Merano e auto d’epoca: un connubio vincente

Il fascino di una località fra le più carismatiche e cariche di tradizione dell’intero Alto Adige come Merano che, peraltro, quest’anno festeggia i 700 anni dalla sua fondazione. Il fascino altrettanto magnetico delle più belle auto d’epoca impegnate in una manifestazione impreziosita da uno scenario davvero unico. Il prestigio di un marchio storico dell’orologeria internazionale come Eberhard & Co. che taglia il non banale traguardo dei 130 anni di attività.

Un mix di motivi e circostanze che rendono davvero speciale l’edizione 2017 della “Leggenda di Bassano”, la classica gara di regolarità per auto d’epoca che si svolge lungo le spettacolari strade delle Dolomiti con partenza e arrivo da Bassano del Grappa dal 22 al 25 giugno.

La gara, che ripercorre la storica “Coppa delle Dolomiti” che negli anni ’50 e ’60 costituiva uno dei classici delle competizioni sport italiane, è riservata alle vetture in configurazione sport-barchetta costruite fino al 1960 ed è parte del calendario internazionale indetto dalla FIVA – Fédération Internationale des Vehicules Anciens – e dall’ASI, L’Automobilclub Storico Italiano. L’evento è anche quest’anno organizzato dal Circolo Veneto Automoto d’Epoca, intitolato ad un grande “stradista” del passato come Giannino Marzotto, storico pilota Ferrari e vincitore di due edizioni della Milla Miglia nel 1950 e nel 1953.

Ospiti d’eccezione ed auto eccezionali

Una manifestazione affascinante dal sapore storico, per tutti coloro che non vogliono perdere l’occasione di gustarsi la bellezza delle auto d’epoca in una cornice inconsueta e suggestiva.

La “Leggenda di Bassano” – che nel 2016 ha ottenuto il premio Manovella d’Oro in qualità di miglior manifestazione a livello internazionale, avrà quest’anno due motivi in più per attirare l’attenzione: la presenza come testimonial di Miki Biasion, pluricampione del mondo di rally e brand ambassador della Maison Eberhard & Co., oltre che del conte Paolo Marzotto, fratello di Giannino, a sua volta ex-pilota e Presidente del Comitato d’Onore, e quella fra i partecipanti di un esemplare di Ferrari 250 Testa Rossa del 1958 considerata la più costosa Sport-barchetta al mondo.

Merano sarà protagonista della rassegna come arrivo della prima tappa, il 23 sera, quando verso le 17 le vetture sfileranno lungo i portici di Corso della Libertà e come base di partenza della tappa successiva, quella del 24 che vedrà gli equipaggi ripartire per puntare, dopo un lungo ed impegnativo percorso sulle strade dolomitiche, verso Cavalese. Per celebrare l’evento, Eberhard & Co. premierà i vincitori con due cronografi nodello “Tazio Nuvolari”.


Anna Invernizzi

Con cinque figli non ci si annoia mai, ma dove lo trovo il tempo di scrivere? Semplice: basta avere passione, curiosità, inventiva e… un marito molto paziente!