fbpx
Fashion

Genny Primavera/Estate 2019 alla Milano Fashion Week

Scritto da Patrizia Saolini

Romantica e sedotta dall’Oriente ma con lo sguardo rivolto al futuro. Così Sara Cavazza immagina la donna di Genny per la Primavera/Estate 2019

Delicata e determinata, amante delle atmosfere vintage ma proiettata verso il futuro, sedotta dall’Oriente e tenacemente romantica. Per la Primavera/Estate 2019 Sara Cavazza, direttrice creativa di Genny, ha proiettato sulla passerella della Milano Fashion Week una donna dalle molte anime, anime che trovano la loro sintesi in un raffinato romanticismo.

Genny SS19

Le assolate estati sulla Costa Azzurra degli anni Settanta torna a nuova vita sui maxi dress stretti in vita da cinture obi in PVC, un tocco futuristico che ritorna sui corpini in maglia metallica e nei cristalli che punteggiano il jersey degli abiti.

Genny SS19

I motivi a onda movimentano il denim rosso e blu dei vestiti midi e, insieme alle impunture a contrasto, giustappone il mood Seventies ai pattern floreali dal sapore orientale. Lo stesso motivo stampato sulla seta torna sulle tute jumpsuit dalle linee a kimono.

Genny SS19

L’organza stampata delle camicie e degli abiti over sperimenta tra romanticismo e sperimentazioni del futuro, la stessa apparente contrapposizione che si ritrova negli ankle boot che rivelano dettagli in PVC e tacchi metallici, giocando con combinazioni ardite di materiali che potrebbero sembrare inconciliabili e che invece, inaspettatamente, raccontano tutte le anime delle donne contemporanee.

All photos courtesy cameramoda.it

Sull'Autore

Patrizia Saolini

Executive editor e corrispondente estera di JunGlam.com. Scrive dal 2010 su riviste di moda, beauty e lifestyle. Life coach professionista, con un Master di primo livello in Life Coaching riconosciuto dal Miur, é l'ideatrice di Retail Coach®, un marchio che garantisce consulenza strategica e corporate coaching alle aziende multicanali. Per Junglam segue le maggiori fashion week internazionali e gli eventi lifestyle in Italia e all'estero, oltre che dedicarsi alla rubrica di Life Coach.

Lascia un commento