fbpx
Beauty

Smalto semipermanente piedi: guida per unghie perfette fai da te

Scritto da Serena Serra

Volete essere sorprendentemente sensuali? Regalatevi piedi impeccabili con unghie con smalto semipermanente. Ecco come fare da sole una pedicure elegante, glamour e a lunga tenuta!

La seduzione? Sta nei dettagli.

Se volete sorprendere il vostro partner, regalatevi una pedicure impeccabile, con unghie impreziosite da un colore dall’effetto tridimensionale, intenso e vibrante come quello che si ottiene con lo smalto semipermanente.

Questo tipo di nail polish oltre a essere bello da vedere ha il vantaggio di durare a lungo – anche 3 o 4 settimane, contro la canoniche 2 delle mani – ma per un risultato e una tenuta ottimali deve essere applicato nel modo corretto.

Smalto semipermanente piedi: come applicarlo

Lo smalto semipermanente regala alle unghie dei piedi una colorazione accesa, lucida e 3D, ma per un effetto intenso, vibrante e duraturo deve essere applicato nel modo corretto.

Per ottenere un risultato a tutta brillantezza e a lunga tenuta, per prima cosa eliminate le cuticole con un bastoncino in legno d’arancio, poi opacizzate l’unghia con il buffer. Questo passaggio è molto importante, perché rendendo la superficie ruvida e asciutta favorisce l’adesione dello smalto.

Procedete a rimuovere la polvere della limatura e il “grasso” naturale dell’unghia con il cleanser, dopodiché applicate la base, “tirandola” dall’attaccatura verso l’esterno e “rimboccandola” sui bordi. Quindi effettuate la polimerizzazione in lampada UV o LED in base alle specifiche della singola vernis à ongle.

Effettuato questo passaggio, stendete lo smalto, anche stavolta procedendo dalla base alla punta dell’unghia e rimboccando il prodotto sui bordi, e fatelo polimerizzare.

Per un risultato più intenso potete ripetere l’operazione una seconda volta, quindi – per “fissare” il prodotto – applicate uno strato di top coat oppure di base, a seconda che si tratti di uno smalto a uno o due gel, ed effettuate la polimerizzazione come indicato.

L’ultimo passaggio consiste nel lucidare l’unghia con il cleanser o dell’olio per cuticole.

Smalto semipermanente piedi: come rimuoverlo

Lo smalto semipermanente piedi dura dalle 3 alle 4 settimane, dopodiché inizia a sfaldarsi e sbeccarsi (soprattutto se non è stato “rimboccato” bene) e va tolto.

Per un buon risultato, per prima cosa eliminate il top coat con una lima 100, quindi immergete dei batuffoli di cotone nell’acetone avvolgeteli intorno a ogni singola unghia, fermandoli con la carta argentata. Lasciate agire il solvente per circa 15 minuti, poi rimuovete la stagnola e il cotone.

Al termine del trattamento lo smalto dovrebbe essere completamente eliminato. Se rimangono delle piccole macchie o delle strisce potete toglierle con un bastoncino di legno d’arancio.

“Trucchi” per uno smalto semipermanente piedi perfetto

La procedura per così dire “standard” permette di applicare lo smalto semipermanente sui piedi in modo corretto, ma esistono dei piccoli “trucchi” per ottenere un risultato professionale.

Se volete che la vostra pedicure sia impeccabile e duri a lungo, non fate il pediluvio subito prima di applicare lo smalto, ma anticipatelo di uno o due giorni. In questo modo le unghie saranno perfettamente asciutte e prive di umidità, nemica giurata della tenuta del colore oltre che potenziale causa di micosi a causa dell’acqua che rimane “imprigionata” sotto base, vernice e sigillante.

In fase di preparazione, rimuovete bene gli eventuali residui di smalto precedente con l’acetone o un apposito solvente e per migliorare la “presa” del semipermanente applicate uno strato di primer.

Quando applicate lo smalto, infine, non esagerate con la quantità e stendetelo accuratamente negli angoli e sui bordi, effettuando sempre lo stesso movimento dalla base alla punta delle unghie.

Sull'Autore

Serena Serra

Laureata in editoria e giornalismo ed esperta di comunicazione e brand management, si dedica alla creazione di contenuti per portali e siti web. Per Junglam.com è redattrice moda, beauty e lifestyle.

Lascia un commento