EN IT

Eco beauty: i cosmetici naturali e biologici, le certificazioni e i prodotti cruelty free

La riscoperta delle origini e della terra, un diffuso desiderio di naturalità, una nuova coscienza ambientale. L’eco beauty nasce per rispondere alle esigenze di chi vuole prendersi cura di sé, prendendosi cura del pianeta.

Ma che cosa indica questa definizione? Garantisce prodotti di bellezza privi di sostanze chimiche? E come è possibile riconoscere i cosmetici naturali e biologici?

Tra verità e falsi miti, ecco che cosa bisogna sapere sull’eco bio cosmesi.

Eco beauty: cosmetici naturali e cosmetici biologici

Chi si accosta all’eco beauty, solitamente lo fa perché è in cerca di prodotti privi di sostanze chimiche. Ma a parte poche eccezioni, anche in questo settore non esistono cosmetici fatti interamente di ingredienti naturali (di origine vegetale, animale e minerale). Nella maggior parte dei casi, le formule contengono composti sintetici, aggiunti per conservare e rendere stabile il preparato. Allora, perché scegliere l’eco bio cosmesi?

La risposta sta nei principi generali su cui si basa la produzione e nei requisiti di composizione.

Tutti i cosmetici eco beauty sono certificati, ovvero sono prodotti in base a disciplinari che autorizzano in modo esclusivo l’impiego di materie prime di origine naturale o biologiche certificate e vietano l’uso di organismi geneticamente modificati, riducono al minimo l’utilizzo di risorse non rinnovabili e impongono il riciclo dei rifiuti derivanti dal processo di produzione oppure l’adeguato smaltimento.

Tali regolamenti stabiliscono anche le norme per la scelta dei fornitori, per il ricevimento delle materie prime, per la struttura e l’organizzazione delle aree aziendali dedicate alla produzione, alla preparazione e allo stoccaggio e per le attività di confezionamento ed etichettatura.

Eco beauty: regole

L’eco beauty prevede disciplinari con principi generali di produzione e requisiti di composizione

Da questa filiera escono due diverse tipologie di prodotti: i cosmetici naturali e i cosmetici biologici. Entrambi contengono ingredienti naturali vegetali, animali e minerali in misura non inferiore a una data percentuale in peso sugli ingredienti totali stabilita dal regolamento (e dall’ente certificatore) di riferimento, ma nel caso dei cosmetici biologici quelli di origine vegetale provengono da agricoltura certificata biologica. Ovvero: un cosmetico naturale può non essere biologico, mentre un cosmetico biologico è sempre naturale.

In tutti e due i casi, i disciplinari stabiliscono le categorie e i processi chimici ammessi e i quantitativi massimi tollerati per ottenere la rispettiva certificazione. Questo significa che i cosmetici eco bio contengono sostanze di sintesi, ma di tipologia e in quantità non pericolose per la salutené dannose per l’ambiente.

Le certificazioni dell’eco bio cosmesi

La nascita dell’eco beauty e la sua crescente diffusione hanno portato alla necessità di creare degli organismi di controllo e dei disciplinari di certificazione riconosciuti (e riconoscibili) a livello internazionale. I 3 principali sono USDA Organic, Cosmos Organic e Natrue.

1. USDA Organic

USDA Organic: simbolo

USDA Organic è l’ente certificatore USA

USDA Organic è l’organismo di controllo degli Stati Uniti e prevede 3 certificazioni:

  • 100% Organic, se i prodotti contengono solo ingredienti biologici;
  • Organic, se i prodotti contengono almeno il 95% di ingredienti biologici, se non presentano conservanti di origine sintetica e derivati del petrolio e non sono stati sottoposti a radiazioni ionizzanti e ad altri trattamenti vietati dal disciplinare;
  • Made With Organic Ingredients, se i prodotti contengono almeno il 70% di ingredienti biologici.

2. Cosmos Organic

Cosmos Organic : simbolo

Cosmos Organic è l’ente certificatore di riferimento nella UE

Cosmos Organic è l’organismo di controllo di riferimento dell’Unione Europea. Creato nel 2009, comprende gli organismi di controllo locali Ecocert e Cosmebio (Francia), BDIH (Germania), Soil Association (Regno Unito) e ICEA (Italia) e rilascia 2 certificazioni:

  • Cosmos Natural, per i prodotti che hanno almeno il 98% della formulazione di origine naturale. Non è richiesta una concentrazione minima di ingredienti biologici e quelli eventualmente presenti possono essere indicati in etichetta con la relativa percentuale;
  • Cosmos Organic, per i prodotti da risciacquo e contenenti più dell’80% di ingredienti di origine minerale che hanno una percentuale pari al 10% di ingredienti biologici e per tutti gli altri prodotti che hanno una percentuale pari al 20% di ingredienti biologici.

3. Natrue

Natrue: simbolo

Natrue è un ente certificatore tedesco, ma riconosciuto a livello internazionale

Natrue, associazione no profit internazionale con sede a Bruxelles, è l’organismo di controllo più rigoroso tra quelli esistenti e attribuisce 3 certificazioni:

  • Cosmetici naturali, in base al tipo di prodotto, prevede una soglia minima di ingredienti naturali e un contenuto massimo di sostanze derivate naturali. I prodotti con questa certificazione possono contenere ingredienti biologici, ma la loro presenza non costitituisce un requisito di livello (bensì deriva da un scelta aziendale).
  • Cosmetici naturali con componenti biologici, per prodotti che rispondono ai requisiti della certificazione Cosmetici naturali e nei quali almeno il 70% degli ingredienti naturali proviene da coltivazione biologica e/o raccolta spontanea controllata. Rispetto al primo livello, è richiesto un contenuto minimo di materie prime maggiore e un contenuto di ingredienti trasformati di origine naturale minore.
  • Cosmetici biologici, per prodotti che rispondono ai requisiti della certificazione Cosmetici naturali e Cosmetici naturali con componenti biologici e nei quali almeno il 95% degli ingredienti naturali proviene da coltivazione biologica e/o raccolta spontanea controllata. Rispetto al secondo livello, è richiesto un contenuto minimo di materie prime ancora maggiore e un contenuto di ingredienti trasformati di origine naturale minore.

Eco beauty e rispetto per gli animali

Il simbolo Cruelty-Free and Vegan di PETA

Il simbolo Cruelty-Free and Vegan di PETA indica cosmetici non testati sugli animali e che non contengono prodotti animali

La Direttiva dell’Unione Europea dell’11 marzo 2013 vieta la produzione e la vendita negli stati membri di cosmetici testati sugli animali e/o contenenti ingredienti testati sugli animali, pertanto l’eco beauty non fa che recepire la normativa generale.

Ma per chi desidera prodotti che non ledono in alcun modo i diritti deli animali, esiste la certificazione Cruelty-Free and Vegan di PETA. Tale etichetta attesta non solo che non sono stati effettuati test sugli animali, ma anche l’assenza di ingrendienti di origine o derivazione animale.


Silvia Artana

Dopo la laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie, ha conseguito un Master in Divulgazione Scientifica e ha mosso i primi passi nell'editoria occupandosi di scienza e tecnologia. Oggi scrive di moda, bellezza, benessere, lifestyle, cinema e TV per diversi magazine digitali e svolge attività di copywriting e storytelling online e offline.