Pasqua a Villa Torretta

Un pranzo di Pasqua unico ed indimenticabile: festeggia la primavera a Villa Torretta.

Villa Torretta

Il lusso di un’antica villa milanese, la bellezza della campagna lombarda, la cucina di un grande chef: tutto questo vi aspetta al Grand Hotel Villa Torretta, prestigioso albergo immerso nel verde del Parco Nord di Milano.
Un edificio seicentesco dai saloni affrescati, dalle ampie stanze e dalle corti ricche di storia, ideale per matrimoni, banchetti, meeting aziendali, e convention. Ma anche un luogo in cui recarsi con tutta la famiglia, animali inclusi: Villa Torretta è un albergo pet-friendly, ideale per chi non riesce a separarsi dal proprio animale domestico e vuole viziarlo un po’.

Lo chef Angelo Nasta

L’esclusivo pranzo pasquale sarà preparato da Angelo Nasta, prestigioso chef di fama internazionale che ha lavorato nei migliori ristoranti lombardi e della Francia, per approdare infine a Villa Torretta nell’estate 2010. Numerose le collaborazione di alto livello nel suo curriculum, come quella con Gualtiero Marchesi.
Il menù studiato dallo chef Angelo Nasta per l’occasione include delicatezze quali:

  • Flûte di Prosecco Selezione Grand Hotel Villa Torretta servito con tiepido cappuccino al Parmigiano con aria di latte
  • Uovo barzotto di gallina “Livornese” su morbido caviale di melanzane e manto rosso di tonno in crema di ricotta allo zafferano
  • Carnaroli Novarese cremoso agli asparagi, veli di capesante al maracuja con “Chantilly” di robiola fresca e granella di nocciola Piemontese leggermente tostata

Fascino seicentesco

Il menù completo è visualizzabile a questo link. A soli 85€ a persona, questo menù su rivela un’occasione unica per sperimentare la cucina a cinque stelle ad un prezzo accessibile a tutti.
Per info e prenotazioni, consultate il sito ufficiale villatorretta.it.


Giada Zavarise

Ex studentessa della Scuola Internazionale di Comics, attualmente impegnata nella difficilissima impresa del vivere scrivendo Cose. Quando non scrivo su Junglam leggo fumetti, bevo tè, gioco di ruolo e imparo fatti inutili su animali bizzarri.