Felder Felder: il brand di moda sostenibile e cruelty free che fa upcycling

Fare moda, essere glamour e avere cura del pianeta si può. Lo sostiene il modello eco fashion e lo dimostrano diverse aziende che realizzano abbigliamento e accessori utilizzando materie prime di recupero e operando all’insegna della sostenibilità ambientale.

ECOALF, per esempio, realizza bellissime collezione impiegando i rifiuti di plastica recuperati dagli oceani. Invece, Osom Brand trasforma i tessuti usati in filato di alta qualità con cui produce calze e calzini. E poi c’è Felder Felder.

Fondato dalle sorelle gemelle Annette e Daniela Felder, fin dalla sua origine il marchio si è posto nel solco della moda sostenibile, scegliendo di essere cruelty free e professando la filosofia dell’upcycling.

Il brand Felder Felder

Felder Felder: vestito di carbonio

Il vestito in fibra di carbonio completamente sostenibile realizzato da Felder Felder con BMW. Photo credits: @felderfelder on Instagram

Il brand Felder Felder è stato fondato a Londra nel 2006 dalle gemelle di origini tedesche Annette e Daniela Felder, mentre frequentavano la Central Saint Martins, una delle migliori scuole di moda del mondo.

Le due sorelle hanno creato l’etichetta improntandola al loro stile di vita di consumatrici informate, rispettose dell’ambiente e vegane e hanno scelto di non impiegare nessun tipo di materiale e/o tessuto di origine animale nelle loro creazioni. Ma non solo. Annette e Daniela si sono sempre adoperate per cambiare il fashion system, renderlo sostenibile e generare nell’utente finale una nuova e maggiore consapevolezza in merito a consumi e sprechi. Tutto questo senza tradire il loro stile rock ‘n’ roll audace, moderno e sensuale.

L’approccio rivoluzionario delle gemelle Felder ha preso forma nel corso degli anni in collezioni glamour e di tendenza, che hanno incontrato il favore di celebrità del calibro di Rihanna e Gwyneth Paltrow e hanno contribuito in maniera concreta a formare un nuovo modo di concepire e di vivere la moda, all’insegna dell’etica e del rispetto del pianeta e delle sue risorse naturali.

Uno degli ultimi esempi della creatività green e rivoluzionaria di Annette e Daniela è il “vestito di carbonio”. Realizzato in collaborazione con BMW e presentato in occasione della London Fashion Week SS 2017, è uno splendido skater dress di colore argento in fibra di carbonio completamente sostenibile.

Felder Felder e la filosofia dell’upcycling

Le sorelle Felder

Le gemelle Annette e Daniela Felder. Photo credits: Philippe Kliot @felderfelder on Instagram

Vero e proprio pioniere e alfiere dell’eco fashion, il brand Felder Felder è stato uno degli oratori del programma di Master Class dedicato alla moda sostenibile organizzato all’interno della Miami Fashion Week 2017.

In rappresentanza del marchio ha parlato Annette Felder, che ha focalizzato il suo intervento sui temi di The Upcycle Project (un programma che vuole trasmettere ai giovani stilisti e designer i valori dell’eco fashion), soffermandosi su uno dei principi fondanti dell’azienda da lei creata con la sorella gemella Daniela: l’upcycling.

Upcycling: cosa significa?

Il termine indica il riuso di materiali e oggetti di scarto in modo tale da creare prodotti di qualità o valore maggiore di quelli di partenza. Nel caso di Felder Felder, tali prodotti sono i capi di abbigliamento che vanno a comporre di stagione in stagione le collezioni del brand, caratterizzati da specifici requisiti di sostenibilità ambientale e cruelty free.

Dietro a questo processo produttivo c’è una filosofia precisa. Annette e Daniela vogliono rinnovare il sistema moda e per riuscirci ritengono che il primo passo consista in una presa di coscienza da parte degli addetti ai lavori. Per raggiungere questa nuova consapevolezza, le sorelle Felder sono convinte che sia necessario creare degli agenti di cambiamento, smantellando credenze e abitudini consolidate. L’obiettivo è arrivare ad avere stakeholder consapevoli, che possano fungere da esempio ed essere da guida a consumatori consapevoli.


Silvia Artana

Dopo la laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie, ha conseguito un Master in Divulgazione Scientifica e ha mosso i primi passi nell'editoria occupandosi di scienza e tecnologia. Oggi scrive di moda, bellezza, benessere, lifestyle, cinema e TV per diversi magazine digitali e svolge attività di copywriting e storytelling online e offline.