fbpx
Fashion

Cristiano Burani Autunno/Inverno 2020/2021 alla Milano Fashion Week

Scritto da Patrizia Saolini

Si chiama #discoclochard la collezione Autunno/Inverno 2020/2021 presentata da Cristiano Burani alla Milano Fashion Week ed è una riflessione sui tempi moderni e un omaggio alla sartorialità e all’artigianalità.

È una riflessione sui tempi moderni e un omaggio alla sartorialità e all’artigianalità la collezione presentata da Cristiano Burani alla Milano Fashion Week Autunno/Inverno 2020/2021. #discoclochard parte dalla pressante percezione di povertà – economica, ma anche di contenuti, valori e affetti – che scandisce l’epoca attuale per raccontare una nuova ricchezza più intima e concettuale.

Si chiama #discoclochard la collezione Cristiano Burani AI 2020/2021. Photo credits: IMAXTREE – Courtesy by Maximilian Linz

La creatività e le ore di lavoro diventano un bene prezioso (materiale e immateriale) e danno forma a capi destrutturati e ricomposti in decine di toppe, in cui diventano protagonisti i ritagli della lavorazione che di solito vengono buttati.

All’idea di recupero e valorizzazione si affianca quella di bello come espressione di sé e la discoteca diventa il luogo simbolo dove apparire e svelare una femminilità seducente e non convenzionale.

La collezione AI 2020/2021 di Cristiano Burani è una riflessione sui tempi moderni e un omaggio alla sartorialità e all’artigianalità. Photo credits: IMAXTREE – Courtesy by Maximilian Linz

La collezione Cristiano Burani Autunno/Inverno 2020/2021

Lo street style è una delle ispirazioni della collezione AI 2020/2021 di Cristiano Burani, #discoclochard, e prende forma in giacche con spalle over, pantaloni a vita alta, gonne asimmetriche, abiti drappeggiati e sciarpe. L’altra è (ovviamente) il disco mood, al quale rimandano gli abiti bustier in raso, i top in glitter e paillettes ricamate a disegni geometrici su tulle e gli smoking in vera pelle Luxury Leather abbinati a veli di maglieria.

Il disco mood è una delle ispirazioni della collezione AI 2020/2021 di Cristiano Burani. Photo credits: IMAXTREE – Courtesy by Maximilian Linz

Il capospalla è grande protagonista della proposta dello stilista per la prossima stagione ed è declinato in una pressoché infinita varietà di modelli e materiali. Giacche, cappotti e mantelle sono proposti in panno di cachemire accoppiato e doppiato con tulle plissettato, alpaca sovra-ricamata con fili di maglia tone sur tone cuciti a mano, raso di seta in colori brillanti, jacquard spinato maschile con trame luxury e lana tartan.

Il dettaglio iper glamour sono le frange lunghissime di seta, posizionate una a una sul capo e tagliate a lunghezze irregolari per comporre una sorta di nuovo ricamo.

Il capospalla è grande protagonista della collezione AI 2020/2021 di Cristiano Burani. Photo credits: IMAXTREE – Courtesy by Maximilian Linz

In #discoclochard trova anche ampio spazio la pelliccia, realizzata in collaborazione con Saga Furs by Pellicceria Arcella. Visone, volpe, finnraccoon sono laminati, filettati e applicati a mano su cappotti e mantelle di cachemire.

I look sono completati da scarpe platform in raso colorato dal tacco altissimo e da stivali in pelle arricciata bordati di frange di Cristiano Burani per Le Saunda.

Le frange applicate una a una sono il dettaglio iper glamour della collezione AI 2020/2021 di Cristiano Burani. Photo credits: IMAXTREE – Courtesy by Maximilian Linz

Photo credits: IMAXTREE – Courtesy by Maximilian Linz

Sull'Autore

Patrizia Saolini

Executive editor e corrispondente estera di JunGlam.com. Scrive dal 2010 su riviste di moda, beauty e lifestyle. Life coach professionista, con un Master di primo livello in Life Coaching riconosciuto dal Miur, é l'ideatrice di Retail Coach®, un marchio che garantisce consulenza strategica e corporate coaching alle aziende multicanali. Per Junglam segue le maggiori fashion week internazionali e gli eventi lifestyle in Italia e all'estero, oltre che dedicarsi alla rubrica di Life Coach.