Lifestyle

Tutti i tipi di piercing alle labbra e come prendersene cura

Piercing al labbro
Scritto da Serena Serra

Trendy e seducenti, i piercing al labbro sono moltissimi, ben 16! Scopri quali sono e qualche consiglio per farli guarire velocemente.

Singoli, doppi o addirittura quadrupli. I piercing alle labbra sembrano essere i più amati, forse perché inserire un gioiello vicino alla bocca aggiunge al look una carica seduttiva particolare. Se stai prendendo in considerazione l’idea di fare un piercing vicino al labbro, sappi che ne esistono ben 16 tipi differenti, che cambiano nome a seconda della zona della bocca che si decide di forare.

Da quelli più classici a quelli più insoliti, diamo un’occhiata alle diverse tipologie di piercing alle labbra e qualche consiglio per prendersene cura nel modo migliore!

Piercing al labbro superiore

Monroe

Prende il nome dal neo che distingueva la bocca della divina Marilyn, consiste dunque nel forare e applicare il gioiello sul lato sinistro del labbro superiore. Il tipo di piercing che si usa di solito è simile a quello utilizzato per il piercing al trago, cioè una barretta corta con una pallina da un lato e una testa piatta dall’altro, ma, a differenza di questo, sembra essere uno dei piercing meno dolorosi.

Madonna

Anche in questo caso si fa riferimento al neo di un personaggio famoso, stavolta Madonna. La pop star ne ha uno sul lato destro del labbro superiore, quindi il piercer forerà in quel punto. Anche questo piercing è tra quelli che fanno meno male.

Medusa

È uno dei piercing più amati e si esegue forando la parte centrale del labbro superiore, appena più su dell’arco di cupido (questa zona in anatomia è chiamata “filtro”). Anche in questo caso il gioiello più adatto è la pallina e non si tratta di un piercing particolarmente doloroso.

Jestrum o Vertical Medusa

Complacido con este trabajo #jestrumpiercing

A post shared by ?Chitoxart?? (@chitoxart) on

Un po’ più doloroso del Medusa, il Jestrum Piercing passa in verticale da parte a parte il labbro superiore. Il gioiello più indicato in questo caso è il cosiddetto bilanciere, in modo che le due palline siano visibili da un lato nel filtro e dall’altro nel vermiglio, la parte anteriore del labbro.

Piercing al labbro inferiore

Labret

Labret piercing

È il più classico dei piercing al labbro inferiore e corrisponde al Madonna o al Monroe, si esegue quindi forando a destra o a sinistra appena sotto la bocca.

Central Labret

Si posiziona subito al di sotto del labbro inferiore, nella piccola depressione appena sopra il mento. Anche per questo tipo di piercing, solitamente, si sceglie un gioiello con una pallina da un lato e una parte piatta dall’altro, ma si può inserire anche un anello.

Vertical Labret

Nel Vertical Labret il foro attraversa in verticale il labbro inferiore e il gioiello, di solito un anello o un mezzo anello, viene posizionato in modo da mostrare entrambe le estremità avvolgendo il labbro.

Horizontal Lip

Anche in questo caso le estremità del gioiello sono entrambe ben in vista ma il foro, anziché attraversare il labbro in verticale, lo attraversa orizzontalmente.

Piercing doppi e quadrupli

Oltre che con i piercing singoli, entrambe le labbra si possono decorare con doppi o addirittura quadrupli piercing. Ecco come si chiamano.

Dahlia

È uno dei piercing più eccentrici e, contemporaneamente, meno dolorosi. Si esegue forando entrambi i lati della bocca, vicino alle pieghe naso-labiali.

Spider Bites

Lo Spider Bites è un piercing doppio posizionato poco sotto al labbro inferiore, a destra o a sinistra. Anche in questo caso, come per il Central Labret, dopo la guarigione del foro è possibile sostituire i classici gioielli con la pallina con un anello.

Snake Bites

Eu amo essa fotooo! #snakebitespiercing

A post shared by Cris Melo (@cris_melo76x) on

In questo caso i fori, anziché essere entrambi dallo stesso lato della bocca, sono uno a destra e uno a sinistra, vicino agli angoli.

Angel Bites

È come lo Snake Bites ma coinvolge il labbro superiore al posto di quello inferiore. È la fusione di un Madonna e di un Monroe.

Shark Bites

Il “morso di squalo” è un piercing molto simile allo Snake Bites ma quadruplo, quindi due fori per ogni lato del labbro inferiore. Per questo piercing solitamente è meglio procedere al massimo con due fori per volta per favorirne la guarigione.

Canine Bites

Un altro piercing quadruplo, nato questa volta dalla combinazione di Angel Bites e Snake Bites, quindi due fori ai due estremi del labbro superiore e due a quelli del labbro inferiore. Anche in questo caso i piercer consigliano di procedere al massimo con due piercing per volta.

Cyber Bites

Piercing doppio che interessa la parte centrale del labbro superiore, subito sopra l’arco di cupido, e la fossetta appena sopra il mento. Essendo la somma di un Medusa e di un Central Labret si usano i gioielli che abitualmente si impiegano per questi due piercing.

Dolphin Bites

New one !! #girlwithpiercings #dolphinbitespiercing #septum #redlips

A post shared by sweet single and sassy (@beafuckingtrix) on

Due fori nella parte centrale del labbro inferiore con una delle estremità dei gioielli visibili sulla parte delle labbra detta “vermiglio”.

Come curare il piercing al labbro

Anche per i piercing alle labbra, come per tutte le altre tipologie di piercing, è indispensabile prendere alcune precauzioni per assicurarsi una guarigione veloce, completa e senza complicazioni: evitare l’alcool, il fumo e i cibi troppo duri o eccessivamente piccanti; osservare attentamente il piercing senza strattonarlo per notare immediatamente eventuali segnali di irritazione o infezione; correre subito dal medico in caso di sanguinamento, dolore eccessivo, pus o febbre.

Cover photo: freestocks.org on Unsplash

On text photo: Victor Dueñas Teixeira on Unsplash

Sull'Autore

Serena Serra

Laureata in editoria e giornalismo ed esperta di comunicazione e brand management, si dedica alla creazione di contenuti per portali e siti web. Per Junglam.com è redattrice moda, beauty e lifestyle.

Lascia un commento