Beauty

Come abbinare gli oli essenziali alla beauty routine

Scritto da Silvia Artana

Gli oli essenziali sono preziosi alleati di bellezza, che possono essere utilizzati sia per la pulizia del viso che per combattere la cellulite e le smagliature. Scoprite qui quali sono, i loro segreti e come usarli al meglio nella beauty routine!

Conoscete gli oli essenziali? Si tratta di sostanze naturali che hanno un elevato contenuto di principi attivi e che presentano molteplici proprietà terapeutiche e cosmetiche. Se non ne avete mai sentito parlare o volete saperne di più, scoprite qui cosa sono e come abbinarli alla beauty routine.

Cosa sono gli oli essenziali

Gli oli essenziali o oli eterici sono prodotti di origine vegetale, che si ottengono per distillazione o per spremitura di fiori e petali, foglie, legno e corteccia, radici, polpa dei frutti e semi. Presentano una profumazione che rimanda direttamente alla pianta da cui derivano e sono sostanze molto concentrate. Le loro proprietà sono molteplici e spaziano dall’azione antibiotica (virostatica, battericida, fungicida) a quella anestetica. In virtù di questa versatilità, trovano applicazione sia in ambito terapeutico che cosmetico.

Tra gli oli essenziali più diffusi e utilizzati ci sono quelli di anice, arancio, basilico, bergamotto, camomilla, eucalipto, finocchio, gelsomino, ginepro, iris, lavanda, limone, pepe, rosmarino, tea tree, timo, vaniglia, verbena, violetta e zenzero.

Oli essenziali: come usarli?

Gli oli essenziali si utilizzano quasi sempre fortemente diluiti in oli grassi e creme neutre, dal momento che sono molto ricchi di principi attivi e possono causare sensibilizzazione e irritazione e/o provocare intossicazioni. In linea generale, è consigliabile impiegare un concentrazione tra lo 0,5 e il 2% per il viso e tra il 3 e il 5% per il corpo. Fanno eccezione il tea tree oil e l’olio di lavanda, che possono anche essere usati puri in modo localizzato (su punture di insetti, bruciature, afte e micosi).

Gli usi cosmetici comprendono l’applicazione cutanea tramite maschere, creme, lozioni, fanghi, impacchi, massaggi e bagni e la somministrazione orale. In quest’ultimo caso, è bene evitare le ricette e i rimedi fai da te e chiedere il parere di un esperto (per esempio, un erborista).

L’impiego degli oli essenziali va evitato nei bambini al di sotto dei 3 anni di età, in gravidanza, in caso di allergie e in presenza di sindrome epilettica, epatopatie e insufficienze renali.

Gli oli essenziali per la pulizia del viso

A seconda del tipo, gli oli essenziali sono indicati per ridurre l’eccesso di sebo e contrastare la comparsa di punti neri e brufoli, ristabilire l’equilibrio idrolipidico della pelle e lenire gli arrossamenti e le irritazioni. Per tale ragione, sono perfetti per essere usati in un trattamento detergente e restitutivo come la pulizia del viso.

Oli essenziali per il viso

Gli oli essenziali sono preziosi alleati di bellezza che possono essere usati per la pulizia del viso.

Il modo più semplice e veloce di utilizzarli consiste nell’aggiungere poche gocce all’acqua per il bagno di vapore. Gli oli essenziali di geranio, ginepro, lavanda, limone e rosmarino sono indicati per la pelle grassa e impura. Quelli di mirtillo, rose, sandalo, vetiver e ylang ylang vanno bene in caso di pelle secca. Infine, gli oli essenziali di camomilla, gelsomino, neroli e rosa mosqueta hanno un’azione lenitiva e calmante e sono consigliati per il trattamento della pelle sensibile, arrossata e irritata.

Dopo il bagno di vapore e la spremitura dei pori nella pulizia del viso a casa, può essere utile applicare in modo puntuale su eventuali piccole cicatrici, segni e imperfezioni poco tea tree oil.

In aggiunta o in alternativa, in base alle diverse esigenze, i vari oli essenziali possono essere utilizzati per realizzare un tonico fai da te, mescolando poche gocce a due parti di infuso di camomilla e a una parte di acqua distillata. Il tonico va applicato alla fine del trattamento (escludendo il contorno occhi e la zona intorno alla bocca) e prima della crema viso utilizzata abitualmente.

Gli oli essenziali per la cellulite

Gli oli essenziali sono preziosi alleati di bellezza “multitasking” e aiutano anche a combattere la cellulite. Per stimolare la circolazione sanguigna e/o linfatica, sono indicati quelli di lavanda, ginepro, rosmarino, mandarino e limone. Invece, gli oli essenziali di geranio, arancia, pompelmo, pepe nero ed eucalipto svolgono un’azione drenante e lipolitica, mentre quelli di cipresso e patchouli hanno un effetto vasocostrittore.

Nel trattamento della cellulite, gli oli essenziali possono essere impiegati per effettuare massaggi, mescolando un massimo di 15 gocce totali di una o più tipologie a 50 ml di olio vegetale di mandorle dolci o jojoba. In alternativa, è possibile utilizzarli per bagno, aggiungendo fino a un massimo di 8 gocce all’acqua. In entrambi i casi, prima di procedere all’uso, è consigliabile fare un test di tolleranza su una piccola porzione di pelle.

Gli oli essenziali per le smagliature

Cura del viso, lotta alla cellulite e con solo. Gli oli essenziali sono utili anche per contrastare e attenuare le smagliature. Uno dei più efficaci è quello di elicriso, ma sono utili anche gli oli di neroli, lavanda e patchouli. Tutti quanti favoriscono la rigenerazione cellulare e aumentano l’elasticità della pelle, contribuendo a prevenire la comparsa delle cicatrici e migliorando l’aspetto di quelle esistenti.

Oli essenziali per la cellulite e le smagliature

Gli oli essenziali sono utili per combattere la cellulite e le smagliature.

Gli oli essenziali vanno applicati sulla zona interessata tramite massaggio, diluendo fino a massimo 15 gocce di una o più tipologie in 50 ml di olio vegetale. Come sempre, è consigliabile effettuare un test di tolleranza prima di utilizzarli su vaste porzioni di pelle.

Photo cover credits: Brittany Neale on Unsplash

Photo text credits: Freepik e Pressfoto.ru on Freepik

Sull'Autore

Silvia Artana

Dopo la laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie, ha conseguito un Master in Divulgazione Scientifica e ha mosso i primi passi nell'editoria occupandosi di scienza e tecnologia. Oggi scrive di moda, bellezza, benessere, lifestyle, cinema e TV per diversi magazine digitali e svolge attività di copywriting e storytelling online e offline.

Lascia un commento