Klimt Experience a Milano: mostra al Mudec

Klimt Experience: un’altra straordinaria mostra d’arte a Milano, con sede presso il Mudec in via Tortona. Fino al 7 gennaio 2018 il Museo delle Culture di Milano offrirà ai visitatori un’esperienza espositiva sulla vita, l’opera e la figura di Gustav Klimt, insieme a una panoramica sulla Vienna seccessionista di fine ‘800 e inizio ‘900. La mostra, ideata da Crossmedia Group e prodotta da 24 Ore Cultura, con la consulenza scientifica di Sergio Risaliti, è l’omaggio di Milano al grande artista, di cui verrà celebrato il centenario della morte nel 2018.

Gustav Klimt e l’opera d’arte totale

Pittura, architettura, moda, gioielli e arti applicate: insieme agli altri artisti seccessionisti Gustav Klimt coltivava il mito dell’opera d’arte totale, all’interno di un poliedrico contesto storico e artistico. Se alcune opere, come il “Bacio”, fanno parte dell’immaginario artistico collettivo, le sue spinte innovatrici nell’ambito della moda e dell’architettura sono meno note e portate all’attenzione del grande pubblico grazie a questo percorso espositivo multimediale. Spunti stilistici, emozioni e la conoscenza di Gustav Klimt attendono il pubblico, che vivrà un’esperienza immersiva a 360 gradi.

Experience Room

L’esposizione Klimt Experience ruota attorno a una experience room dove il visitatore vive un’esperienza immersiva dell’opera e della poetica dell’artista viennese. Le immagini delle opere di Gustav Klimt, quelle selezionate sono ben 700, diventano un flusso morbido che avvolge il visitatore come in un sogno, dalle pareti al pavimento. L’esposizione propone quindi un nuovo modello di fruizione dell’opera d’arte, immersivo ed esperienziale, grazie all’ausilio delle nuove tecnologie. Fotografie d’epoca e ricostruzioni 3D di Vienna negli anni di Klimt completano il quadro espositivo, accompagnato dalle note di grandi musicisti come Mozart, Strauss, Bethoveen e Bach.


Benedetta Consonni

Coordinatrice della redazione di Junglam.com, scrive di bellezza, moda e lifestyle. Giornalista con un passato nella comunicazione, dopo qualche esperienza nella carta stampata ha iniziato a scrivere per il web, specializzandosi nella creazione di contenuti per portali e social network.