News

miart 2018: a Milano la fiera d’arte moderna e contemporanea

miart 2018
Scritto da Silvia Artana

L’arte moderna e contemporanea sono grandi protagoniste a Milano con miart 2018. Nella settimana che precede il Salone del Mobile, la città ospita la fiera d’arte più importante di Italia, in cui la solidità degli aspetti di mercato e le componenti di ricerca danno forma a un modello capace di attrarre l’interesse e il consenso di addetti ai lavori, appassionati e curiosi.

Per due settimane Milano diventa capitale dell’arte e del design. In attesa del Salone Internazionale del Mobile e dei numerosi eventi a esso collegati, dal 13 al 15 aprile è tempo di miart 2018. Dopo il grande successo delle precedenti edizioni, la 23esima fiera dell’arte moderna e contemporanea torna all’interno del Padiglione 3 di Fieramilanocity, consolidata e aggiornata dalla direzione artistica di Alessandro Rabottini e con Intesa San Paolo in qualità di main partner.

La sempre crescente qualità di espositori e operatori provenienti da tutto il mondo, una ricca selezione di opere dagli inizi del XX secolo ai giorni nostri e la capacità di dare vita a un dialogo unico nel suo genere tra arte moderna, arte contemporanea e design da collezione sono gli ingredienti di una formula che riscuote enorme successo presso addetti ai lavori, appassionati e curiosi e di un modello fieristico che fonde con perfetto equilibrio la solidità degli aspetti di mercato e le componenti di ricerca.

Le gallerie e le sezioni di miart 2018

miart 2018 Established Contemporary

miart 2018 Established Contemporary: Kilchmann, SHAHBAZI.

Saranno 184 le gallerie internazionali presenti a miart 2018, con un incremento del 5% rispetto all’edizione del 2017, 61 nuovi partecipanti e 75 gallerie straniere.

Gli espositori saranno organizzati ancora una volta in 7 sezioni, caratterizzate da un alto tasso di progettualità, numerosi stand personali dedicati alla valorizzazione dei singoli artisti e presentazioni dalla forte impronta curatoriale, strettamente connesse alle varie mostre proposte dalle istituzioni milanesi per l’Art Week.

Nella sezione principale, Established, saranno presenti 124 espositori suddivisi tra Established Contemporary (artisti e opere contemporanei) ed Established Master (artisti e opere dai primi del ‘900 fino agli anni ’90). Emergent proporrà 20 gallerie internazionali da 10 paesi, focalizzate sui giovani talenti emergenti, di cui 13 al debutto assoluto. In Generations, il focus sarà sul dialogo tra 8 coppie di artisti appartenenti a generazioni diverse e con posizioni artistiche differenti. In Decades, 9 gallerie ripercorreranno le decadi del ‘900 (dagli anni ’10 agli anni ’90). Nella sezione On Demand, saranno presentate opere site-specific o interattive, che esplorano la relazione diretta con lo spettatore e/o il collezionista. In Object, 14 gallerie accenderanno i riflettori sul design sperimentale e in edizione limitata, le arti decorative e i pezzi storici da collezione.

Milano Art Week 2018

miart 2018 Emergent

miart 2018 Emergent: Sophie Tappeiner, Loderer.

miart 2018 porta con sé un ricco programma di eventi, inaugurazioni e aperture speciali in collaborazione con istituzioni pubbliche, fondazioni e gallerie private e spazi non-profit. Le varie iniziative prenderanno il via lunedì 9 aprile e proseguiranno fino al 15.

Tra i tantissimi appuntamenti, ci saranno due importanti novità. Sabato 14 aprile sarà la volta dell’Art Night No Profit Spaces, una serata speciale dedicata a inaugurazioni, performance ed eventi organizzati da spazi non profit e progettuali. Invece, domenica 15 aprile è prevista l’apertura straordinaria delle gallerie cittadine.

Inoltre, mercoledì 11 e giovedì 12 aprile, presso il Triennale Teatro dell’Arte, il coreografo Alessandro Sciarroni e i video-artisti Masbedo (Nicolò Massazza e Iacopo Bedogni) proporranno la performance Prisma, un eccezionale dialogo tra diversi linguaggi creativi, quali danza, fotografia e video-arte.

Premi e acquisizioni

miart 2018 Decades

miart 2018 Decades: Richard Saltoun, SPENCE.

miart 2018 conferma i 7 premi delle passate edizioni.

Una nuova rosa di giurie internazionali, composte da direttori e curatori di musei dall’alto profilo mondiale, avrà il compito di individuare le opere e gli artisti vincitori del Fondo di Acquisizione di Fondazione Fiera Milano, del Premio LCA per Emergent per la miglior galleria emergente, del Premio Herno (in collaborazione con Herno SpA) per lo stand con il miglior progetto espositivo, del Premio Fidenza Village per Generations (in collaborazione con Fidenza Village e Value Retail) per il miglior stand della sezione Generations, del Premio On Demandby Snaporazverein (in collaborazione con l’associazione di produzioni sperimentali Snaporazverein) per la migliore presentazione all’interno della nuova sezione On Demand, del Premio CEDIT per Object (in collaborazione con CEDIT), ovvero l’acquisizione di un’opera di un designer italiano emergente presentata all’interno della sezione Object e destinata alla collezione permanente del Triennale Design Museum di Milano, e del Premio Rotary Club Milano Brera per l’Arte Contemporanea e i Giovani Artisti.

miartalks e miarteducational

miart 2018 Object

miart 2018 Object: Ammann Gallery, SACHS.

Per il terzo anno consecutivo, a miart torna miartalks, una serie di conversazioni e tavole rotonde attorno a un tema unificante, che per il 2018 sarà la dimensione della immaginazione. Sotto il titolo “Che cosa possiamo immaginare”, più di 40 artisti, curatori, direttori di musei, scrittori e architetti internazionali presenteranno il loro punto di vista sull’argomento e forniranno il loro personale contributo alla discussione. Come in passato, miartalks è organizzato in collaborazione con In Between Art Film, la casa di produzione per film d’artista e video sperimentali fondata da Beatrice Bulgari.

Invece, è una novità assoluta miarteducational. Realizzata grazie a una partnership con Fidenza Village, l’iniziativa permetterà di prendere parte a una serie di visite guidate per approfondire i contenuti storico-artistici e curatoriali degli stand di Fieramilanocity, con una particolare attenzione alle sezioni Generations e Decades. Per partecipare agli eventi, completamente gratuiti, basterà prenotare sul sito miart.it.

Photo courtesy: Ufficio stampa miart 2018

Sull'Autore

Silvia Artana

Dopo la laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie, ha conseguito un Master in Divulgazione Scientifica e ha mosso i primi passi nell'editoria occupandosi di scienza e tecnologia. Oggi scrive di moda, bellezza, benessere, lifestyle, cinema e TV per diversi magazine digitali e svolge attività di copywriting e storytelling online e offline.

Lascia un commento