Come abbinare le spezie ai cibi

Ideali per insaporire piatti sia dolci che salati, le spezie sono un alleato in cucina per esaltare il gusto dei cibi e limitare anche l’uso di sale e grassi. Il mondo delle spezie è ricco di colori e profumi invitanti, che per essere conservati nel modo migliore devono essere tenuti preferibilmente al fresco (in frigorifero sarebbe l’ideale) all’interno di vasetti di legno, ceramica, vetro oppure plastica.

Impariamo quali piatti accompagnare alle giuste spezie e scopriamo i trucchi per sostituirle con delle valide alternative se non abbiamo in casa quella spezia particolare oppure se non ci piace proprio.

Peperoncino

Gli abbinamenti migliori sono con carni come manzo e pollo, e verdure come peperoni, zucchine, pomodori, friarielli o barba di frate. Ottimo quindi usato in sughi, zuppe, per marinare e condire insalate fresche. I suoi sostituti ideali sono il pepe, il curry e la paprika.

Curcuma

Ideale per accompagnare legumi, patate e topinambur, zucchine, cetrioli, pollo, la curcuma viene impiegata nella cucina orientale per preparare piatti di carne, salse per condire riso e pasta. Se volete sostituirla, provate il pepe, lo zenzero oppure la senape.

Noce moscata

La noce moscata si accompagna bene con patate, broccoli, cavoli e cavolfiori. Essenziale in preparazioni base come la besciamella, viene utilizzata anche per salse, ragù e ripieni di carni. Se volete sostituirla, provate con i chiodi di garofano o il pepe di Giamaica, noto anche come pepe garofanato.

Zenzero

Il suo sapore dolce e piccante allo stesso tempo, rende lo zenzero un ingrediente molto versatile e apprezzato soprattutto nella cucina orientale. Gli abbinamenti ideali sono con carni come manzo, maiale e pollo ma anche con molluschi e crostacei. Ottimo per tisane, fritti e sformati, può essere sostituito con il cardamomo oppure con l’aglio polverizzato.

Cannella

La cannella si sposa molto bene con la frutta (pere, mele e arance) e con ortaggi come carote, cipolle e patate, ma è ottima anche per accompagnare la zucca e carni come l’agnello, il pollo e il maiale. Si adopera per cucinare stracotti, dolci, salse di frutta e tisane. Si può sostituire con noce moscata o chiodi di garofano.

Chiodi di garofano

Si abbinano bene a carni come manzo, maiale e capriolo, e a vegetali come la zucca, le barbabietole, le mele e le arance. In cucina vengono utilizzati per insaporire brodi, carni in umido e arrosti, e si adoperano per preparare il tradizionale vin brulé e il pandolce. Sostituite i chiodi di garofano con la noce moscata, il pepe o la cannella.


Irene Lodi Rizzini

Esperta di moda e laureata in letteratura, collabora con Junglam fin dagli esordi, proseguendo l'esperienza di editing e coordinamento in redazione maturata in molteplici anni di lavoro sul web.