fbpx
Eros

Vampiri energetici: chi sono i ladri di energia e come difendersi

Scritto da Silvia Artana

Hai mai sentito parlare dei vampiri energetici? Diversamente dai loro colleghi letterari e cinematografici, non succhiano sangue, bensì energia. Abili manipolatori, si nascondono tra familiari, amici e conoscenti e possono avvelenare la tua vita con relazioni tossiche. Scopri qui come riconoscerli e come difenderti!

I vampiri? Esistono, eccome se esistono. Proprio così, hai letto bene. Tuttavia, diversamente dalle creature mitologiche che hai imparato a conoscere attraverso la letteratura, il cinema e la TV, non succhiano sangue, bensì energia. E forse ce n’è uno o più di uno anche intorno a te, ma tu non lo sai. Prova a pensarci. Se gestire alcuni rapporti familiari, di amicizia o di conoscenza ti lascia letteralmente senza forze, è probabile che tu abbia a che fare con dei vampiri energetici.

Per riappropriarti della tua vitalità, scopri qui chi sono e come difenderti.

Cos’è il vampirismo energetico

Hai mai sentito parlare di “vampirismo energetico”? Questa definizione bizzarra, ma decisamente efficace, indica una forma di manipolazione psicologica per cui una persona, detta vampiro energetico o vampiro emotivo, sottrae a un’altra energia psichica, emotiva e in ultima istanza fisica.

Il vampirismo energetico può essere attuato attraverso l’atteggiamento adulatorio. In pratica, il vampiro energetico ti riempie di complimenti, ma lo fa solo per ottenere la tua fiducia e la tua benevolenza e avere quello che gli serve. In realtà, non ti vuole bene e non ti stima. Anzi, probabilmente è geloso di te e della tua vita e vorrebbe che le cose ti andassero male. All’opposto, il vampirismo energetico può manifestarsi attraverso il ricatto emotivo. Il vampiro energetico ti fa sentire responsabile per lui e i suoi problemi e fa crescere in te un senso di colpa tale da sentirti obbligata ad ascoltarlo e dargli supporto al punto da mettere in secondo piano te stessa e le tue esigenze.

In tutti i casi, il risultato è lo stesso. Mentre tu spendi tempo e risorse per lui, lui non fa nulla per te. Il vampiro energetico non è davvero interessato alla tua opinione, ai tuoi consigli e al tuo aiuto, ma è in cerca di attenzione e conferme. Ascoltare non gli importa e tantomeno cambiare e ti trascina in un loop che ti lascia frustrata, nervosa, stanca e con la sensazione di avere buttato via tempo, parole ed energia per niente. E l’aspetto peggiore è che non è solo una sensazione, ma la realtà dei fatti.

Come riconoscere i vampiri energetici

Diversamente dai loro colleghi letterari e cinematografici, i vampiri energetici non sono ipersensibili alla luce e non hanno i canini sporgenti. Di conseguenza, riconoscerli e tenerli alla larga non è facile. Tuttavia, presentano alcune caratteristiche che ti possono mettere in guardia.

Di solito, i vampiri energetici si atteggiano a vittime e attribuiscono tutti i problemi che li affliggono a fattori esterni. Non si assumono mai la responsabilità delle loro azioni e di eventuali fallimenti e si lamentano di continuo di come la sorte si accanisca contro di loro, spesso e volentieri in modo teatrale. Altri tratti tipici dei vampiri energetici sono narcisismo, egocentrismo ed egoismo. Inoltre, sono permalosi e svalutanti.

Poiché sono molto concentrati su se stessi, i vampiri energetici non sanno ascoltare e non sono interessati agli altri. Hanno una spiccata tendenza a raccontare bugie e a negare la verità e di solito offrono di sé un’immagine perfetta e di successo, che il più delle volte è antitetica alla realtà.

Per ottenere la fiducia e la benevolenza delle loro “vittime”, si mostrano disponibili e amichevoli, scivolando facilmente nell’adulazione. D’altra parte, covano malcelati sentimenti di invidia e risentimento e tendono a instaurare rapporti soffocanti, assillando gli altri con la loro presenza e con domande come: “Ce l’hai con me?”, “Ho fatto qualcosa di sbagliato?”. Quest’ultimo atteggiamento è particolarmente insidioso, perché ti può indurre a credere che si preoccupino per te. In realtà, è un modo per tenerti sotto controllo. Chiedendoti se ti hanno delusa o fatta arrabbiare, mirano a instillare in te il senso di colpa nei loro confronti e a fare vacillare la tua capacità di valutazione delle persone e delle situazioni.

I vampiri energetici non succhiano sangue, ma energie.

I vampiri energetici in amore

Se la tua relazione non ti rende felice e, al contrario, ti fa sentire triste, frustrata e stanca, può darsi che il ragazzo con cui stai sia un vampiro energetico. Quando sei così coinvolta, leggere i segnali di una manipolazione psicologica non è facile. Ma trovare un punto di vista oggettivo è fondamentale per riprendere in mano la tua vita e uscire da un rapporto tossico.

I vampiri energetici in amore sono tendenzialmente narcisisti, persone che si nutrono dell’affetto e della dedizione di partner con una bassa autostima, che ripagano con un atteggiamento svalutante e dispregiativo. All’inizio sono dolci e premurosi e ti riempiono di complimenti. Tuttavia, con il passare del tempo, il loro comportamento cambia in modo impercettibile ma costante e le parole gentili iniziano a trasformarsi in critiche e rimproveri “per il tuo bene”.

Il partner vampiro energetico mina la tua fiducia in te stessa e più tu ti dai da fare per compiacerlo e raggiungere i suoi standard, più lui alza l’asticella e ti fa sentire inadeguata e privilegiata di stare con lui. In questo modo, cementa la tua dipendenza affettiva e la usa a suo vantaggio, facendoti percepire il tempo e le attenzioni che ti dedica come magnanime concessioni.

Se ti accorgi che il ragazzo con cui stai si comporta in questo modo e che non perde occasione per sminuirti e talvolta umiliarti tout court, forse è il caso che inizi a pensare di scrivere la parola fine al vostro rapporto.

Come difendersi dai vampiri energetici

È possibile difendersi dai vampiri energetici? Per tua fortuna, la risposta è “sì”.

Per prima cosa, devi riconoscerli. Può sembrare banale ma, come hai avuto modo di capire, sono abili manipolatori e sanno come mimetizzarsi in modo da non essere scoperti. Identificarli diminuisce il potere che esercitano su di te e ti permette di affrontarli evitando le loro trappole mentali.

Il secondo passo consiste proprio nell’uscire dal circolo di adulazione e/o colpevolizzazione che ti hanno stretto intorno. Non è vero che sono le vittime predestinate di tutti e tutto e tu non devi farti carico di loro e dei problemi che hanno o dicono di avere. Se hai passato ore ad ascoltarli e a dare loro consigli e non hanno mai provato a cambiare, non stare a perdere altro tempo: non lo faranno mai, perché è l’atto di lamentarsi che li appaga.

Riprenditi la tua vita e i tuoi spazi e metti fine agli atteggiamenti sprezzanti. Il comportamento svalutante e punitivo che hanno nei tuoi confronti è dettato dal fatto che loro sono o si sentono inadeguati. Non sei tu quella sbagliata e che deve darsi da fare per essere accettata e amata.

Raddrizzare un rapporto basato sul vampirismo energetico è molto difficile, per non dire impossibile e la cosa migliore sarebbe chiuderlo. Tuttavia, se non ci riesci o non te la senti, devi attrezzarti per non ricadere una seconda volta nella trappola. Perché i vampiri energetici non cambiano e, dopo avere pianto calde lacrime di pentimento, torneranno a comportarsi come prima. Sei sicura di potere evitare l'”incantesimo” che già una volta ti ha soggiogata?

Photo cover credits: Adobe Stock

Photo text credits: Hanna Postova on Unsplash

Sull'Autore

Silvia Artana

Dopo la laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie, ha conseguito un Master in Divulgazione Scientifica e ha mosso i primi passi nell'editoria occupandosi di scienza e tecnologia. Oggi scrive di moda, bellezza, benessere, lifestyle, cinema e TV per diversi magazine e testate digitali e svolge attività di copywriting, storytelling e ghostwriting online e offline.

Lascia un commento