fbpx
Eros

Guida a Dust: come funziona l’app di messaggistica sicura

Guida a Dust
Scritto da Serena Serra

“Dust”, ovvero “polvere” è la dichiarazione d’intenti dell’app che promette di polverizzare i tuoi messaggi più segreti. Ecco come funziona Dust.

“Usa Dust con i tuoi colleghi, l’amante, i complici o chiunque altro con cui desideri avere conversazioni private”. Queste sono le parole che i creatori di Dust hanno scelto per presentare l’app di messaggistica su Google Play e Apple Store.

Una frase che dimostra immediatamente come Dust sia pensata non solo per chi ha bisogno di messaggi criptati per ragioni di lavoro, ma anche per quelli che desiderano privacy per questioni più personali come, per esempio, il sexting.

Come funziona Dust

“Dust” “polvere”, già dal nome si capisce che i tuoi messaggi e le foto saranno polverizzati come se non fossero mai esisti dopo 100 secondi dalla lettura. Un’opzione indubbiamente interessante se non vuoi farti scoprire. Vediamo come funziona Dust.

Dopo aver scaricato l’app sul tuo smartphone ti verrà chiesto il numero di telefono per poterti inviare in codice di verifica che ti arriverà via SMS, dopodiché avrai l’opportunità di scegliere un nickname da usare con i tuoi contatti.

Se lo desideri, dai l’autorizzazione ad accedere alla tua lista contatti, che potrai raggiungere su Dust toccando la voce “Contacts”, la prima del menu in fondo alla schermata di accesso, e poi “Address Book”.

A questo punto puoi iniziare a chattare inviando anche foto, gif ed emoticon a chi vorrai. Nel momento della lettura del messaggio, si avvierà un conto alla rovescia di 100 secondi al termine del quale la chat non sarà più recuperabile. In questa parte dell’app, inoltre, è impossibile fare screenshot.

Nel complesso la struttura di Dust è molto semplice. Oltre ai menu per i contatti e per le chat, la schermata iniziale presenta le voci che ti permettono di invitare chi vuoi via SMS e di accedere al profilo personale, dove potrai caricare una tua foto, inserire la bio, scegliere di ricevere silenziosamente le notifiche, accedere alla guida, effettuare il log out o cancellare l’app dal telefono.

Oltre ai messaggi tradizionali, Dust consente anche di avviare chat di gruppo e di inviare i Blast, messaggi di gruppo che possono però essere letti singolarmente.

Cover photo by Анастасия Гепп from Pixabay

Sull'Autore

Serena Serra

Laureata in editoria e giornalismo ed esperta di comunicazione e brand management, si dedica alla creazione di contenuti per portali e siti web. Per Junglam.com è redattrice moda, beauty e lifestyle.

Lascia un commento