fbpx
Fashion

Milano Fashion Week Primavera/Estate 2021: glamour, stile e tendenze

Scritto da Patrizia Saolini

Dal 22 al 28 settembre torna la Milano Fashion Week e lo fa con una edizione che non ha nulla da invidiare a quelle pre Covid-19. Anzi, tra innovazione e soluzioni d’avanguardia, la manifestazione organizzata da Camera Nazionale della Moda conferma la vocazione futuristica del fashion system e del Made in Italy.

Il Covid-19 ha fatto lo sgambetto alla moda, ma non l’ha fermata, e dopo New York tocca a Milano tornare in passerella con la Fashion Week Primavera/Estate 2021. La “città della Madonnina” è scesa in pista con un’edizione ricchissima di sfilate, presentazioni ed eventi, riproponendo la formula phygital utilizzata (con successo) per l’uomo a luglio.

Il calendario della Milano Fashion Week SS 2021

C’erano molti dubbi e altrettante perplessità sulla Milano Fashion Week Primavera/Estate 2021, ma Camera Nazionale Moda Italiana ha spazzato via ogni incertezza organizzando una Settimana della Moda che non ha nulla da invidiare alle precedenti. Anzi, i problemi legati al Covid-19 si sono trasformati in un’opportunità per percorrere nuove strade e introdurre soluzioni che non solo confermano l’attitudine del fashion system di guardare al futuro, ma gli fanno compiere un ulteriore salto in avanti.

La MFW si è svolta dal 22 al 28 settembre e ha portato in città 159 eventi, di cui 63 in formato digitale. Gli show in calendario sono stati 64 (41 virtuali) e hanno contato 39 sfilate donna, 4 sfilate uomo e 19 sfilate co-ed. Invece, le presentazioni sono state 61 (24 virtuali e 12 su appuntamento). Il programma è stato completato da 22 eventi.

L’edizione dedicata alla PE 2021 ha visto l’eccezionale ritorno di Valentino, che con la sua presenza ha rimarcato il profondo legame con il Made in Italy, e la “seconda uscita” per Dolce & Gabbana, rientrato nel circuito ufficiale di CNMI a luglio, dopo diversi anni di assenza. D&G ha previsto uno show dal vivo, così come Blumarine, Francesca Liberatore, Alberta Ferretti, Etro, Fendi, Salvatore Ferragamo, Max Mara, Versace e shi.RT by Tommaso Aquilano e Roberto Rimondi. Hanno sfilato dal vivo, ma a porte chiuse, anche Giorgio Armani, la cui passerella è stata trasmessa in diretta in TV su La7 e in streaming sui canali e sui social del marchio e sulla piattaforma di CNMI.

Invece, Redemption, Sindiso Khumalo, MM6 Maison Margiela, Ji Won Choi hanno fatto il loro debutto a Milano con un evento in formato virtuale, così come hanno calcato le passerelle da remoto Prada (che ha registrato l’esordio di Raf Simons alla co-direzione creativa insieme a Miuccia Prada) Shuting Qiu, Elisabetta Franchi e Andrea Pompilio.

Anche Emilio Pucci ha scelto la formula digitale – uno short film – per presentare la capsule collection realizzata con il designer giapponese Tomo Koizumi, uno degli 8 vincitori del LVMH Prize for Young Fashion Designers 2020. E lo stesso hanno fatto Missoni e Laura Biagiotti, che ha celebrato i 55 anni del brand con un video speciale. Tra gli eventi più importanti in calendario ci sono stati anche la presentazione co-ed dei creativi Fiona Sinha e Aleksandar Stanic con Trussardi per Archive+Now e il lancio della collezione di gioielli del brand sport luxury Bikkembergs.

Sulla scia delle campagne “China We are With You” e “Italia We are With You”, CNMI ha organizzato per la MFW dedicata alla Primavera/Estate 2021 il progetto “Spotlight on Lebanese Designers – CNMI in support of the new generation of Lebanese Talent”, come gesto di solidarietà verso i cittadini di Beirut, duramente colpiti dalla spaventosa esplosione avvenuta nel porto della città all’inizio di agosto. L’iniziativa ha permesso a 7 giovani designer libanesi – Azzi & Osta, Boyfriend the Brand, Emergency Room, Hussein Bazaza, L’Atelier Nawbar, Roni Helou – di presentare le proprie creazioni attraverso una serie di contenuti digitali.

Inoltre, il 27 settembre, CNMI ha proposto l’evento digitale “We Are Made in Italy- The Fab Five Bridge Builders“, organizzato in collaborazione con Black Lives Matter in Italian Fashion Collective, a supporto del movimento Black Lives Matter. Il progetto ha dato l’opportunità a 5 PoC (People of Colors) Talents scoperti da Michelle Ngonmo, fondatrice dell’Afro Fashion Week di Milano, di mostrare le loro collezioni SS21 come un collettivo guidato da Edward Buchanan e Stella Jean.

Gli show e le presentazioni della Milano Fashion Week SS 2021

Che siano stati dal vivo, virtuali o phygital, gli show e le presentazioni della Milano Fashion Week hanno confermato l’attitudine glamorìur, innovativa e sempre all’avanguardia della Settimana della Moda della città della Madonnina.

Giorgio Armani

Dopo essere stato il primo a sfilare in versione virtuale alla Milano Fashion Week di febbraio, Giorgio Armani è stato il primo a portare la moda in televisione in occasione dell’edizione di settembre.
Introdotta da un breve film narrato da Pierfrancesco Favino, la collezione Primavera/Estate del grande stilista, Timeless Thoughts, reinterpreta i capisaldi della maison e li adatta ai tempi incerti del momento attuale con linee e forme familiari e rassicuranti.
Dai classici completi giacca e pantalone, ai pajama pants, ai cappotti vestaglia, alle gonne lunghe, fino agli abiti da sera morbidi e fluidi, dall’allure elegante ma allo stesso informale, la proposta per la prossima bella stagione di Giorgio Armani è un elogio alla semplicità, alla self confidence e alla versatilità e un invito a non smettere di credere al potere della bellezza e dell’eleganza.

Prada

La Milano Fashion Week SS 2021 ha segnato un momento storico per Prada e per la moda tutta, registrando il debutto di Raf Simons al fianco di Miuccia Prada alla guida creativa della maison.
La nuova e inedita coppia di creativi ha presentato in formato digitale la prima collezione creata a 4 mani, che mescola elementi distintivi dell’heritage del marchio ad altri high tech e innovativi.
Il risultato è audace, ma non straniante. Lo stile Prada rimane ben riconoscibile, pur mostrando i prodromi di un futuro prossimo e di un nuovo corso pieno di possibilità.

Elisabetta Franchi

L’energia, l’eleganza e il pragmatismo che da sempre caratterizzano lo stile di Elisabetta Franchi sono grandi protagonisti anche della collezione Primavera/Estate 2021.
Per la prossima bella stagione, la stilista propone capispalla, completi, abiti, pantaloni e top che descrivo una donna romantica e sensuale, ma allo stesso tempo reale e calata nella contemporaneità.
Tra motivi preziosi, ricchi ricami ed elementi leggeri e poetici trovano spazio giacche di ispirazione militare, gilet e miniabiti, che confermano la grande capacità di Elisabetta Franchi di leggere i desideri delle donne e di interpretarli in maniera concreta e puntuale.

Tiziano Guardini

Come creare senza distruggere? Da dove iniziare per intraprendere un cammino di riconnessione? L’opera aperta Ecology of Mind di Tiziano Guardini parte da queste domande ed esplora le possibili risposte per costruire la propria filosofia e la propria estetica. L’essenza del mondo e dell’umanità è il contesto in cui sviluppa il progetto, che trasforma l’abito in un “segno” per un “lessico naturale, organico ed al contempo archetipale”.
Ispirata e rinnovata dalla XXII Esposizione internazionale Broken Nature: Design Takes on
Human Survival
(Triennale di Milano, 2019), l’opera aperta Ecology of mind inaugura la stagione 2021 di Tiziano Guardini ed è un atto di amore e di responsabilità verso la vita in ogni sua manifestazione.
L’idea è di riallinearsi all’essenza della Natura, dove è assente il concetto di “scarto”, ed è da qui che nascono pezzi unici creati con materiali di archivio donati da aziende italiane. La seta della pace (realizzata senza uccidere i bachi da seta) e il cotone biologico sono i tessuti utilizzati per creare capi che “invitano a una esplorazione”, come sahariane dalle forme over, top fluttuanti, capispalla realizzati come opere d’arte in perfetta sintonia con la Natura.

L’opera aperta Ecology of Mind di Tiziano Guardini. Photo courtesy: Studio Re Public Relations srl

Trussardi Archive+Now

Per il quarto capitolo del progetto Archive+Now, Trussardi ha invitato il duo di stilisti britannici Fiona Sinha Aleksandar Stanic a reimmaginare l’heritage del brand con una collezione per la Primavera/Estate 2021.
Il risultato è una proposta che attinge alle contro-culture degli anni ’80 e ’90 e dà forma a un “nuovo concetto di minimalismo urbano, in contrasto con le radici alto borghesi del marchio Trussardi”, nel segno di un mood post-punk e new wave.
La collezione mescola pelle, denim, pattern in tartan e stampe neoclassiche ed è caratterizzata da silhouette oversize, giacche in pelle e capispalla in nylon, maglie in lino effetto rete, elementi iconografici rovesciati, loghi storici Trussardi e accessori che spaziano da maxi shopper a clutch. Della proposta fanno parte anche pezzi di archivio completamente rivisitati, ma intimamente fedeli all’originale.
Il progetto è il frutto di una “intima collaborazione” tra Aleksandar e Fiona e il team di Trussardi ed è stato concepito e sviluppato a Londra e prodotto in Italia durante il lockdown.

Un look della collezione di Fiona Sinha e Aleksandar Stanic per il progetto Trussardi Archive+Now. Photo credits: Chris Rhodes

Andrea Pompilio

La collezione donna Primavera/Estate 2021 di Andrea Pompilio si intitola Reborn e vuole simboleggiare una rinascita per l’azienda e il brand, così come il concetto di una donna che “torna e riparte”, globetrotter e cittadina del mondo.
La capsule riprende i tagli classici e le linee semplici che sono costitutivi della linea uomo ed è allo stesso tempo androgina e iper rfemminile, in virtù di un mix di capi maschili ripensati per lei, con lavorazioni e dettagli ad hoc, come gli inserti di tulle e le camicie da indossare a nudo.
La signature del brand è rappresentata dai tessuti checked e da quelli uniti e monocromatici e dalla maglieria ed è reinterpretata e aggiornata da tulle e garza di cotone, dévoré laserato, giacche dal taglio sartoriale e dritto e gonna ad “A” dallo spacco frontale da indossare con polo e blazer.
La proposta per la prossima stagione è completata dalla collezione uomo, caratterizzata da “tagli raffinati, cura dei dettagli e assoluta ricercatezza di tessuti e fantasie” e composta da cappotti dritti a doppiopetto, short, giacche a monopetto e da una novità assoluta, il pantalone cropped sopra la caviglia.

Un look della collezione Andrea Pompilio SS 2021. Photo courtesy: Paolo De Vivo

HUI

La collezione Primavera/Estate 2021 di HUI ha due anime, che nascono dall’incontro e dalla mescolanza di Oriente e Occidente. L’antica tradizione cinese delle lanterne e il pensiero europeo prendono forma in un’estetica raffinata ed elegante, che è una sintesi perfetta di due culture “che si attraggono e che si parlano”.
Dettagli ricercati, forme e silhouette essenziali, ricami, stampe descrivono uno stile sofisticato e antico, enfatizzato da dettagli ricercati – allacciature evidenti, bordature a contrasto, inserti sartoriali – e declinata in una palette di colori decisi, che comprende rosso Cina, peonia, arancio, blu navy, azzurro polveroso e bianco gesso.

Un look della collezione SS 2021 di HUI. Photo courtesy: Guitar

Santoni

Per la Primavera/Estate 2021, Santoni propone una speciale capsule collection, nata dalla collaborazione con Andrea Renieri. Il designer ha dato forma a una “femminilità colta e contemporanea”, che si ispira a elementi architettonici e artistici del Rinascimento come il chiostro, gli intrecci e i nodi.

futuroRemoto Gioielli

La collezione Primavera/Estate 2021 di Gianni De Benedittis per futuroRemoto Gioielli si intitola Smash ed è un omaggio e un elogio allo sport, nel suo tradurre la “inesauribile forza estetica del gesto atletico in piccole sculture gioiello”.
La proposta del designer per la prossima bella stagione si compone di circa 15 pezzi, che rappresentano piccoli corpi umani con muscoli definiti dalla tensione di esercizio e attrezzi da palestra come pesi e manubri.
La collezione è realizzata in argento e oro, con la possibilità di essere personalizzata con l’applicazione di diamanti, e conta su una ambasciatrice d’eccezione, la bellissima Stefania Rocca.

Stefania Rocca per la collezione SS 2021 Smash di futuroRemoto gioielli. Photo courtesy: Studio Re Public Relations

Anteprima

Si chiama Dear Wonder Women la collezione Primavera/Estate 2021 di Anteprima ed è un progetto poetico sull’introspezione e sui “pensieri reali delle donne reali”. La Creative Director Izumi Ogino propone una serie di capi chic e senza tempo, realizzati nel segno del minimalismo, con tessuti di prima qualità e caratterizzati da silhouette rilassate e dettagli definiti e preziosi.
La versatilità dei capi e lo stile pieno di energia simboleggiano il viaggio che ogni donna compie alla ricerca e alla scoperta di sé stessa e all’esterno nel mondo, in una comunità al femminile che si sostiene e si ispira verso nuovi, importanti traguardi e conquiste.

Un look della collezione Anteprima SS 2021. Photo courtesy: Guitar

YOSONO

Per la Primavera/Estate 2021, YOSONO, marchio di borse e piccola pelletteria made in Italy, propone una collezione che è nata ed è specchio di “un contesto del tutto inusuale, fatto di incertezze”. Il brand ha deciso di mettere in discussioni i propri elementi costitutivi – creatività, estrosità, carattere deciso e grafiche funzionali – e ha creato una serie di pezzi fuori dagli schemi, caratterizzati da un mood intimo, riflessivo e impersonale.
Italian Farm aggiunge nuovi modelli a quelli più celebri di YOSONO, come la tracollina Janne e la shopping Cindy, e presenta una palette pastello, fredda, con colorazioni che vanno dal grigio al rosa, dal blu al beige, dall’azzurro al cognac, e rappresentano allo stesso tempo una condizione di effimero e una voglia di ripartenza e rinascita.

Alcuni modelli della collezione YOSONO SS 2021. Photo courtesy: Giorgio Innocenti & C.

DROMe

Mescola sensualità ed estetica rock la collezione Primavera/Estate 2021 di DROMe. La designer Marianna Rosati ha preso ispirazione dallo stile e dai cult degli anni ’80 e ’90 per realizzare una serie di capi che sono allo stesso tempo casual chic e iper femminili.
Nel gioco di contrasti fatto da maxi blazer e minigonne cortissime, pantaloni ampi e mini reggiseni, giacche con spalle squadrate e crop top, la proposta DROMe per la prossima bella stagione è una vera e propria “lettera d’amore”per le donne e le invita ad essere sé stesse e a lasciare parlare la propria personalità.
I total look in pelle sono grandi protagonisti e si affermano in contrapposizione a una palette che spazia dal bianco al nero, passando per colori pastello quali verde salvia e rosa cipria.

Un look della collezione SS 2021 di DROMe. Photo credits: IMAX Tree

Gianluca Capannolo

La collezione Primavera/Estate 2021 di Gianluca Capannolo mescola tribal chic e mood urbano in una esplosione di stampe etniche e animalier ispirate all’Africa e realizzate dal designer, accessori piumati e intrecci in corda.
Il grande protagonista della proposta di Gianluca Capannolo per la prossima bella stagione è il cotone, declinato in popeline, voile o mussola adesivata e utilizzato insieme a seta, crepe satin, crinolina e tecno georgette per dare forma a “una femminilità ricercata, che si concede scelte audaci”. La palette cromatica si divide in due eleganti trilogie di colore – rosa, fucsia e terra da una parte e celeste, turchese e blu dall’altra – e trova un guizzo in un sofisticato animalier.
La novità assoluta è il completo giacca e pantalone, che con il suo fit sartoriale è un capo chiave della estetica decontracté del brand, pensata per outfit all day long

Un look della collezione PE 2021 di Gianluca Capannolo. Photo courtesy: Attila&Co.

Momonì

La collezione Primavera/Estate 2021 di Momonì celebra il “Simbolico” attraverso una serie di capi che si ispirano alla metafora della vita e alla sua perpetua rigenerazione e rinascita e rappresentano un percorso di consapevolezza (dall’interiore verso l’esteriore) che porta a comprendere che la bellezza, la salute, il contatto umano e la spiritualità sono il nuovo lusso e la chiave del benessere.
I Mandala, il leggendario e iconico motivo Paisley, stampe dall’allure etno-chic che rimandano al simbolismo dei decori dipinti con l’hennè ed effetti sono il fil rouge concettuale ed estetico della proposta Momonì per la prossima bella stagione e sono declinate in una palette di colori ispirati alla natura.
Il mood décontracté con un’allure daily-chic e contemporaneo della collezione prende forma in linee destrutturate e informali, capi dallo stile maschile di ispirazione sartoriale, raffinati caban etno-chic, silhouette morbide e ariose, delicati ed eterei voile seersucker, arricci in punto smoke e maniche balloon. I materiali sono garze leggere e fresche tramate a righe con delicati bagliori in fili dorati, preziosi jacquard floreali di lino-viscosa, luminosi taffetas matelassé a righe, denim e gabardine di cotone.

Un look della collezione Momonì SS 2021. Photo courtesy: Guitar

RBRSL

No age, no gender, no time, no space, sustainability & upcycling. Il progetto speciale di RBRSL per la Primavera/Estate 2021 si fa portavoce dei concetti di sostenibilità e diversità inclusiva attraverso una serie di calzature a-stagionali, carattarizzate da cut minimal, tecnica bold e linee di ispirazione architettonica.
L’attitudine contemporanea e décontracté della proposta per la prossima bella stagione del brand va di pari passo con la grande attenzione di RBRSL per il concetto di economia circolare, che prende forma in LampPainting, rispettivamente una lampada realizzata con gli scarti delle suole e dei quadri derivati dal dripping delle spalmature applicate su tomaia.

Un modello del progetto speciale di RBRSL per la Primavera/Estate 2021. Photo courtesy: Guitar

Shuting Qiu

Shuting Qiu ha scelto di tornare a Milano per presentare la collezione Primavera/Estate 2021 in formato digitale, attraverso il corto fashion Summer Wonderland.
Ispirata all’artista russa Natalia Goncharova e ai suoi colorati dipinti neo-cubisti, la proposta per la prossima bella stagione del brand è un inno alla libertà e un messaggio di speranza e racconta una donna elegante, forte e sicura di sé, ma anche romantica, audace, allegra e giocosa.
la collezione Shuting Qiu SS 2021 è caratterizzata da stampe colorate e vivaci, ricami floreali e di perline, jacquard metallizzati, quadri e righe audaci e conferma la propria attenzione per la moda ecosostenibile con un ampio uso di denim recycled e di materiali e tessuti ottenuti dall’upcycling di prodotti esausti.

Un look della collezione SS 2021 di Shuting Qiu. Photo courtesy: Uncnd

Martino Midali

Ha scelto la formula phygital, Martino Midali, per presentare la sua collezione Primavera/Estate 2021 alla Milano Fashion Week. Lo stilista ha aperto le porte della boutique di via Madonnina, nel quartiere Brera, e ha fatto gli onori di casa di persona per un evento democratico e inclusivo, che è stato anche tramesso in live streaming sul canale Instagram ufficiale della maison.
Durante lo speciale happening, il designer ha svelato la proposta per la prossima bella stagione, che mescola capi versatili, quotidiani ed eleganti, all’insegna di uno stile e un mood moderno, attuale, democratico e multitasking.
Un esempio? Il parka con cappuccio, che è allo stesso tempo una felpa, un imper corto e un pezzo da indossare pure la sera sull’abito più femminile. Ma tutta la collezione SS 2021 è orientata a una vestibilità alla day long e comprende t-shirts, pantaloni e abiti nel tessuto iconico del brand, il jersey, proposto in versione black and white.
Il nero light è grande protagonista, insieme ai dettagli in pizzo e rete, ai jeans, alla stampa grafica, alle microfantasie, allo jacquard floreale erbario sul grigio perla e rubino e all’abito ladylike color sabbia bi-materico, abbinato alla giacca iconica di Midali, corta, ad A e in tessuto metallico.
Insieme alla collezione per la Primavera/Estate 2021, Martino Midali ha svelato anche Midali Twelve Months, una capsule collection per l’Autunno/Inverno 2020. Composta da 10 pezzi in un tessuto dalla mano morbida e non sgualcibile, dove il nero è grande protagonista, è emblema di un life wear essenziale e confortevole e manifesto di manifesto di “una femminilità che vuole vestibilità facili e proporzioni di tendenza”.

Un look della collezione Martino Midali SS 2021. Photo courtesy: Guitar

Gli eventi collaterali della MFW SS 2021

Come ogni anno, con la Milano Fashion Week hatto fatto ritorno anche numerosi eventi collaterali.

Dal 19 al 22 settembre è stato di scena HOMI Fashion&Jewels Exhibition, la manifestazione dedicata all’universo accessory ospitata da Fiera Milano a Rho. La tendenza annunciata per la nuova stagione Primavera/Estate 2021 è il colore, che si propone come “la chiave di lettura di un futuro desideroso di riprendersi la joie de vivre e di guardare al domani con occhi e… accessori colorati!”.

E dal 24 al 27 settembre, negli spazi del Tortona Fashion District, si sono accese le luci su White, il salone dedicato alle realtà piccole e medie del settore moda. Per l’edizione SS 2021, la kermesse si è arricchita del progetto White for Italy, pensato per valorizzare i brand che più sostengono il Made in Italy con una speciale area all’interno della fiera e una serie di eventi e appuntamenti per la città, organizzati in collaborazione con prestigiosi store di moda e design.

Photo cover credits: Ahmad Ardity from Pixabay

Sull'Autore

Patrizia Saolini

Executive editor e corrispondente estera di JunGlam.com. Scrive dal 2010 su riviste di moda, beauty e lifestyle. Life coach professionista, con un Master di primo livello in Life Coaching riconosciuto dal Miur, é l'ideatrice di Retail Coach®, un marchio che garantisce consulenza strategica e corporate coaching alle aziende multicanali. Per Junglam segue le maggiori fashion week internazionali e gli eventi lifestyle in Italia e all'estero, oltre che dedicarsi alla rubrica di Life Coach.

Lascia un commento