Fontana / Melotti Angelic Spaces and Infinite Geometries a Londra

La più vivace kermesse di arte europea ha sede a Londra e prende il nome di Friezy, la cornice che racchiude mostre e manifestazioni che omaggiano i protagonisti dell’arte in ogni sua forma (dai grandi artisti di arte contemporanea a quelli emergenti) dal 6 al 9 ottobre 2016.

FONTANA / MELOTTI: Angelic Spaces and Infinite geometries è una mostra a cura di Daniela Ferrari, storica dell’arte e curatrice del Museo dell’Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto (MART).

L’obiettivo della mostra è quello di esplorare i paralleli in pratica e in teoria di Lucio Fontana (1899-1968) e Fausto Melotti (1901-86), facendo particolare attenzione ai loro lavori più recenti e al modo in cui entrambi concepivano le nozioni di spazio e di geometria.

La mostra metterà a disposizione oltre 30 quadri e sculture e metterà in evidenza il coinvolgimento di Fontana con l’eterno e l’infinito e lo contrapporrà alla preoccupazione di Melotti per la precisione, l’equilibrio e l’armonia locale. Il focus sugli artisti prenderà soprattutto in considerazione il Fontana tra il 1950 e il 1960 e il Melotti dal 1960 in poi.

L’amicizia tra Fontana e Melotti è cominciata nel 1928 grazie al fatto che entrambi erano studenti dello scultore Adolfo Wildt all’Accademia delle Belle Arti di Brera.

La mostra metterà in evidenza come entrambi gli artisti hanno saputo concepire lo spazio e hanno saputo sviluppare la loro relazione tra un lavoro e il suo spazio. I lavori di Fontana oltrepassano le superfici, le trasgrediscono e le trascendono – come a volersi liberare da un impedimento. Le sculture del Melotti rispondono a movimenti e vibrazioni, interagendo armoniosamente con l’ambiente.

Quello che conta è che entrambi gli artisti puntavano a concepire e mostrare al mondo la loro idea di vuoto, e questo li ha resi straordinari nella storia dell’arte: dove i tagli di Fontana accettavano le nozioni di materialità, Melotti cercava di liberare la scultura da centinaia di anni di ossessioni tra peso e produzione di morbidezza e leggerezza.

A guidarvi attraverso un percorso complesso e pieno di affascinanti spunti di riflessione ci sarà il catalogo illustrato con saggi di Daniela Ferrari, Flavia Frigeri e Sara Whitefield.


Agata Maini

Scrittrice per passione e per necessità, trascorro le mie giornate tra una lettura e un articolo. Coltivo molte passioni, tra cui quella dei videogiochi, le serie TV e i tarocchi. La moda è l'arte dei nostri tempi, e nonostante il mio stile personale sia perlopiù vintage, amo le sfilate d'alta moda e la loro stravaganza.