fbpx
Fashion

Milano Moda Uomo Primavera/Estate 2019: gli highlights da non perdere

Scritto da Francesca Merlo

Tutti gli eventi della nuova edizione di Milano Moda Uomo Primavera/Estate 2019, dai migliori designer presenti in calendario alle manifestazioni collaterali come il White Street Market.

Tutto è pronto per il via alla nuova edizione di Milano Moda Uomo, dal 15 al 18 giugno 2018, durante la quale verranno presentate le nuove collezioni menswear – e, in alcuni casi co-ed – per la stagione Primavera/Estate 2019. Una naturale prosecuzione di Pitti 94, il concatenarsi delle manifestazioni ha creato infatti negli anni un’unica grande fashion week milanese dedicata alla moda maschile.

Siete pronti a scoprire tutte le novità per questa nuova Milan Men’s Fashion Week insieme a noi di Junglam?

Come sempre, la settimana della moda a Milano è l’occasione per celebrare l’arte e la creatività tout-court, attraverso un calendario di eventi e manifestazioni che esulano dall’evento-sfilata classico, per come siamo abituati a conoscerlo.

Uno su tutti, il Wall of Dolls 2018, dedicato quest’anno ad Alessandra Appiano. L’evento si terrà il 15 giugno a partire dalle 18, in via De Amicis 2. Il muro simbolo contro la violenza sulle donne vuole ricordare la terribile scomparsa della giornalista e scrittrice con letture e proiezioni video.

La prima edizione di White Street Market

La novità più interessante in questo senso è il debutto del White Street Market. Si tratta della prima edizione di un festival tutto dedicato alla moda e alla cultura street, che sta diventando sempre più il riferimento dei grandi designer per prendere spunto per le nuove collezioni. Streetwear e sportswear si incontrano in un format innovativo, aperto sia al pubblico che ai buyer, un’occasione unica per approfittare della possibilità di vendita diretta ai consumatori. La location? Ovviamente il Tortona Design Discrict che, come per il classico White, si animerà di musica, workshop e mostre.

Gli highlights nel calendario della Camera Nazionale della Moda Italiana

Milano Moda Uomo si aprirà venerdì 15 giugno con Milano Moda Graduate, la manifestazione dedicata ai giovani designer emergenti, per poi proseguire con le sfilate dei brand simbolo della moda made in Italy, da Ermenegildo Zegna a Versace, da MSGM a Prada, fino a N°21, Fendi e Giorgio Armani. Imperdibili, poi, i grandi eventi che costellano la kermesse, in cui moda e spettacolo si uniscono, come nel caso di Philipp Plein presente a Milano con Plein Sport: l’appuntamento è per sabato 16 giugno. Per lo show è stato allestito un campo da tennis, su cui ha sfilato eccezionalmente Paris Hilton nel finale.

Da segnalare l’anticipazione della collezione donna di Alberta Ferretti per la Primavera Estate 2019, prevista venerdì 15 giugno nel tardo pomeriggio, segno che uomo e donna si mescolano sempre di più nel calendario fashion week milanese, oltrepassando le canoniche frontiere. Una scelta condivisa anche da Stella McCartney che torna a Milano dopo 4 anni per presentare le collezioni Primavera Estate 2019 Uomo e Donna.

Rimane una costante il supporto della Camera Nazionale della Moda Italiana ai nuovi talenti, come M1992 e Sartorial Monk.

Ma non mancano anche nuovi nomi in calendario. Sempre grazie al sostegno della Camera Nazionale della Moda Italiana, infatti, saranno presenti per la prima volta in assoluto a Milano i nuovi designer Vìen, BESFXXK e Aalto – quest’ultimo presenterà la sua nuova collezione femminile -, oltre a Triple RRR e Ih Nom Uh Nit.

La collezione Primavera Estate 2019 di Big Uncle, il brand creato Riccardo Moroni e Sabino Iebba, è a tema uniform, ma intercambiabile tramite il remix dei vari capi. Attraverso la rivitazione dei tessuti è stato creato un nuovo armadio per l’uomo, grazie alla commistione dei tessuti naturali e activewear.

Eleventy reinventa lo stile formal rendendolo più soft, sdrammatizzando i capi sartoriali con dei pezzi sporty. Come spiegato da Marco Baldassari, il nuovo modo di portare il completo classico è abbinandolo con la felpa, mentre le giacche si abbinano a t-shirt o jogger pants. I colori dall’eleganza intramontabile, come il sabbia, l’off white, il blu e il grigio vengono miscelati a flash vitaminici di arancio, rosso, giallo limone e verde erba.

Wolf Totem si ispira invece al Tibet e alla sua cultura millenaria, per omaggiare le radici del brand. L’obiettivo è la reinterpretazione dall’arte decorativa tipica della tradizione asiatica, accostata qui a tessuti e forme di matrice contemporanea, per un misticismo calato nei tempi di oggi. Stampe, ricami ed elementi grafici tradizionali si mescolano a trasparenze in pvc, intagli laser e applicazioni metalliche, dando un nuovo significato al globalismo.

Segnaliamo infine la presentazione della nuova collezione di Shangai Tang, sempre più vicina al made in Italy, con la presenza del designer Massimiliano Giornetti. Per la Primavera Estate 2019, il luogo immaginifico in cui vengono mescolate diverse contaminazioni culturali è il teatro, il trait d’union della grande tradizione italiana e cinese. Ombre cinesi, marionette, costumi sontuosi e fuochi d’artificio sono la cornice per i disegni a filo, i grafismi in bianco e nero, il fucsia, il rosso lacca, il blu China, il giallo, l’arancio e il verde. Un’incontenibile energia scaturita da un caleidoscopio di colori che reinterpretano in chiave contemporanea le antiche tradizioni.

Shanghai Tang Spring 2019

Anche quest’anno la Milano Fashion Week sarà più social che mai. Potrete seguire le sfilate in live streaming sul sito milanomodauomo.it, mentre sui profili social ufficiali potrete ammirare le fotogallery delle nuove collezioni. Dopo il grande successo delle scorse edizioni, torna anche per questa stagione il #MFWREPORTER, per dei punti di vista personali e inediti sulla settimana della moda.

Sull'Autore

Francesca Merlo

Ha un dottorato in filosofia, ma ha deciso di dedicarsi al mondo della comunicazione. Scrive come editor per importanti testate con focus su beauty, fashion e lifestyle, realizzando anche progetti di branded content.

Lascia un commento