fbpx
Eros

Chi sono gli Incel e i Redpilled

Scritto da Sara Areni

Chi crede nella teoria RedPill viene definito “redpillato”. Molti Incel aderiscono all’ideologia RedPill ma termini Incel e Redpill non sono sinonimi. La maggior parte degli aderenti all’ideologia RedPill non è infatti Incel, così come la maggior parte degli Incel non aderisce all’ideologia RedPill.

Il termine Incel ed il termine Redpilled non sono sinonimi quindi come in molti credono. Scopriamo quindi insieme il loro significato e soprattutto coloro che vengono così chiamati!

Chi sono gli Incel

Il termine Incel deriva dall’unione di due parole involuntary e celibate ed è traducibile in italiano come celibe involontario. Una persona che si ritiene Incel è perchè non riesce a trovare un partner, nonostante ne desideri uno e ritiene di essere rifiutata/o in quanto non attraente.

La teoria degli Incel oggi è diventata tristemente conosciuta per via delle stragi commesse da giovani uomini che si riconoscevano in quella definizione. Minassian, canadese di origini armene, è uno studente del Seneca College iscritto al terzo anno di informatica: è stato arrestato dopo circa sette minuti dall’inizio del suo attacco, un tempo brevissimo che non gli ha impedito di compiere una strage. L’ultimo è stato il 25enne Alek Minassian, il quale si è lanciato alla guida di un furgone contro la folla di Toronto, uccidendo 10 persone e ferendone altre 16.

Origine del termine Incel

La parola Incel comparve per la prima volta negli anni novanta quando una studentessa canadese conosciuta con il nome di ‘Alana’ (nome scelto per non divulgare il suo cognome) creò un sito web chiamato “Alana’s Involuntary Celibacy Project” dedicato proprio ai celibi involontari utilizzando il termine Incel. Alana creò questo blog inizialmente per raccontare le sue esperienze personali dato che ha sempre avuto difficoltà nelle relazioni interpersonali.

La teoria dei Redpill

La teoria dei Redpill è una visione basata sul fatto che uomini e donne sono differenti dal punto di vista biologico e hanno differenti criteri di selezione sessuale. Il loro modo di pensare è totalmente razionale ed è basato su questi punti fondamentali:

  • Uomini e donne sono biologicamente differenti, a livello tanto fisico quanto psicologico
  • Uomini e donne sono accomunati da due propositi principali: sopravvivere e riprodursi.
  • Il sesso è uno degli impulsi più forti della natura umana e chi ha più valore di mercato ha più potere
  • La bellezza è oggettiva e viene misurata su una scala da 1 a 10
  • Le donne sono più selettive perché puntano alla riproduzione, mentre gli uomini puntano alla quantità diminuendo la selettività

Il Redpillato, cioè chi si rispecchia nella visione Redpill, cerca dunque di analizzare le relazioni sociali oggettivamente, valutandole obiettivamente per come sono. Cerca di fare un’analisi critica, sulla base delle evidenze scientifiche.

Origine del termine RedPill

Il termine deriva dal film Matrix (1999) ma ormai viene comunemente utilizzato come metafora per descrivere una scomoda verità, in contrapposizione alla bluepill (pillola blu) che invece è una rassicurante bugia.

Nel film Matrix quello che più affascina è la possibilità della scelta: in una scena famosa Morpheus mette davanti agli occhi di Neo due pillole, blu e rossa e pronuncia le seguenti parole: “E’ la tua ultima occasione, se rinunci non ne avrai altre. Pillola azzurra: fine della storia. Domani ti sveglierai in camera tua e crederai a quello che vorrai. Pillola rossa: resti nel paese delle meraviglie, e vedrai quanto è profonda la tana del bianconiglio”.

Sull'Autore

Sara Areni

Studentessa in Social-media marketing e Web Marketing.
Newser su Junglam.com

Lascia un commento