fbpx
Beauty

Smalto semipermanente in gravidanza: controindicazioni e come farlo

Scritto da Serena Serra

I consigli utili per le future mamme che vogliono provare lo smalto semipermanente in modo sicuro

La gravidanza è un momento molto particolare nella vita di una donna in cui si pensa sempre più spesso alla salute e al benessere del bambino che si porta in grembo. Sono tante infatti le cose che non sono consentite quando si è incinta fra cui assumere prodotti tossici che potrebbero danneggiare in qualche modo il feto.


Fra le cose che potrete fare senza tante preoccupazioni però c’è lo smalto semipermanente. Infatti seguendo alcuni accorgimenti potrete comunque continuare ad avere delle unghie sempre perfette, in poche mosse e senza nessun pericolo per il bambino.

Ovviamente si sconsiglia qualsiasi tipo di applicazione proprio in prossimità del parto. Ricordate inoltre che secondo il regolamento europeo le etichette di qualsiasi prodotto voi scegliate dovrà contenere l’elenco degli ingredienti contenenti al loro interno, un grande aiuto per le future mamme!

Smalto semipermanente in gravidanza: controindicazioni per le future mamme

Si sa che l’uso prolungato dello smalto semipermanente può indebolire le unghie. Queste infatti sono già fragili in gravidanza, per questo gli esperti consigliano un uso appropriato dei prodotti. Il problema principale è nel caso in cui si decidesse di rimuovere lo smalto semipermanente, operazione svolta con l’aiuto di un bastoncino d’arancio o di una lima e di un solvente specifico.

Come abbiamo detto prima, le unghie sono già indebolite in fase di gravidanza e non sempre risponderanno come di consueto. Per questo in fase di rimozione consigliamo l’uso di un solvente senza acetone che vi possa aiutare nel caso in cui decidiate di rinunciare allo smalto semipermanente. Un altro accorgimento è quello di usare sempre prodotti di qualità, sapendo che non sempre quelli low cost sono del tutto sicuri.

I brand più noti da noi in Italia sono Estrosa, Shellac e Layla, ma online esistono moltissimi siti che offrono prodotti e kit per i quali occorre sempre informarsi accuratamente circa le sostanze contenute.

Smalto semipermanente in gravidanza: come possiamo procedere

Il primo consiglio è proprio quello di nutrire le vostre unghie con l’aiuto di olii appositi nel caso decideste di lasciare le vostre unghie naturali. Come anticipato prima le vostre unghie nel momento della gravidanza subiranno un profondo cambiamento, saranno molto più leggere e fragili rispetto al normale. Questo non toglie che l’applicazione dello smalto semipermanente è possibile e quello che si consiglia è proprio di rivolgersi a un’estetista qualificata (qui potete trovare i migliori centri di Milano). Questo per evitare di entrare voi direttamente in contatto con tutti i prodotti che verranno utilizzati per l’applicazione.

L’estetista saprà sicuramente rispondere ad ogni vostra esigenza e consigliarvi la metodologia migliore per ottenere una manicure con smalto semipermanente. Se volete sentirvi più sicure prima di procedere potete sempre chiedere un consiglio alla vostra estetista di fiducia. L’importante è non applicare lo smalto costantemente perché, per quanto i prodotti siano certificati e di qualità, sono pur sempre chimici.

Per chi invece volesse dilettarsi con il fai da te può farlo tranquillamente, ma dovrà avere già un minimo di conoscenza dei prodotti che potrà usare e le relative controindicaizoni. Se non volete sbagliare, potete anche provare a realizzare una manicure semipermanente con smalto normale.

Sull'Autore

Serena Serra

Laureata in editoria e giornalismo ed esperta di comunicazione e brand management, si dedica alla creazione di contenuti per portali e siti web. Per Junglam.com è redattrice moda, beauty e lifestyle.

Lascia un commento