fbpx
Beauty

Come essere sempre belle e in ordine

Scritto da Antonio Ciaramella

La bellezza è un’esperienza di piacere che puoi vivere anche in casa. Ecco come!

Ti è mai capitato di vedere un vecchio film della Golden Age americana o le attrici europee degli anni ’50 ed esclamare “come erano belle ed eleganti!” sempre in ordine ed impeccabili. Bene il loro segreto era uno: avevano molto tempo a disposizione.

Oggi fortunatamente la donna ha conquistato diversi traguardi ma spesso a discapito della cura di se stessa. Eppure basterebbe spendere pochi minuti al giorno per raggiungere in poco tempo quel fascino e quella bellezza che a volte fatichiamo a far emergere.

Ecco allora una breve guida con i 6 segreti da conoscere per essere sempre al TOP!

Segreto numero 1: Segui te stessa

Lo so, sei rimasta stupita! Magari aspettavi subito un consiglio miracoloso sul make up, sui capelli o le creme idratanti e invece la prima cosa da fare è stabilire cos’è per te la bellezza.

È un concetto fondamentale perché spesso i risultati tragici nei look avvengono proprio per emulazione o per accontentare qualcuno, ecco perché è importante seguire i Tuoi gusti, non quelli della tua amica o quelli che vorrebbero le tue colleghe. Solo te stessa!

Segreto numero 2: Viso luminoso

Per avere una pelle luminosa ed un incarnato invidiabile c’è bisogno di documentarsi un pochino, capire che tipologia di pelle abbiamo e curarla con prodotti specifici, inoltre tieni presente che un fattore essenziale è il giusto riposo, non sempre possibile a causa di stress, lavoro e dei figli che ci assorbono totalmente… il risultato è una pelle spenta e ingrigita.

Niente panico, la mattina fai uno scrub energizzante con bicarbonato o caffè, qualora la pelle dovesse essere troppo delicata aggiungi del gel di aloe o del miele (in alternativa anche un olio di karitè è perfetto) e rimuovi tutto con dell’acqua fredda. Non solo la preparazione avrà eliminato le cellule morte dal viso e dal corpo, ma l’azione termica caldo/freddo avrà donato vigore ai tessuti. Il risultato: pulizia profonda, luminosità ed elasticità. Ricorda anche il vecchio trucco dei cucchiaini nel congelatore per aiutare a sgonfiare le borse nella zona sotto oculare. In molti casi questa routine ha più effetto di un make up… e se lo dico io!

Segreto numero 3: Make up essenziale

Mettiamo subito in chiaro le cose, gli errori principali sono due: o esageri, o non ti trucchi! Ricorda che il make up di trasformazione noi del settore lo chiamiamo “teatrale”, mentre l’esatto opposto sono “le scappate di casa” quindi cerca di fare in modo di non appartenere a nessuna delle due categorie.

Gli step per un corretto make up sono stati stabiliti già negli anni ’30 dai professionisti del cinema e della cosmesi e restano validi ancora 90 anni dopo: pelle pulita, tonico per astringere i pori, idratazione e uniformare il colore rispettando la tipologia di pelle. La pelle è un organo di senso importantissimo che fa subito percepire la nostro salute psico/fisica, direi quindi che a questo aspetto dobbiamo dedicare il 60% della routine di preparazione.

Le prime responsabili di un aspetto poco curato sono sicuramente le occhiaie, per le quali le donne impazziscono nel trovare il cosmetico adatto, più che per il fondotinta.

Quindi come fare? Se la zona sotto oculare risulta scura cercate un correttore aranciato la cui luminosità (più chiaro albicocca, medio salmone, scura aranciato) va di pari passo al tono dell’incarnato.

Inoltre più la zona è sottile più il prodotto dovrà avere una consistenza leggera e meno pastosa.

Focus su pelle e occhiaie per un make up essenziale e impeccabile | Photo by Hadis Safari on Unsplash

Segreto numero 4: La differenza nel make up

1.Come truccarsi per apparire sempre in ordine e bella? Pochissimi steps. Una volta che l’incarnato risulta luminoso e uniforme, un tocco importantissimo nel colorito lo da il blush. Questo cosmetico ha il potere di condizionare chi ti guarda e nel riconoscere immediatamente un viso luminoso dall’allure sofisticata. La luminosità del prodotto deve fondersi con il tono dell’incarnato, in questo modo si otterrà quel look “bonne mine” o “baciata dal sole”: le nuance del rosa per la donna algida, il colore pesca per gli incarnati caldi.

2. Altro piccolo grande trucco: il piegaciglia! Pensate che è lo strumento che utilizzo prima di iniziare qualsiasi make up, tanto è il suo potere di migliorare la forma dell’occhio! È semplicissimo usarlo, oggi ne esistono anche di molto piccoli per riuscire a piegare piccole porzioni per volta. Vi assicuro che non è uno strumento di tortura e soprattutto conosco l’espressione di stupore tutte le volte che lo utilizzo su una donna! Poi ovviamente occorre applicare il mascara con calma e per bene su tutta la lunghezza, pettinando e separando le ciglia.

3. Labbra in ordine, curate, idratate. Basta un gloss per dare charme mentre il colore è in grado di trasmette il nostro stato d’animo. Ricordate solo una cosa: evitare colorazioni scure se le labbra non sono in ordine poiché gli inestetismi verranno messi in evidenza.

4. Per avere un tocco glamour sugli occhi basta una matita marrone. Anche qui la luminosità del prodotto è dettata dal quella del nostro incarnato poiché per essere in ordine e non risultare appesantite il segreto è non creare eccessivo contrasto con l’incarnato stesso. La matita si applica molto vicina alle ciglia, lo spessore deve essere proporzionato all’occhio e poi va sfumata con un pennello o con un più pratico igienico e veloce Cotton fioc. Se vuoi un effetto ancora più morbido, fissa la matita con della cipria.

Pochi step per un trucco leggero e luminoso | Photo by taylor hernandez on Unsplash

Segreto numero 5: Testa in ordine

Ricordi le donne del bel cinema che fu? Le loro acconciature impeccabili? Il segreto è la piega. Sorvolo sull’utilizzare i prodotti adatti, ma la piega assicura uno styling duraturo, quindi evita di asciugarti i capelli come se fossi in palestra. Nella routine evita lavaggi frequenti e prodotti aggressivi, questa è una regola base se non vuoi rovinare il capello.

Se non ti piace curare la piega, non ti senti in grado o non hai tempo, opta per tagli pratici, veloci e corti tra l’altro di gran moda. Per essere sempre in ordine varia styling ogni giorno, le persone noteranno la cura che impieghi per ogni look. Per esempio: il primo giorno che lavi i capelli puoi scegliere una piega naturale, il secondo giorno piastra e semi raccolto, il terzo giorno un foulard di seta come fascia, capelli tirati e uno chignon basso. Un’evoluzione perfetta che ti fa stare sempre in ordine e bella. Nel caso del semi raccolto utilizza orecchini luminosi, con i capelli legati invece un rossetto sgargiante.

Regola numero 6: Resta sempre al top

Ricorda che l’ordine, la pulizia e la bellezza sono prima di tutto uno stato mentale, un modo di essere. L’errore più grande che si possa fare è trascurarsi e non abbellirsi perché si resta in casa, oppure perché non si deve incontrare nessuno. Hai presente la grande energia che ti pervade quando il vestito ti sta bene, il trucco e la piega sono venuti perfetti?

Quella è la sensazione che dovresti provare ogni giorno, quella che ti fa vivere meglio la giornata ed essere più produttiva, soprattutto se sei in smart working. Non valutare il tuo aspetto solo per effetto che ha sugli altri, ma su l’energia che apporta al tuo umore. Tira fuori tutto il bello che è in te, scegli un abito comodo che ti fa sentire bene e indossa la tua fragranza preferita, guardati allo specchio e ripeti… sei pazzesca!

Cover photo by Michael Dam on Unsplash

Sull'Autore

Antonio Ciaramella

Lavora in ambito della moda, televisivo, curatore di eventi in materia Trucco e estetica, partecipa a diverse trasmissioni tra cui “Seltz” su Rai2 e “make up il trucco del successo” su Sky e curatore del sito/blog di cultura e storicità del make up www.timelessbeauty.it. Capo truccatore di Miss Italia dal 2013. Autore del successo editoriale “Make up 100 anni allo specchio” Ed. Efesto saggio di storia ed evoluzione della cosmesi e del look nel XX secolo, inoltre docente presso le più importanti accademie d'Italia.

Lascia un commento