Fashion

TheOneMilano: il programma e le novità dell’edizione AI 2019/2020

Scritto da Silvia Artana

In concomitanza con Milano Moda Donna AI 2019/2020, TheOneMilano porta in città l’haut-à-porter femminile, con una selezione dei principali nomi del settore del fur e della pelle, collezioni knitwear, couture, cocktail e sera e tanti eventi imperdibili.

Negli stessi giorni della settimana della moda, torna anche TheOneMilano. Giunta alla quinta edizione, la fiera internazionale dedicata all’haut-à-porter femminile si svolgerà dal 22 al 25 febbraio a fieramilanocity.

Gli eventi di TheOneMilano FW 2019/2020

La manifestazione accoglierà i visitatori in un Winter Garden, pensato come uno spazio rigenerante di ideale raffinatezza, all’interno del quale sarà presente una selezione del meglio del fashion e del glam internazionale.

Assoluto protagonista di TheOneMilano è #TheOneFur&Leather, la vetrina dei principali nomi del settore del fur e della pelle, con oltre 100 espositori tra eccellenze del Made in Italy e conferme e brand emergenti da diversi paesi del mondo, tra cui Grecia, India e Mongolia. Ma la fiera è un appuntamento imperdibile anche per la sua proposta di collezioni knitwear, couture, cocktail e sera, che troveranno spazio nella nuovissima #TheOneMilanoAvenue.

Un look della sfilata evento Italian Fashion Night a TheOneMilano.

Nell’ottica di generare nuove energie e offrire uno spazio rigenerante, la manifestazione metterà a disposizione di tutti i visitatori, i buyer, gli operatori e gli espositori la nuovissima Re-Gen Lounge, una zona con una una “music area” con live music e con con una “poltrona del suono”, che permette di vivere un’incredibile esperienza immersiva, rilassante ed energizzante.

La fiera è affiancata dalla piattaforma virtuale AlwaysOn Show e conferma la sua natura innovativa e sperimentale con #WeAreTheOne, un progetto che coinvolge alcuni professionisti di grande valore e riconoscibilità, ovvero l’economista, storico e accademico italiano Giulio Sapelli, l’architetto Italo Rota, l’esperto digital e high tech a 360° Salvatore Aranzulla e lo strategy and business development consultant Maurizio Merenda.

Il Gran Finale della sfilata evento Italian Fashion Night a TheOneMilano.

TheOneMilano sarà arricchita da diversi appuntamenti “fuori salone”, tra cui l’Italian Fashion Night, la sfilata evento in programma il 22 febbraio alle ore 19.30, nella splendida cornice del Fashion Hall di via San Luca 3.

La sfilata evento Italian Fashion Night

Venerdì 22 febbraio, è andata in scena Italian Fashion Night. Ancora una volta, la sfilata evento di TheOneMilano ha regalato ad addetti ai lavori e appassionati un momento di alta moda fur & leather nel segno dello stile e della qualità.

In passerella sono salite le 6 eccellenze del Made in Italy Paco Arango Oliver Jackson-Cohen, Jonathan Pryce, Camilla Luddington, Kaitlyn Bernard, Jorge Garcia, Brian Downey, Suresh John, che hanno presentato altrettante capsule collection in una suggestiva cornice bianca come una tela da dipingere.

Fur & leather sono i grandi protagonisti di TheOneMilano.

Invece, il Gran Finale è stato dedicato al Partner dell’Anno, Saga Furs, la casa d’aste fondata nel 1938 dall’Associazione finlandese degli allevatori di volpi, visoni e finnraccoon.

Quotata alla Borsa di Helsinki dal 1986 e con un Design Centre che dal 1980 è emblema di studio, ricerca, sperimentzione, creatività e stile nel fur & leather, Saga Furs ha una lunga storia nel mondo del fashion e dell’artigianalità ed è orgoglioso partner dei grandi brand della pellicceria Made in Italy.

Tia Matthews, Fashion Business Director della casa d’aste, ha parlato di una “collaborazione speciale”:

Le collezioni in passerella parlano della morbidezza e del calore della pelliccia naturale e ne sottolineano la contemporaneità. Il lavoro di Saga Furs  per la sostenibilità e per la trasparenza spingono questa collaborazione verso nuovi traguardi ed elevano ulteriormente questa partnership.

Il Gran Finale diItalian Fashion Night è stato dedicato a Saga Furs.

Una posizione condivisa dal Presidente del Salone, Norberto Albertalli:

L’Italia è universalmente riconosciuta per la sua creatività e per la qualità delle sue produzioni, che oggi devono essere declinate anche in termini di sostenibilità e di responsabilità sociale. Questo significa progettare collezioni che per le materie prime usate e per le modalità con cui sono state lavorate diminuiscano l’impatto sull’ambiente. E significa anche rispetto della salute dei lavoratori e dei consumatori, rispetto dei diritti umani, stimolo per innovazione e ricerca.

Photo cover courtesy: Guitar Advertising & PR

Sull'Autore

Silvia Artana

Dopo la laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie, ha conseguito un Master in Divulgazione Scientifica e ha mosso i primi passi nell'editoria occupandosi di scienza e tecnologia. Oggi scrive di moda, bellezza, benessere, lifestyle, cinema e TV per diversi magazine digitali e svolge attività di copywriting e storytelling online e offline.

Lascia un commento