione tra Allegri e il marchio inglese Cottweiler. All’interno dei capi classici Allegri vengono incorporate ispirazioni tratte dal mondo marino e dall’abbigliamento tipico della pesca subacquea. Casualwear e sartorialità combinano know-how e tecnologie avveniristiche accostando layer termici removibili e tessuti speciali.

Pence-1979

I boschi, le foreste e i luoghi dell’infanzia ispirano Dora Zecchin nel disegnare la nuova collezione Pence 1979. I tessuti sono caldi e rubati al mondo uniform, i colori attingono dalla natura per una palette che rimanda immediatamente all’inverno, le fantasie vanno dai grandi classici come il gessato e il principe di Galles a ricami e patches personalizzati che decorano il denim.

Schneiders Salzburg

Dalle battute di caccia dell’Imperatore Francesco Giuseppe alle passeggiate per portare a spasso il cane: così Schneiders Salzburg reinterpreta il tradizionale Schladminger, il loden grigio a chiazze irregolari nato due secoli fa. Per l’Autunno/Inverno 2019 la giacca da caccia austriaca mantiene le tradizionali toppe ai gomiti e i dettagli in pelle, ma allunga la linea, aggiunge il cappuccio e, per non disperdere l’allure rétro del capo, nasconde la zip all’interno dell’abbottonatura invisibile.

Tagliatore

La nuova collezione di Tagliatore si articola invece su proposte dal sapore british alternando capispalla formali con martingala sagomata a coat di ispirazione militare, abiti mono e doppio petto sfoderati e destrutturati e pantaloni gym. Completano la collezione la maglieria in lana water repellent, i giubotti in nappa e le camicie con collo bicolor anni ’50.

U.S.-Polo-Assn.

Per U.S. Polo Assn. la stagione Autunno/Inverno 2019 è tutta dedicata al colore, un fil rouge che attraversa tutti gli outfit della collezione uomo, racchiusi in tre mondi di riferimento: USPA Sport, di ispirazione active, caratterizzato dal nero lavagna, dal bianco latte, dal wood green e dal blu navy; Heritage, espressione del vero lifestyle americano, reinterpreta la bandiera americana accendendola di giallo intenso, turchese e rosso elettrico; l’ispirazione vintage di Autenthic è invece raccontata dal blu denim, dal cacao, dall’orange duck, dal dark garnet red e dal blond wood.

Chimborazo

Etica ed estetica sono i capisaldi di Chimborazo anche per la sua prima collezione invernale. I parka, i gilet, i bomber e i coat blazer sfruttano le tecnologie più all’avanguardia per ottenere tessuti raffinati ricavati da materie plastiche riciclate e salvaguardare così l’ecosistema marino. Tra i nove modelli della collezione giacche reversibili che abbinano toni di colore essenziali a nuance più accese e piumini che grazie a un sistema innovativo a resistenza regolabile a tre livelli permette di raggiungere i 45° di calore e si attiva tramite un bottone nascosto nella tasca.

EVERLAST-TEN

From the ring to the street è la chiave di lettura di Everlast T.E.N., la capsule di Everlast ispirata ai valori e allo stile della boxe reinterpretati in versione streetwear. Il fulcro della collezione è in capi iconici come le corner-ring shirt, le felpa hoodie e le giacche varsity declinate in materiali che si rifanno direttamente all’heritage Everlast come il raso lucido con applicazioni in punto spugna del bomber.

Malcom

Total look maschili versatili e sofisticati compongono la collezione Autunno/Inverno 2019 di Malcom combinando revival e gusto contemporaneo. I blazer sartoriali, le giacche destrutturare e i pantaloni in velluto suggeriscono un’eleganza rilassata, mentre il tartan e i motivi check aggiungono ulteriore raffinatezza. Il dandy di Malcom non può che celebrare il ritorno del gilet che, emancipato dal rigore del completo classico, brilla adesso di luce propria.

Viganò

Un gentiluomo moderno, eclettico, cosmopolita e sofisticato, è al centro della collezione Viganò vista a Pitti 95. E proprio l’eclettismo è al centro della capsule collection presentata durante la kermesse fiorentina: i pantaloni rigorosamente costruiti secondo i consueti dettami della maison acquisiscono il ritmo creativo della pittura. I tessuti vanno dal jersey alla lana al velluto che si conquista, in questa collezione, un ruolo di primo piano.

Tra gli espositori presenti si segnalano anche Alessandro Gherardi, Barena, Cini, K-Way, North Sails, Tela Genova, Tretorn, Wrangler, Ahirain, Drumohr e Olga Frua.

Emozione pelle: la tradizione della concia toscana incontra l’ecosostenibilità

Emozione Pelle, l’iniziativa organizzata da Associazione Conciatori, il 9 gennaio nella cornice di Palazzo Vecchio, farà il punto sul nuovo format Distretto Santa Croce e sulle strategie messe in atto per la gestione ambientale senza perdere d’occhio i processi di internazionalizzazione.

UAE Team Emirates a Pitti Uomo x Voile Blanche

Voile-Blanche

Il 9 gennaio, nello stand di Voile Blanche all’interno del Padiglione Cavaniglia, Edward Ravasi,  Manuele Mori e Simone Petilli, componenti dell’UAE Team Emirates, saranno i protagonisti del meet and great che celebrerà ancora una volta il legame del marchio con il mondo dello sport, in questo caso il ciclismo.

Il concorso Armata di Mare

Tra le tante inizative promosse dai brand che partecipano alla manifestazione fiorentina, quella di Armata di Mare è particolarmente interessante: chiunque visiti lo stand del brand, semplicemente inserendo la propria business card nella boule dedicata, potrebbe vincere un viaggio a New York in occasione della Fashion Week estiva o invernale. Estrazione il 9 gennaio alle 14.

Le voci metropolitane di Urban Panorama

Taylor Mega

Taylor Mega ospite di Pyrex a Pitti Uomo 95. Photo courtesy press office

Le grafiche colorate, le dichiarazioni-manifesto e le mille declinazioni del denim parlano con la voce delle crew delle metropoli nella sezione Urban Panorama. Tra ispirazioni biker e richiami alle subculture giovanili la parola d’ordine è mixare. Tra i protagonisti Ben Sherman, Best Company, Comme des Fuckdown, Ellesse, Elvine, Iceplay, Kangol, Jott, LHU Urban, Memory’s LTD, Mr. Boho, Moose Knucles, Naked Wolfe, Neuw, Pajar Canada, Philippe Model Paris, Pyrex che nel suo stand a Pitti Uomo 95 ospiterà Taylor Mega, RCLN, Victoria e Wolm.

My Factory, una generazione smart e sempre connessa

Il lifestyle più giovane e social oriented trova spazio in My Factory, un terreno fertile per valorizzare le connessioni creative tra tecnologie, musica, arte e design. Tra i nomi presenti in questa edizione +351, Alone, Arcminute, Airwalk, Arrels Barcellona, Bjanko Milano, Globe, Hummel, Impala, Jimbag, Kytone, Mou, Roscomar, S.T.R.A., Salty Crew, Shu, Spendtrhift, Stanley/Stella, Starter, Suburban, Svalbard, The Project Garments, Tiwi, Walkers Appeal e Vision Streetwear.

I Tokyo Fashion Award a Touch!

Anei, Cinoh, Jieda, Nobuyuki Matsui, Postelegant e Rainmaker, i sei brand emergenti selezionati dalla giuria dei Tokyo Fashion Award saranno visibili in uno spazio all’interno di Touch!: una nuova puntata di una lunga serie di collaborazioni nate dall’accordo stretto tra Pitti Immagine e Tokyo Fashion Award.

The Japanese White Leather Project

Una selezione di prodotti progettati per Pitti Uomo 95 da quattro designer giapponesi specializzati nella lavorazione artigianale della pelle bianca, un’antica tecnica praticata solo nella zona di Himeji. Ecco i nomi: Satoshi Ezaki designer del brand Ed Robert Judson, Kozaburo Akasaka per Kozaburo, Ryuki Yamaka stilista di Mary Al Tera e Ryo Midorikawa per Midorikawa Ryo.

Vip a Pitti Uomo 95

Giulia Salemi e Francesco Monte

Giulia Salemi e Francesco Monte. Photo courtesy press office

Fabrizio Corona

Fabrizio Corona. Photo courtesy press office

Ilary Blasi

Ilary Blasi. Photo courtesy press office

Tra i tanti Vip e le celebrities ospiti dei brand presenti a Pitti Uomo 95, Francesco Monte e Giulia Salemi per Markup, Fabrizio Corona per Favelas de Rio, Benji e Fede per Divisible e Ilary Blasi, ospite dello stand Gaelle Paris e Lotto.

Cover photo: street style a Pitti. Credits Enrico Labriola/pittimmagine.com

Sull'Autore

Patrizia Saolini

Executive editor, scrittrice e corrispondente estera di JunGlam.com, con alle spalle una carriera in aziende del lusso internazionale. Scrive dal 2010 su riviste di moda, beauty, lifestyle e retail. Life coach professionista, con un Master di primo livello in Life Coaching riconosciuto dal Miur, é l'ideatrice di Retail Coach®, un marchio che garantisce consulenza strategica e corporate coaching alle aziende del lusso dedicate al servizio al cliente multicanale.

Lascia un commento