fbpx
Lifestyle

Ascorbato di sodio: proprietà e benifici

Scritto da Irene Lodi Rizzini

Conosciuto come antiossidante e conservante nell’industria alimentare, l’ascorbato di sodio possiede proprietà benefiche ma presenta anche controindicazioni. Scoprite qui tutte le sue caratteristiche

Le proprietà

L’ascorbato di sodio, “cugino” dell’acido ascorbico, è un alleato stretto della vitamina C. Proprio recentemente gli scienziati hanno scoperto che assumere una compressa di questa sostanza al dì fa bene quasi quanto camminare. Infatti, l’apporto consigliato della vitamina C aiuta la circolazione del sangue allo stesso modo di una passeggiata a piedi.

Una scoperta che farà esultare le persone spesso interessate da malattie vascolari ma poco inclini all’esercizio fisico perché in sovrappeso o obese. Cosa c’entra l’ascorbato di sodio con i risultati dello studio presentati all’International Conference on Endothelin di Savannah in Colorado? C’entra eccome.

L’ascorbato di sodio, infatti, trova un largo impiego fra chi fa uso di vitamina C perché ne migliora le prestazioni tamponando l’acidità dell’acido ascorbico. Le persone che assumono grandi dosi di vitamina C possono accusare problemi di bruciore e reflusso gastrico specie quando la vitamina viene assunta come tale, cioè sotto forma di acido ascorbico. I suoi sali, al contrario, tra i quali compare l’ascorbato di sodio, creano meno problemi di pirosi gastrica. Ma c’è un’altra faccia della medaglia.

Ascorbato di sodio: fa male?

L’abuso di questo additivo può far sorgere i rischi tipici derivanti dall’eccessivo apporto di minerali. Così l’ascorbato di sodio può risultare controindicato a chi soffre di ipertensione. Una polvere cristallina quasi bianca di un gusto molto blando, così si presenta l’ascorbato di sodio, il sale minerale dell’acido ascorbico, più comunemente conosciuta come vitamina C. La formula molecolare del composto chimico è C6H7NaO6.

Ascorbato di sodio antiossidante

Come additivo alimentare l’ascorbato di sodio è indicato con la sigla E 301 e trova largo impiego per le sue proprietà antiossidanti. Per questo motivo l’ascorbato di sodio è largamente utilizzato nell’industria alimentare. La sostanza, ad esempio, migliora la consistenza e l’aspetto della carne. L’E 301 contribuisce a mantenerne la brillantezza rallentando il processo di irrancidimento.

In questa sua funzione può risultare dannoso per la nostra salute? In quantità normali e in chi non presenta problemi di ipertensione parrebbe di no. L’additivo ha superato tutti i test e rientra nell’elenco europeo ufficiale degli additivi alimentari autorizzati.

Sull'Autore

Irene Lodi Rizzini

Coordinatrice della redazione di Junglam, esperta di moda e laureata in letteratura, collabora con Junglam fin dagli esordi, proseguendo l’esperienza di editing e coordinamento in redazione maturata in molteplici anni di lavoro sul web.