fbpx
Eros

Innamorarsi di nuovo dopo una delusione

Scritto da Silvia Artana

Innamorasi di nuovo dopo una delusione? Non solo è possibile, ma può essere bellissimo. L’importante è sapere cosa si vuole davvero.

È difficile conservare la fiducia in se stessi e negli altri quando una storia d’amore finisce. A maggior ragione se si chiude in malo modo. I dubbi si moltiplicano ed è inevitabile chiedersi se si è sbagliato qualcosa, se qualcos’altro poteva essere fatto in maniera diversa, se si hanno delle colpe, perché il partner si è comportato in un certo modo, perché se n’è andato. I pensieri si rincorrono e spesso finiscono per avvitarsi in un loop di negatività che si autolimenta.

Ma una relazione che arriva al capolinea non è la fine di tutto. L’amore non è un’opzione preclusa per sempre, oltre a non essere l’unica che può portare alla felicità. E non tutti sono come l’ex che ha lasciato dietro di sé solo macerie. L’importante è avere chiaro cosa si vuole. Perché innamorarsi di nuovo dopo una delusione è possibile, ma non necessario.

Rinnamorarsi dopo una delusone: (ri)partire da se stessi

Alcuni si chiedono quanto tempo ci vuole per innamorarsi di nuovo. Altri si chiudono in se stessi e non ne vogliono più sapere di sentimenti e relazioni. La fine di una storia lascia strascichi diversi, ma è sempre una preziosa occasione di crescita e di sviluppo personale.

La conclusione di un rapporto, a maggior ragione quando porta con sé una delusione, conduce inevitabilmente a mettere in discussione se stessi. Ed è proprio da qui che si può (ri)partire per trasformare una sconfitta in una vittoria. Ma in che modo?

Il primo passo consiste nel non cedere alla tentazione di demandare a variabili ed elementi esterni le cause della rottura e nel riconoscere le proprie responsabilità, senza indulgere al vittimismo o (all’opposto) attribuendosi ogni “colpa”. Fare chiarezza su se stessi all’interno della relazione porta a scoprire o a riscoprire se stessi come individui, a riconoscere le proprie debolezze e punti di forza e a fare chiarezza sui propri sentimenti e i propri desideri.

Quest’ultima fase del processo è cruciale per innamorarsi di nuovo, perché… permette di capire se è quello che si vuole davvero. In altre parole, non di rado si finisce per vivere storie d’amore deludenti per la paura di restare da soli, perché si convinti di non poter essere realizzati e felici senza un partner e/o si è prigionieri delle aspettative degli altri e delle convenzioni sociali.

Innamorarsi di nuovo dopo una delusione è possibile e può essere bellissimo. Ma non è necessario

Come innamorarsi di nuovo dopo una delusione

Se innamorarsi di nuovo è quello che si vuole, quali sono i passi da fare per iniziare una storia senza essere condizionati da una (o più di una) delusione vissuta in precedenza?

Può sembrare banale, ma la prima cosa è chiudere (davvero) i conti con il passato. Pensare all’ex partner in maniera ossessiva, “stalkerarlo” sui social, chiedere di lui (o lei) agli amici in comune e cercare di vederlo o incontrarlo “casualmente” non sono solo campanelli, ma vere e proprie sirene d’allarme che non si è voltato pagina.

In questa condizione, innamorarsi di nuovo è molto difficile e il rischio concreto che si corre è di vivere delle storie “chiodo schiaccia chiodo”, che raramente rendono felici. Per andare avanti, ancora una volta serve guardare dentro di sé con onestà. E se possibile, è senza dubbio utile chiedere un confronto all’ex per avere una risposta a tutte le domande in sospeso che impediscono di proseguire con la propria vita.

Se voltare pagina (sul serio) è il primo passo, il secondo consiste nel (ri)mettersi in gioco. Questo significa uscire dalla propria comfort zone, accettare i “rischi” di innamorarsi di nuovo ed essere pronti ad affrontarli. Le delusioni possono arrivare anche quando si sviluppa consapevolezza di sé e si impara a vivere in maniera più matura ed appagante le relazioni, ma restare barricati dietro le proprie difese per evitare di soffrire un’altra volta non conduce certo alla felicità.

In tal senso, bisogna anche superare il limite rappresentato dalla convinzione che ogni potenziale partner potrebbe rivelarsi una nuova delusione. È vero, potrebbe accadere. Ma non è detto. Per questo non si deve lasciare che una esperienza triste e dolorosa del passato finisca con l’influenzare in maniera irrazionale il presente. E il futuro.

D’altra parte, ributtarsi nella mischia non vuole dire lanciarsi senza paracadute, ma lasciarsi andare secondo i propri tempi e le proprie necessità. Questo approccio è molto importante anche nella costruzione di una nuova, eventuale relazione, perché permette di mantenere il focus su di sé e di non annullarsi nel rapporto. In altre parole, è il presupposto per vivere una storia d’amore felice.

Photo cover credits: Adobe Stock

Photo text credits: Michael Fenton on Unsplash

Sull'Autore

Silvia Artana

Dopo la laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie, ha conseguito un Master in Divulgazione Scientifica e ha mosso i primi passi nell'editoria occupandosi di scienza e tecnologia. Oggi scrive di moda, bellezza, benessere, lifestyle, cinema e TV per diversi magazine e testate digitali e svolge attività di copywriting, storytelling e ghostwriting online e offline.

Lascia un commento