fbpx
Celebrities

Sanremo 2020: i look più belli sul palco dell’Ariston

Diletta Leotta e Amadeus
Scritto da Serena Serra

Armani, Alberta Ferretti, Trussardi, Moschino ed Ermanno Scervino: i look visti sul palcoscenico di Sanremo 2018 sono un inno all’eccellenza della sartorialità italiana.

È vero che al Festival di Sanremo le protagoniste sono le canzoni ma, sotto alcuni punti di vista, la kermesse canora è un po’ come un matrimonio: se dopo una cerimonia la domanda che gli invitati si sentono fare più spesso è “com’era vestita la sposa?”, durante la gara di canzoni più famosa d’Italia dare un’occhiata agli abiti indossati da presentatori, cantanti e superospiti è quasi d’obbligo. Quindi ecco i migliori look di Sanremo 2020 secondo noi!

I look più belli della quinta e ultima serata di Sanremo 2020

E anche per questo 2020 la kermesse musicale più importante d’Italia è finita. Tra mille polemiche, dalla squalifica di Morgan e Bugo all’accusa di plagio per Piero Pelù, Diodato ha vinto la 70esima edizione del Festival di Sanremo ma, in tema di look, il mattatore è stato senza dubbio Achille Lauro che ogni sera ci ha stupito per outfit e attitudine.

Cristiana Capotondi
Cristiana Capotondi. Photo courtesy Pandora press office

La prima ospite della serata non poteva che essere una donna. Cristiana Capotondi ha abbinato il vestito luccicante Philosophy di Lorenzo Serafini ai gioielli della linea Purely di Pandora, le linee sferiche e moderne dei bijoux perfettamente abbinate alla scollatura sulla schiena dell’abito.

Mara Venier, che era co-conduttrice per quest’ultima serata, ha indossato un tailleur P.A.R.O.S.H. e ha mantenuto la promessa di scendere la scalinata senza scarpe.

Diodato ha vinto con la canzone Fai rumore e con i revers brillantissimi del completo Dolce&Gabbana.

I luccichii sono stati i veri protagonisti dei look della quinta serata di Sanremo. Non si è tirata indietro Francesca Maria Novello con le paillettes e i cristalli degradé dell’abito bustier Alberta Ferretti.

Dunque, si diceva, Achille Lauro? O Elisabetta I? Il cantante romano, come sempre in Gucci, porta sul palco la sua interpretazione della Regina Vergine.

Sobria con la giusta quantità di strass Tosca in Antonio Riva.

I look più belli della prima serata di Sanremo 2020

Nella grande cerimonia rappresentata dalla prima serata della settantesima edizione del Festival di Sanremo gli occhi di tutti i fashion addict erano puntati, ovviamente, su Diletta Leotta e Rula Jebreal, designate per affiancare Amadeus per il suo debutto sul palcoscenico dell’Ariston.

Per la prima serata di Sanremo 2020 Diletta ha scelto di indossare tre abiti da sera Etro: giallo oro, gonna ampia e tessuto jacquard per l’esordio sul palco di questa edizione, jumpsuit con scollatura a cuore e maxi gonna con fiori stilizzati per il primo cambio d’abito e velluto total black con un tocco di colore dato dalle scarpe fuxia per il terzo look.

Più eterea Rula Jebreal, che scende le scale del suo debutto al teatro Ariston con un abito Armani tempestato di cristalli, per poi indossare un Armani Privé vintage per tenere il suo commovente discorso di denuncia sulla violenza contro le donne.

Amadeus, nella doppia veste di presentatore e direttore artistico, ha fatto il suo ingresso con uno smoking in lamé argentato firmato Gai Mattiolo. Lo stilista ha ideato per il conduttore 15 completi tra i quali scegliere al momento la mise preferita.

Scollatura geometrica e capelli wet per Elodie che, in Versace, è in gara con il brano Andromeda.

https://www.instagram.com/p/B8LWtaGqutA/

Tiziano Ferro, in qualità di ospite d’onore, intona Volare e si commuove poi sulle note di Almeno tu nell’universo indossando uno smoking firmato Armani.

Re Giorgio è la scelta anche di Emma Marrone che dopo l’avventura cinematografica con Gli anni più belli di Gabriele Muccino, torna alla canzone come superospite del Festival di Sanremo 2020.

E non si può non menzionare Achille Lauro che, entrato in scena con una cappa ricamata di Gucci, nel momento clou della sua esibizione, si spoglia rimanendo con i suoi tatuaggi appena velati da un ensemble color carne. La spiegazione arriva in diretta: il cantante ha voluto interpretare il momento in cui San Francesco si spoglia dei propri abiti per abbracciare la povertà, secondo l’interpretazione che viene data nelle Storie di San Francesco dipinte nella Basilica Superiore di Assisi e attribuite a Giotto.

I look più belli della seconda serata di Sanremo 2020

E dopo la serata inaugurale, anche l’edizione 2020 del Festivalone entra nel vivo. Ad affiancare Amadeus, come sempre in Gai Mattiolo, tocca alle giornaliste Emma D’Aquino e Laura Chimenti insieme al sex symbol degli anni ’80 e ’90 Sabrina Salerno.

Emma D’Aquino, dopo la sua apparizione al fianco di Claudio Baglioni nel 2018, debutta come co-conduttrice indossando tre abiti di Antonio Grimaldi: il monospalla color glicine e l’abito rosa cipria appartengono alla collezione Primavera/Estate 2020 dello stilista salernitano, mentre quello silver con scollo all’americana è stato creato apposta per lei.

Per Laura Chimenti, invece, due stilisti diversi. Sylvio Giardina per l’abito in velluto nero e organza con ricamo a motivi geometrici e per quello rosa pallido con gonna ampia e ventagli di tulle drappeggiati e Fendi per il vestito nero, romanticissimo.

Sabrina Salerno per i suoi outfit ha invece scelto il giovane Gabriele Fiorucci Bucciarelli sfoggiando due tailleur, uno bianco e uno rosso con giacca avvitata e profonda scollatura, e un abito nero con maniche a guanto e spacco abissale.

A scaldare il palco di Sanremo 2020 anche Elettra Lamborghini, secondo molti l’unica risposta possibile, in fatto di look, ad Achille Lauro. La regina italiana del twerking ha presentato la sua canzone in una jumpsuit con ruches firmata Marinella Spose.

Colori pastello anche per l’ensemble gonna e bustier di Marco De Vincenzo scelto da Levante.

Tra gli uomini, impeccabili Fiorello in giacca da smoking bordeaux firmata Giorgio Armani e Tiziano Ferro, che ha invece scelto un completo monopetto Dolce & Gabbana.

I look più belli della terza serata di Sanremo 2020

La terza serata del Festival di Sanremo 2020 è quella dedicata ai duetti su canzoni storiche, ma la più attesa di tutte è Georgina Rodriguez, ovvero la signora Cristiano Ronaldo, sul palco insieme ad Amadeus e alla star della televisione albanese Alketa Vejsiu.

Georgina fa il suo ingresso strizzata in uno scollatissimo abito a sirena Atelier Pronovias, poi si lancia in un tango scatenato avvolta in frange e paillettes firmate Nicole Milano.

Per il suo Sanremo, invece, Alketa Vejsiu ha scelto il rosa di Dolce & Gabbana e il rosso, un po’ alla Jessica Rabbit, firmato da lei stessa con il suo brand Class by Alketa Vejsiu.

In tema di outfit, però, la curiosità era tutta puntata su Achille Lauro, trasformato in David Bowie grazie a Gucci, e su Elettra Lamborghini, una vera diva della vecchia Hollywood in Pleasedontbuy signed by Twinset.

I look più belli della quarta serata di Sanremo 2020

Per la quarta serata, quella dedicata alla premiazione delle Nuove proposte, Amadeus è affiancato da Antonella Clerici e da Francesca Maria Novello, la fidanzata di Valentino Rossi.

La sobrietà non è il pane quotidiano di Antonella Clerici, o almeno non lo è negli outfit. E i suoi look, del giovane stilista di origini libanesi Tony Ward, non deludono le aspettative.

Per Francesca Maria Novello, modella, studentessa e al centro delle polemiche che hanno preceduto questa edizione del Festival, Alberta Ferretti ha proposto un abito bustier con cintura luccicante e un ensemble con pantaloni in duchesse.

Tra i cantanti in gara, particolarmente indovinata la mise Dolce&Gabbana di Tecla Insolia: un vestitino da cocktail fuchsia scollato a cuore.

A vincere la categoria dei giovani in gara, Leo Gassman vestito con una tuta Emporio Armani.

Cover photo Fernanda Bareggi / SplashNews.com

Sull'Autore

Serena Serra

Laureata in editoria e giornalismo ed esperta di comunicazione e brand management, si dedica alla creazione di contenuti per portali e siti web. Per Junglam.com è redattrice moda, beauty e lifestyle.

Lascia un commento