fbpx
News

La Pupa e il Secchione: nella nuova edizione un ex tronista

Scritto da Federica Giuliano

Solo poco tempo fa sono stati svelati, durante la trasmissione Verissimo, i secchioni che parteciperanno al programma La Pupa e il Secchione e viceversa. Oggi sono stati svelati sul Corriere della Sera le secchione e i pupi.

Tra loro è comparso una vecchia conoscenza dei telespettatori di Uomini e Donne.

I secchioni saranno: Raffaele Mazzoni, il latinista Giovanni Tobia De Benedetti, il più intelligente d’Italia 2018 Lorenzo De Laurentis, il maestro di scacchi Andrea Santagati e lo sviluppatore di videogiochi Dario Massa.

Le pupe invece verranno svelate soltanto durante la messa in onda del programma, per i pupi invece il percorso è diverso: i loro nomi sono stati già usciti. I due giovani che dovranno scambiare con le secchione il loro sapere per migliorarsi a vicenda sono: Stefano Beacci e Mariano Catanzaro. Le due secchione invece sono la professoressa di matematica Florencia Lourdes Genna e la filologa Maria Assunta Scalzi.

Tornando ai pupi: Stefano Beacco è uno stripper che lavora in discoteca; Mariano Catanzaro invece è già noto. Il ragazzo napoletano classe ’83, Mariano ha partecipato a Uomini e Donne nel 2014, come corteggiatore di Valentina Dallari. Il suo percorso termina male, è infatti costretto ad abbandonare il programma. Mariano ci ha provato una seconda volta, sempre com corteggiatore ma questa volta di Desirèe Popper, ma anche questa volta non è finita come nelle favole.

Nel 2018 arriva la svolta: Mariano diventa tronista e dopo un percorso non semplicissimo, sceglie Valentina Pivati.

L’appuntamento per scoprire quello che accadrà durante la trasmissione e conoscere le sei pupe de “La Pupa e il Secchione” è per martedì 7 gennaio alle 21:25 su Italia1.

Cover Photo on Instagram

Sull'Autore

Federica Giuliano

Laureata in Scienze della Moda e del Costume alla Sapienza ed esperta nel settore fashion.
Ha perfezionato i suoi studi in Web Marketing e Social-media marketing.
Newser di Gossip su Junglam.com.

Lascia un commento