Da Hervé Léger a Miami Beach

Dopo la New York Fashion Week non potevo non fare un salto a South Beach per ricaricare le energie e per visitare il negozio di Hervé Léger.

Come sapete, quest’anno il brand festeggia il suo trentesimo compleanno e mi piaceva l’idea di rendere omaggio alla creatività di Lubov e Max Azria, i titolari del marchio, fotografando uno dei loro abiti più significativi realizzato con la famosa tecnica del bandage.

L’abito in questione l’ho scelto in base all’audace sequenza cromatica del bianco, nero e fucsia e, con mia grande sorpresa, ho potuto constatare che la parte bianca, quella più fasciante dalla vita in giù per intenderci, calzava come un guanto. In barba alla credenza che la gonna bianca tende ad ingrassare la silhouette.

Patrizia Saolini

Photo credit: Ernesto Sempoll

Il bandage è una lavorazione artigianale che non ti fa passare inosservata, le strisce di tessuto sapientemente accoppiate, riescono a seguire le forme del corpo donando subito un’estrema femminilità che a Miami è un must.

Ho deciso di accessoriare l’abito con dei capochiave all’altezza della situazione: un paio di sandali neri con zeppa di BCBGMAXAZRIA, un cappello di paglia a falda larga di J.Crew, la borsa di satin rosa di Christian Dior e infine, gli occhiali in titanio di Oliver Peoples che con il sole alto non possono mancare.

Che ve ne pare? Trovo che sia l’abito perfetto per un’occasione speciale o semplicemente per sentirsi belle e femminili all’ennesima potenza.
Se passate per South Beach sono sicura che (come me!) vi innamorerete della boutique di Hervé Léger.


Patrizia Saolini

Esperta di moda e costume con esperienza ventennale in aziende del lusso internazionali. Per Junglam.com firma il blog The Camber by Patrizia Saolini e partecipa alle maggiori fashion week mondiali come corrispondente estera e style coach.