fbpx
News

Francesco Chiofalo finisce in ospedale: le sue labbra erano troppo gonfie

Scritto da Federica Giuliano

Lo conosciamo per essere un ex tentatore di Temptation Island, ma non solo. Francesco Chiofalo si è fatto conoscere perché è sempre al centro di gossip continui.

L’ultima notizia è di qualche ora fa: Francesco sarebbe finito in ospedale a causa delle labbra troppo gonfie.

Il tentatore è tornato da poco con la sua ex fidanzata Antonella Fiordalesi, ha pubblicato una serie di Instagram Stories per raccontare ciò che gli è accaduto:
Guardate cosa mi è successo alle labbra. Guardate le mie labbra. Ca**o, Ca**o. Sto andando al pronto soccorso. Non so cosa mi sia successo. Mi sono gonfiato tutto. Sono pieno di macchie. Le labbra mi si sono gonfiate all’improvviso. Sto correndo al pronto soccorso. Sono molto preoccupato“.

Da quanto raccontato Francesco sarebbe stato prima al Pronto Soccorso, ma una volta lì i medici gli avrebbero consigliato di rimanere in ospedale, visto che antistaminici e cortisone non avrebbero fatto effetto su di lui.

Il ragazzo ha poi raccontato:

“Sembrava fosse una allegria. Gli antistaminici e il cortisone per vena non hanno fatto effetto su di me. Purtroppo continuo a gonfiarmi invece di migliorare. Mi ricoverano per tenermi sotto osservazione. Hanno paura che se peggiorassi si potrebbe gonfiare anche la lingua. Domani mi daranno una diagnosi dopo che mi avranno visto altri dottori. L’unica cosa che mi rende davvero triste è che sono lontano dalla mia ragazza. Ti amo piccola non ti preoccupare“.

Queste le parole di Francesco per rassicurare la sua fidanzata. Ma cosa starà succedendo a “Lenticchio”? Sicuramente non ci metterà molto a rendere la diagnosi pubblica. Noi siamo tutti molto ansiosi di sapere che cosa è accaduto a Chiofalo.

Cover photo on Instagram

Sull'Autore

Federica Giuliano

Laureata in Scienze della Moda e del Costume alla Sapienza ed esperta nel settore fashion.
Ha perfezionato i suoi studi in Web Marketing e Social-media marketing.
Newser di Gossip su Junglam.com.

Lascia un commento