fbpx
Lifestyle

Le frasi più celebri dei filosofi

Ecco le frasi più celebri dei filosofi più famosi. Scoprile qui!

La Filosofia nasce nell’antica Grecia, dal VII secolo A.C. al VI secolo D.C. ed è una materia che studia l’esistenza dell’essere umano e cerca di definire la natura stessa. Nell’arco della storia ci sono stati tanti filosofi che si sono avvicendati.

Ecco le frasi più celebri dei filosofi. Trovale qui!

  1. L’unica vera saggezza è sapere di non sapere nulla.
    (Socrate)

  2. La causa fondamentale dei problemi è che nel mondo moderno gli stupidi sono sicuri di sé mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi.
    ( Bertrand Russell)

  3. Non conosco una via infallibile per il successo, ma una per l’insuccesso sicuro: voler accontentare tutti.
    (Platone)

  4. Ci son di quelli che non vivono la vita presente, ma si preparano con molto zelo come se dovessero vivere non il presente, ma una qualche altra vita; e intanto il tempo si perde e fugge via.
    (Antifonte)

  5. Non si deve far smettere chi contraddice contraddicendolo, ma convincendolo: neppure il pazzo infatti è curato da chi diventa a sua volta pazzo.
    (Antistene)

  6. È proprio di chi è ignaro di filosofia accusare gli altri delle proprie disgrazie; è proprio invece di chi ha cominciato a istruirsi accusare se stesso; è proprio infine di chi si è educato nella filosofia non accusare né gli altri né se stesso.
    (Epitteto)

  7. Nasciamo una sola volta, due non è concesso; tu, che non sei padrone del tuo domani, rinvii l’occasione di oggi; così la vita se ne va nell’attesa, e ciascuno di noi giunge alla morte senza pace.
    (Epicuro)

  8. Fin quando uno commette ingiustizia, anche se possiede tutte le ricchezze e tutte le terre di questo mondo, continua a restare povero.
    (Porfirio)

  9. Sii gentile, perché ogni persona che incontri sta già combattendo una dura battaglia.
    (Platone)

  10. L’uomo, che ha raggiunto la perfezione, è il più nobile degli animali. Separato dalla legge e dalla giustizia, è il peggiore.
    (Aristotele)

  11. Salvaguardate il vostro diritto di pensare, perché anche pensare male è meglio di non pensare affatto.
    (Ipazia)

  12. L’amicizia di una sola persona intelligente vale più di quella di tutti gli altri messi insieme.
    (Democrito)

  13. Se uno guardasse dal cielo verso la terra, quale gli apparirebbe la differenza fra quello che facciamo noi e quello che fanno le formiche o le api?
    (Celso)

  14. Se tutti diventassero re la vita sarebbe impossibile, ma questa non è una buona ragione per evitare l’istituzione regale.
    (Pitagora)

  15. La vita umana è come un pendolo che oscilla incessantemente fra noia e dolore, con intervalli fugaci, e per di più illusori, di piacere e gioia.
    (Arthur Schopenhauer)

  16. La religione è il singhiozzo di una creatura oppressa, il sentimento di un mondo senza cuore, lo spirito di una condizione priva di spirito. È l’oppio dei popoli.
    (Karl Marx)

  17. Possiamo facilmente perdonare un bambino che ha paura del buio la vera tragedia della vita è quando gli uomini hanno paura della luce.
    (Platone)

  18. Vuoi essere ricco? Non preoccuparti di aumentare la tua ricchezza, ma di diminuire la tua avidità.
    (Epicuro)

  19. Non ho bisogno di un amico che cambia quando cambio e che annuisce quando annuisco, la mia ombra lo fa molto meglio.
    (Plutarco)

  20. La ragione per cui abbiamo due orecchie ed una sola bocca è che dobbiamo ascoltare di più, parlare di meno.
    (Zenone di Cizio)

  21. Se ti affezioni ad una pentola, pur sapendo che è di terracotta, non ti lamentare se si rompe. Nello stesso modo, quando baci tua moglie o tuo figlio, di’ sempre a te stesso “Sto baciando un mortale”, affinché, se poi muoiono, tu non abbia a rimanere sconcertato.
    (Epitteto)

  22. Non è perché le cose sono difficili che non osiamo farle; è perché non osiamo farle che le cose sono difficili.
    (Seneca)

  23. Le persone chiedono la libertà di parola come compensazione per la libertà di pensiero che raramente usano.
    (Kierkegaard)

  24. Se ci viene alle mani qualche volume, per esempio di teologia o di metafisica scolastica, domandiamoci: Contiene qualche ragionamento astratto sulla quantità o sui numeri? No. Contiene qualche ragionamento sperimentale su questioni di fatto e di esistenza? No. E allora, gettiamolo nel fuoco, perché non contiene che sofisticherie ed inganni.
    (David Hume)

  25. Se vuoi essere un vero cercatore della verità, è necessario che almeno una volta nella tua vita tu dubiti, per quanto possibile, di tutte le cose.
    (Cartesio)

Sull'Autore

Jessica Di Camillo

Studiosa di Scienze Umane, esperta nel retail online.
Sta perfezionando i suoi studi in ambito della formazione.
Newser di Gossip su Junglam.

Lascia un commento