fbpx
News

Il passato problematico di Andrea Montovoli: Ecco cosa ha detto

Scritto da Jessica Di Camillo

Quando aveva 18 anni, Andrea Montovoli ha avuto una fase molto difficile che grazie a questo ha voluto avvicinarsi nel mondo della recitazione fino a diventare un attore. Infatti il ragazzo ha dichiarato:

Ho bisogno di liberarmi di questa cosa, mi sta attanagliando. É successo 17 anni fa, avevo 18 anni. É successo a San Valentino. […]Farsi insabbiare e rendersi mostruosi quando non si è quel tipo no….Insomma, cose si dice? Vai con lo zoppo impari a zoppicare. Non ti posso dire cosa è successo, ma è la cosa più brutta che mi sia potuta succedere. Parliamo di sei mesi passati in quel modo. E gli anni a seguire, non è che… Quando tocchi certe corde capisci che la libertà non è solo più una parola, ma è un peso notevole e fondamentale nella propria mente. Mio padre non c’era più da un paio di anni ed io facevo tante cazza*te. Ad oggi non me ne vergogno perché è una bella storia di resilienza, come Fernanda che è un altro esempio. […] Fino ad oggi questa storia la sapevano solo mia madre, mia sorella e pochi amici. Mia madre per tanti anni mi ha detto di non dire niente… Ma ora che ho riaperto il pantalone penso “che male c’è?” […] É grazie a quello se ho iniziato a recitare.

Paolo Ciavarro, senza essere inopportuno, ha dichiarato ad Andrea di aver capito cosa gli fosse successo e ha aggiunto che questa problematica l’ha avuta anche sua madre Eleonora Giorgi, infatti lei ha scritto un libro della sua familiarità con la droga. Ciavarro ha affermato:

Sai che questa cosa la puoi gestire, mi son fatto un’idea. […] Io c’è l’ho in famiglia: mia mamma. Mia mamma ha scritto un libro dopo trent’anni per raccontare.

Cover photo on Instagram

Sull'Autore

Jessica Di Camillo

Studiosa di Scienze Umane, esperta nel retail online.
Sta perfezionando i suoi studi in ambito della formazione.
Newser di Gossip su Junglam.

Lascia un commento