EN IT

Una serata in compagnia dei grandi vini della Famiglia Tedeschi

 

Siete appassionati di vini o semplicemente dei buongustai?
In entrambi i casi non potete non conoscere e non provare i prodotti della cantina Tedeschi, sinonimo di altissima qualità e una delle più note aziende vinicole della zona del Valpolicella.
L’occasione per entrare in contatto con questa fantastica realtà fatta di esperienza, storia e passione l’abbiamo avuta a Milano, alla cena di degustazione presso il ristorante Rigolo dei Simoncini.

La Famiglia Tedeschi ci ha fatto vedere la strada e il lavoro da fare alla ricerca del “vino perfetto”, il vino che in base alla stagione, alle condizioni climatiche e alle materie prime riesce a dare il meglio di se.

Il lavoro della Famiglia Tedeschi è un mix di conoscenze e di esperienza secolare, che si traduce nell’interpretazione dei segni e delle stagioni e che porta alla creazione di un vino di qualità superiore.

La famiglia Tedeschi è rimasta sempre all’avanguardia nel pieno rispetto della tradizione, avviando lavori di “zonazione”, e di “caratterizzazione” che consistono nell’analisi e nello studio di vitigni e terreni in modo da poter intervenire tempestivamente per poter ottenere i migliori risultati possibili in ogni annata.
La famiglia Tedeschi lavora prevalentemente vini di “terroir“, vini prodotti utilizzando solo i viti collinari.
L’azienda di famiglia è gestita da Lorenzo ,il padre, aiutato dai figli Maria Sabrina, Riccardo e Antonietta Tedeschi, un’attività con tradizioni antiche iniziata nel 1630 e che ancora oggi è un caso di successo.

La cena di degustazione è cominciata con un’introduzione di Maria Sabrina Tedeschi che ci ha spiegato come lavorano e ci ha trasmesso davvero la grande passione che guida il lavoro della sua famiglia.

Siamo convinti che ogni nostro vino debba essere considerato come un figlio della
nostra terra e della nostra storia. L’autenticità dei nostri vini nasce da 400 anni di viva
passione e di attenta ricerca.”

Maria Sabrina Tedeschi, ci ha accompagnato per tutta la sera spiegandoci e mostrandoci le qualità di ogni singolo vino, esaltato dai piatti che ne hanno evidenziato le caratteristiche.
Il primo vino con cui abbiamo iniziato la degustazione è stato il Lucchine, l’unico prodotto di casa Tedeschi non proveniente da vigne collinari ma prodotto da una vigna in pianura di circa 4 ettari di dimensione.

Ci hanno servito bruschetta e cruditè in olio, con cui abbiamo poi potuto degustare il Martenigo, un Valpolicella Superiore.
Il vigneto Martenigo è sito tra i comuni di Tregnago e Mezzane di Sotto circa 320 metri di altitudine con una pendenza del terreno davvero accentuata, si pensi che in alcuni passaggi raggiunge il 35%.
Il Martenigo si presenta come un vino con note fruttate, dl colore rosso intenso , fresco e davvero gradevolissimo.
Un ottimo prodotto.
La degustazione è continuata con un’ottima tartare di fassona con confetture e formaggi erborinati che hanno esaltato le doti, il profumo e il gusto del Fabriseria, un Valpolicella Superiore senza paragoni.
Il vigneto Fabriseria ha una dimensione di 7 ettari, sito in località Le Pontare, ad un’altitudine media di 450 metri e con forte pendenza, è caratterizzato da un microclima molto asciutto che è prezioso nel favorire la formazione di grappoli sani e ben maturi.
Il vino ha profumi di frutta con note di vaniglia, mentre il gusto è persistente, lungo e dotato di struttura tannica importante.
Inutile dire che era davvero squisito e che, grazie alle indicazioni di Maria Sabrina, abbiamo potuto apprezzarne appieno le qualità ed il gusto.

Insieme ad un delizioso risotto all’amarone ci viene proposto poi il piatto forte della Famiglia Tedeschi, il Capitel Monte Olmi, l’Amarone della Famiglia Tedeschi, un prodotto speciale che mostra dove si può arrivare con passione, esperienza e intuito, tutte doti che sono i punti distintivi della cantina Tedeschi.
La storia dell’amarone è particolare, nato per errore, per un eccessivo invecchiamento in botte, e che è diventato il prodotto di punta della Valpolicella.
Un vino forte dall’alta gradazione, 17 gradi, e che ha una durata altissima, oltre i 20 anni dall’imbottigliamento.

Il vigneto Monte Olmi che da il nome a questo Amarone eccezionale è posto a 130 metri di altezza nella frazione di Pedemonte, nel comune di San Pietro in Cariano, e si estende per 2,5 ettari.
Un’ottima esposizione ai raggi solari e da un microclima ventilato garantiscono un’elevatissima qualità dei grappoli che si traducono in un prodotto premium.
Il colore è rosso rubino intenso, e il gusto è robusto con note pepate, frutti rossi e buona tannicità.

Maria Sabrina ci consiglia di degustarlo con calma lasciandoci il tempo di carpirne tutto il valore e di goderne appieno il gusto.

La cena si è chiusa con il Recioto che ha accompagnato uno squisito tiramisù.

Una serata piacevolissima in compagnia di Nicoletta Longo, che l’ha curata e della Famiglia Tedeschi che ci ha saputo trasmettere la passione per il vino e le vigne e contestualmente ci ha insegnato a degustare i prodotti della Valpolicella.
Soprattutto siamo rimasti colpiti dalla professionalità e la passione che Lorenzo tedeschi ha saputo trasmettere a tutta la sua famiglia.

Di seguito la lista dei prodotti della Cantina Tedeschi:

• Recioto, Capitel Fontana – prodotto con uve appassite
• Amarone della Valpolicella DOC Classico, La Fabriseria – prodotto da singolo vigneto
• Amarone della Valpolicella DOC Classico Riserva, Capitel Monte Olmi – prodotto da
• singolo vigneto
• Amarone della Valpolicella DOCG
• Valpolicella DOC Classico Superiore, La Fabriseria – prodotto da singolo vigneto
• Valpolicella DOC Superiore, Maternigo – prodotto da singolo vigneto
• Valpolicella DOC Superiore, Capitel Nicalò – prodotto con uve semi-appassite
• Valpolicella DOC Classico, Lucchine – prodotto con uve fresche
• Valpolicella Ripasso DOC Superiore, Capitel San Rocco
• Corasco IGT delle Venezie – prodotto con uve semi-appassite: Corvina, Raboso e Refosco
• Soave DOC Classico, Capitel Tenda
• Soave DOC


Paolo Toscano