fbpx
Fashion

Milano Fashion Week FW 2021/2022: le sfilate più glamour

Scritto da Patrizia Saolini

La Milano Fashion Week ha acceso i riflettori sulla moda dell’Autunno/Inverno 2021/2022, svelando le tendenze più glamour in un ricco calendario di sfilate.

A un anno di distanza dalle prime sfilate a porte chiuse e dagli eventi cancellati a causa di quelle che erano le avvisaglie della pandemia di Covid-19, la Milano Fashion Week ha riacceso i riflettori sulla moda per la stagione fredda. L’edizione dedicata alle collezioni Autunno/Inverno 2021/2022 si è svolta dal 23 febbraio all’1 marzo 2021 e ha proposto un calendario ricco di appuntamenti e di grande fascino, nonostante il formato (inevitabilmente) diverso dal passato.

Tra sfilate in presenza, virtuali e a formula mista (“phygital”), oltre a tantissime presentazioni, la MFW ha regalato ad addetti ai lavori e appassionati una settimana di grande moda e grandi emozioni e ha indicato con la consueta autorevolezza glamour le novità e gli stili più eleganti e di tendenza per l’AI 2021/2022.

Elisabetta Franchi

Le parole chiave della collezione Autunno/Inverno 2021/2022 di Elisabetta Franchi sono “audacia” ed “eleganza aristocratica”. La proposta della stilista per la prossima stagione fredda descrive una donna con la forza interiore e il coraggio di un’amazzone, ma che non rinuncia alla propria femminilità e desidera per se stessa un’eleganza lussuosa:

La donna Elisabetta Franchi è un’amazzone che ambisce alla bellezza, alla ricchezza dell’abbigliamento e ai gioielli di dorata lucentezza.

L’haute couture va di pari passo con uno stile daily ed elementi iconici del brand si alternano a una nuova ricerca espressiva. Tra cardigan morbidi e abiti sofisticati, cappelli da fantino, stivali alti, giacche sagomate e anfibi, tweed, pizzo, tulle, pelle e morbidi filati, Elisabetta Franchi conferma la sua capacità di leggere e interpretare le esigenze e i sogni delle donne e di dare loro una forma elegante, ricercata e lussuosa senza essere ostentata.

Un look della collezione AI 2021/2022 di Elisabetta Franchi. Photo courtesy: Ufficio stampa Shiseido

Anteprima

Si chiama New Horizon la collezione di Anteprima per l’Autunno/Inverno 2021/2022 e racconta una donna sicura e decisa di sé attraverso un’armonia di contrasti. Lo stilista Izumi Ogino ha aperto gli archivi del brand ed è andato alla ricerca delle radici dello stile di Anteprima per creare una serie di capi che trovano la propria identità in un’estetica minimal e in forme essenziali.

Lo stile della proposta per la nuova stagione è “no gender, iconico e fluido” e vuole marcare l’inizio di una nuova epoca, all’insegna dell’inclusività e contro ogni etichetta:

Per la collezione FW21, abbiamo riflettuto sulle priorità. A cosa ci colleghiamo e come, in un tempo imprevedibile. Abbiamo voluto esplorare il modo in cui ci relazioniamo a noi stessi e agli altri in un mondo di estrema interruzione.

New Horizon ha i suoi elementi caratterizzanti nei tessuti tecnici e nelle silhouette moderne e presenta una palette cromatica calda, elegante e delicata, in cui trovano spazio verde invernale, golden harvest, Christmas rose, tonalità neutre e lampi di rosso in diverse fumature.

Un look della collezione Anteprima AI 2021/2022. Photo courtesy: Guitar

ICEBERG

ICEBERG ha portato sul palcoscenico virtuale della Milano Fashion Week AI 2021/2022 la nuova Knitwear Utopia Capsule Collection. Per la prossima stagione fredda, il direttore creativo James Long ha reso omaggio all’heritage del brand creando una serie di capi che rispondono alla necessità di ripensare la quotidianità con stile, forme e materiali della tradizione manufatturiera italiana:

Ho pensato a un guardaroba completo, fatto di abiti che si adattano a ogni momento della giornata, dal mattino alla sera. Indumenti pensati per una donna contemporanea attenta alla cura dei dettagli, immersa in una realtà diversa, meno caotica. Le consuete cromie pop di ICEBERG sono smussate in favore di una palette essenziale per evadere dalla realtà e per tuffarsi in un universo parallelo cucito a maglia sulla pelle.

Il risultato è un mix di cardigan, cappotti avvolgenti, pull vaporosi e comode sweatshirt dal mood luxury, ma con un’impronta cool e relaxed e caratterizzati da loghi e pattern grafici reinventati in chiave soft.

Un look della collezione AI 2021/2022 di ICEBERG. Photo courtesy: GM/PR

Gilberto Calzolari

È At This Stage il titolo della proposta Autunno/Inverno 2021/2022 di Gilberto Calzolari e ha una doppia chiave di lettura. Da una parte esprime l’essenza della collezione e la volontà dello stilista di offrire una riflessione sul peculiare momento attuale. Dall’altro indica la connessione con il luogo in cui è stato girato il video della sfilata di presentazione di At This Stage, il Teatro Franco Parenti di Milano. Una scelta non casuale, ma dettata dalla volontà di richiamare l’attenzione sulla drammatica condizione del mondo dello spettacolo e dei suoi lavoratori.

La collezione per la nuova stagione di Gilberto Calzolari racconta la grande sensibilità del brand e del suo stilista anche attraverso l’impiego (come sempre) di materiali e di tecniche altamente sostenibili e nella “contrapposizione tra monocomo e multicolors, tagli spigolosi e materiali morbidi e caldi, austerità maschile e desiderio di femminilità”.

Un look della collezione Gilberto Calzolari AI 2021/2022. Photo courtesy: Guitar

Annakiki

La collezione Autunno/Inverno 2021/2022 di Annakiki si ispira al film sci-fi del 2011 Source Code di Duncan Jones con Jake Gyllenhaal, Michelle Monaghan e Vera Farmiga per esplorare le suggestioni di una dimensione spazio-tempo parallela e raccontare una donna guerriera. La stilista Anna Yang ha immaginato un wormhole che si snoda attraverso 4 scenari dfferenti – Millenium Waves, The Great Space Age, Tape Futurism, Galaxy Tribe – e racconta in una “visione cosmica” le giovani icone dei tempi attuali.

L’ispirazione e i concetti alla base della proposta per la prossima stagione fredda prendono forma in tecniche di tessitura a trecce, stampe con effetti optical, materiali 3M autoriflettenti, volumi 3D e in una palette di colori “puri” come bianco, nero e grigio, illuminati da lampi di argento e space blue.

Un look della collezione Annakiki AI 2021/2022. Photo courtesy: Poly Global Advisory

Cividini

Il percorso etico di Cividini continua anche per la nuova stagione. La collezione AI 2021/2022 si intitola significativamente Prêt-à-Reporter Monochrome e si compone di “capi fatti per restare”, realizzati in maniera artigianale con materiali di altissima qualità, all’insegna di un design rigoroso e minimale. È lo stile, non le mode, a dettare il passo della proposta della maison per la prossima stagione fredda e questo approccio si concretizza in una preferenza per il monocromo che attraversa tutta la collezione, a partire dall’androgino pea coat e dalle giacche a taglio vivo, fino ai classici parka e spolverini in raso e alle giacche – camicie.

I pantaloni morbidi, talvolta con spacchi laterali o leggermente bootcut, gli abiti con costruzione a teli in flanella superlight o in velluto, i materiali e i tessuti preziosi come il cashmere plume, la lana merino e la lana supergeelong e gli accostamenti tono su tono contribuiscono a definire lo stile essenziale e sofisticato della proposta Cividini per la nuova stagione, che è concepita per trascendere il passare del tempo.

Un look della collezione Cividini AI 2021/2022. Photo courtesy: Guitar

Sara Wong

Si intitola Tartary: Shades of Mongolia la collezione Autunno/Inverno 2021/2022 di Sara Wong ed esprime la propria ispirazione concettuale e creativa fin dal nome. Per la nuova stagione fredda, la stilista ha scelto di attingere all’estetica e alla tradizione dell’antica cultura mongola, dando forma a una serie di capi che vestono una donna femminile, estroversa e vivace.

Gli elementi caratterizzanti della collezione sono le spalle importanti e le strutture rigide contrapposte ad elementi destrutturati, che si mescolano a una proposta che comprende bustini, fasce di tessuto utilizzate al posto delle cinture, colletti alti e ricchi ricami e trova espressione in una palette cromatica che spazia dal marrone al blu, con pennellate di giallo e lilla.

Un look della collezione AI 2021/2022 di Sara Wong. Photo courtesy: Poly Global Advisory

HUI

La collezione AI 2021/2022 di HUI si ispira al teatro delle ombre (da cui il nome, Shadow Theater) e racconta una donna forte e allo stesso femminile attraverso un dialogo tra opposti. In questo modo, la cultura orientale si contrappone a quella occidentale, le suggestioni della via della seta si contrappongono alla tradizione del british style e il gusto maschile si contrappone a quello femminile.

La “sintesi magnetica” tra elementi antitetici continua anche nelle forme e nei volumi, che si sviluppano in coat e blazer in lana Shetland e maglieria oversize in lana mohair, declinati in una palette di colori che si ispira al mondo della botanica e comprende tonalità come cammello, salvia, bosco, ginepro, rosso lacca, blu Cina e turchese.

Un look della collezione AI 2021/2022 di HUI. Photo courtesy: Guitar

Sophia Nubes

La collezione di Sophia Nubes AI 2021/2022 è espressione di stile, ma anche di impegno sociale. La fondatrice e direttrice creativa del brand, Elena Pioli, ha preso posizione per rappresentare una moda realmente inclusiva e combattere la violenza e i pregiudizi attraverso la collaborazione con l’associazione Le Pavillon Blanc, che opera a sostegno delle persone albine e disabili.

Da sempre in prima linea al fianco delle minoranze e a favore della ricerca scientifica, Sophia Nubes ha portato in passerella la modella africana albina Oxana, giovane portavoce di Le Pavillon Blanc, e ha dato il suo appoggio all’empowerment femminile dell’iniziativa Dress for Success con la creazione di una t-shirt customizzata WeAreAhead.

Il messaggio di bellezza, forza e inclusione di Sophia Nubes riverbera anche nella scelta di collaborare con l’artista Ottavio Mangiarini, autore del Diario ornitologico, e nell’estetica ispirata alla naturalità del mare d’inverno e della sabbia del deserto.

Un look della collezione AI 2021/2022 di Sophia Nubes. Photo courtesy: Guitar

Maryling

L’arte è il fil rouge che guida la collezione Autunno/Inverno 2021/2022 di Maryling. Da Andy Warhol alla pixilation, dalle geometrie della street art di Londra alle illusioni ottiche di François Morellet, fino ai collage su legno di Tilde Grynnerup, la proposta del marchio per la prossima stagione fredda è pervasa da un’ispirazione vivace e profonde, che prende forma in uno stile timeless e che ha nel colore e nei pattern i propri elementi caratterizzanti.

I capispalla, tra cui spiccano mantelle, cappotti e pocho over, sono i capi chiave della collezione AI 2021/2022 di Maryling e si accompagnano a felpe ispirate al knitewear hand made, a maglie audaci dai colori brillanti e a gonne e abiti in morbida seta. Una forte, consapevole ed elegante impronta british, ispirata alle opere di Agatha Christie e ai film tratti dai suoi immortali romanzi, scandisce l’intera proposta di Maryling per la prossima stagione fredda e si concretizza ina una sartorialità lussuosa, ma confortevole e quotidiana.

Un look della collezione Maryling AI 2021/2022. Photo courtesy: Guitar

Photo cover courtesy: Ufficio stampa Shiseido (Sfilata Elisabetta Franchi)

Sull'Autore

Patrizia Saolini

Executive editor e corrispondente estera di JunGlam.com. Scrive dal 2010 su riviste di moda, beauty e lifestyle. Giornalista, Chief Happiness Officer e Life Coach con un Master di primo livello in Life Coaching riconosciuto dal Miur. É autrice di quattro libri sul retail coaching e l'ideatrice del marchio Retail Coach®. Per Junglam segue le maggiori fashion week internazionali e gli eventi lifestyle in Italia e all'estero, oltre che dedicarsi alla rubrica di Life Coach.

Lascia un commento