EN IT

Olio extravergine d’oliva: proprietà e benefici

L’olio extravergine d’oliva viene usato in cucina per insaporire piatti di diverso tipo, da quelli a base di carne a quelli a base di pesce, legumi e primi piatti in generale. Viene usato anche per dare sapore a minestre e zuppe e per condire le insalate.

L’olio d’oliva è molto importante per la nostra salute in quanto ci aiuta a difenderci da numerosi rischi, ad esempio è un prezioso alleato per la prevenzione dall’infarto miocardico e per contrastare l’aumento della pressione arteriosa.

L’olio extravergine d’oliva possiede così tanti benefici grazie alla sua composizione chimica: infatti contiene molte sostanze come polifenoli e vitamine, come la vitamina E, che hanno un enorme potere antiossidante prevenendo l’invecchiamento cutaneo e anche delle arterie e dei vari organi. Secondo gli ultimi studi scientifici l’olio EVO sembra avere anche proprietà antibatteriche e antitumorali.

Quanto olio dobbiamo consumare nell’arco della giornata? La quantità di olio extravergine d’oliva che dobbiamo assumere durante la giornata non dovrebbe superare i tre/quattro cucchiai da minestra, altrimenti rischieremmo di non riuscire a sfruttare al massimo i benefici salutari dei suoi componenti.

L’olio extravergine d’oliva dovrebbe essere utilizzato in cucina a crudo, cioè aggiungendolo alle preparazioni a fine cottura. Si considera l’olio extravergine d’oliva uno degli oli migliori per la frittura, in quanto risulta essere stabile anche ad altissime temperature, possedendo un punto di fumo molto elevato.


Maria Chiara Villa