fbpx
Lifestyle

Come tingere le mura di casa da soli

Scritto da Jessica Di Camillo

Molte persone, di solito, quando vogliono dipingere casa chiamano una persona o una società specializzata per essere sicuri che il lavoro sia impeccabile, ma ovviamente come per tutte le cose si può imparare anche a farle da soli, come per esempio tingere le mura di casa. Vediamo come farlo e anche i materiali che servono per svolgere questo lavoro

1. Per prima cosa bisogna prendere i materiali utili ovvero i teli, lo scotch, la carta vetrata, lo stucco, il pennello e il rullo. Mi raccomando di prendere dei teli grandi così da coprire i mobili della casa per evitare che si sporchino. Dopo aver preso tutto il necessario, coprite il pavimento, le porte, le finestre con i giornali e di fissarli con lo scotch.

2. Prima di dipingere le pareti, bisogna pulirle con una scopa per evitare che ci sia polvere. Se i muri sono ridotti male, devi passare la carta vetrata fino a che non diventa omogeneo dopo di che devi passare lo stucco per eventuali buchi e poi passare nuovamente la carta vetrata.

3. Dopo aver fatto i passaggi scritti sopra, puoi cominciare a diluire la vernice come indicato nel barattolo, immergete il rullo nel colore, spremetelo per bene e cominciate a dipingere dall’alto verso il basso e usare il pennello nelle parti più piccoli o più difficili come ad esempio gli angoli. Dopo aver finito di tingerlo dovete aspettare che si asciughi.

4. Dopo che la vernice si è asciugata, devi ricordati di passare il colore per una seconda volta così l’intensità sarà maggiore e più corposo. Ti consiglio di passare la prima mano la mattina presto e la seconda mano verso il primo pomeriggio così che la vernice possa tranquillamente seccarsi.

5. Il quinto e ultimo step che è la parte più rognosa di tutte ovvero quello di rimettere tutto apposto, quindi di togliere i teli dai mobili, di levare lo scotch e la carta dei giornali dal pavimento e nel caso in cui la vernice abbia oltrepassato il giornale devi pulire con uno straccio, ben strizzato, il pavimento con la macchia. Dopo aver pulito tutto puoi ora rimettere tutti i mobili in ordine e potrai decidere se tenere la stessa disposizione oppure cambiarla.

I colori per le pareti

Adesso che abbiamo visto il procedimento di come tingere il muro di casa, è arrivato il momento più difficile ovvero quello di scegliere il colore del muro. Tanta gente va sempre sul sicuro sul bianco, in quanto è un colore neutro che piace a tutti ma che alla lunga questo può stufare. Vediamo quali colori possono andare bene e quali sono a tuo piacimento per qualunque stanza della casa come per la cucina, il soggiorno, la camera da letto e lo studio.

La cucina e il soggiorno

Innanzitutto, il colore dipende molto anche dallo stile della cucina e del soggiorno, se entrambi sono classici o moderni. Se hai una cucina classica oppure un open space che comprende sia cucina che soggiorno, ti consiglio un colore chiaro come per esempio il beige, il panna oppure tortora mentre se hai una cucina e il soggiorno moderno ti consiglio il blu, il grigio e il rosso.

Camera da letto e studio

Per la camera da letto ti consiglio dei colori che ti spingono a rilassarti come per esempio l’avorio, il grigio chiaro, panna oppure écru mentre per lo studio ti consiglio un colore che ti mantiene concentrato che non ti distrae dal tuo lavoro come per esempio il bianco, il verde chiaro e il giallo oppure l’arancione che donano vitalità e pace.

Sull'Autore

Jessica Di Camillo

Studiosa di Scienze Umane, esperta nel retail online.
Sta perfezionando i suoi studi in ambito della formazione.
Newser di Gossip su Junglam.

Lascia un commento