I 7 migliori jazz club di Roma fra degustazioni e buona musica

Sapori, atmosfera e tanta musica jazz: a Roma il modo migliore per guastare una cena è in un jazz club. Fra le vie della Capitale ce ne sono tantissimi: piccoli tempi della musica in cui si mescolano morbide note e gusti inediti. Del resto, ci sono degli studi che confermano che la nostra percezione del cibo può essere influenzata dalla musica

Partiamo dal cuore di Roma, Piazza di Spagna, dove, dopo aver percorso la famosa scalinata, troverete il Gregory’s Jazz Club (via Gregoriana 54/a). Si tratta di un piccolo locale, con un’ottima acustica, in cui godere al meglio delle note jazz fino alle 2 di notte, degustando oltre 130 Scotch Whisky, accompagnati da assaggi di formaggi e altre specialità. Un vero viaggio fra i cinque sensi stimolati dall’odore del whisky, il gusto intenso del liquore e il suono delle note jazz.

Per un tuffo nel jazz più vero correte all’Alexander Platz (via Ostia, 9) uno fra i jazz club più antichi d’Italia, frequentatissimo dagli amanti di questo genere musicale nella Capitale. Entrati verrete immersi da un’atmosfera unica, con le pareti ricoperte dai nomi e dalle firme degli artisti più famosi che hanno suonato nel locale. Qui potrete gustare i famosi spaghetti Casa Cupiello, con olive, pinoli, noci, capperi, erbe aromatiche, pomodorini e ovviamente un pizzico di Jazz, che da sapore e colore a ogni piatto.

Nel cuore di Roma, in zona Ostiense, si trova invece La Casa del Jazz (viale di Porta Ardeatina, 55), luogo di ritrovo per tutti coloro che amano il jazz. 2.500 metri quadrati dedicati interamente al jazz, con una sala concerti e di registrazione, mediateca, libreria e ovviamente un ristorante dove gustare il bruch o un coffee break. Ogni sera La Casa del jazz ospita musicisti emergenti e artisti internazionali in grado di deliziare, con le loro note, gli ospiti intenti a mangiare nel ristorante oppure a visionare la mediateca e il museo del jazz.

A Roma cibo e musica jazz hanno solo un altro nome: Cotton Club (via Bellinzona, 2), ristorante wine bar con musica live, che ospita concerti di Jazz, Charleston, Swing, Foxtrot e Dixieland di artisti internazionali. Il locale in stile retrò offre una selezione di piatti gustosi, cocktail e finger food, da assaporare comodamente seduti sui tavoli proprio di fronte al palcoscenico. Imperdibile l’aperitivo: So Good!

Dopo un periodo di chiusura, riapre le sue porte il Charity Cafe (via Panisperna, 68), storico jazz club di Roma, in cui gustare un calice di vino con un sottofondo di musica jazz. Morellino di Scansano, Chianti o Porto Rosso: scegliete il vino che più si adatta alle vostre note e lasciatevi trasportare!

Swing, jazz e blues si mescolano come un cocktail prezioso di note al BeBop Jazz Club (via Giuseppe Giulietti, 14), dove troverete buona musica, un ricco menu e un carta dei vini tutta da scoprire. Se capitate in zona Prati infine non perdetevi 28Di Vino, sul cui palco si alternano jazzisti di fama internazionale, con performance live da gustare insieme con vini e formaggi pregiati, di cui si racconta la storia e il sapore, fra gusto e note jazz.


Valentina Vanzini

Ironica e autoironica, romana Doc, ho una laurea cum laude in Informazione e Sistemi Editoriali e un master in Didattica della Shoah, ma soprattutto una passione sfrenata per la scrittura. Dopo uno stage all’ufficio stampa del Ministero dell’Agricoltura, ho collaborato con “Quale Computer”, tenendo una rubrica sulle nuove tecnologie e le app, e con diversi magazine online. Attualmente sto per pubblicare una serie di articoli sulla rivista internazionale della Fondazione Auschwitz di Bruxelles. Adoro i romanzi rosa (ma non sono romantica!), gli animali e sono un’esperta nel settore beauty, food e lifestyle.